Attualità,  Poesie,  Racconti,  Sociale e Solidarietà

Il mio Paese mi fa male

di Robert Brasillach

Il mio paese mi fa male per le sue vie affollate,
per i suoi ragazzi gettati sotto gli artigli delle aquile insanguinate,
per i suoi soldati combattenti in vane sconfitte
e per il cielo di giugno sotto il sole bruciante.
Il mio paese mi fa male in questi empi anni,
per i giuramenti non mantenuti,
per il suo abbandono e per il destino,
e per il grave fardello che grava i suoi passi.
Il mio paese mi fa male per i suoi doppi giochi,
per l’oceano aperto ai neri vascelli carichi,
per i suoi marinai morti per placare gli dei,
per i suoi legnami troncati da una forbice troppo lieve.
Il mio paese mi fa male per tutti i suoi esili,
per le sue prigioni troppo piene, per i suoi giovani morti,
per i suoi prigionieri ammassati dietro il filo spinato,
e tutti quelli che sono lontani e dispersi.
Il mio paese mi fa male con le sue città in fiamme,
male contro i nemici e male con gli alleati,
il mio paese mi fa male con tutta la sua giovinezza
sotto bandiere straniere, gettata ai quattro venti,
perdendo il suo giovane sangue in rispetto al giuramento
tradito di coloro che lo avevano fatto.
Il mio paese mi fa male con le sue fosse scavate,
con i suoi fucili puntati alle reni dei fratelli,
e per coloro che contano fra le dita spregevoli,
il prezzo dei rinnegati piuttosto che una più equa ricompensa.
Il mio paese mi fa male per la sua falsità da schiavi,
con i suoi carnefici di ieri e con quelli di oggi
mi fa male col sangue che scorre,
il mio paese mi fa male.
Quando riuscirà a guarire?

 

25 commenti

  • Caio Duilio

    «La gravità non è tutto nell’esistenza, e persino assai meno importante della leggerezza». parole dello scrittore francese.

  • Salvatore Pilloni

    non solo sento odore di bruciato…ma, non molto lontano si vedono le fiamme salire..

  • cafagna filomeno

    Io so solo che qualcuno non ha agito per tempo e non ha fatto il suo lavoro, poi non sta a me giudicare, lascio questo gravoso compito a chi ne dovrebbe avere le competenze

  • ezio vinciguerra

    ‎…tanto in questo paese prima pagava Badoglio adesso paga papà (nel nostro caso mamma) che hanno il codice fiscale. In buona sostanza paga solo la gente di buona volontà

  • cafagna filomeno

    ti sbagli… pagano solo chi non potrebbe pagare, perchè ricchi e ladri un modo per non farlo lo trovano sempre

  • ezio vinciguerra

    appunto la gente di buona volontà… “beati gli umili perché di loro è il regno dei cieli”

  • Peruzzi Alfiero

    Ci vuole una magistratura seria che faccia pagare i colpevoli con la giusta pena.Purtroppo anche la Magistratura in questi ultimi tempi, fa acqua ed ha fatto diversi sbagli anche perche’ ha influenze politiche.I magistrati dovrebbero essere apolitici ed immuni da influenze estranei,per giudicare con la giusta misura i reati.

  • cafagna filomeno

    e cosa significa…? Pensi forse che lo stato metterà a disposizione avvocati di caratura affinchè in tribunale facciano rivalere i diritti dei parenti che si costituiranno parte civile nei confronti del comune?
    non succederà
    Con che soldi pensi che gente che si ammazza di lavoro per quattro lire potrà mai pagarsi un avvocato?
    Omicidio di stato… alla fine, parliamoci chiaro, in soldoni cosa vuol dire? qualche telegramma ed un giorno in più di notorietà?
    Cos’è ci siamo già dimenticati di come funziona la nostra magistratura? la recente vicenda di perugia ne è un esempio.

  • ezio vinciguerra

    Non hai compreso il mio senso di estremo disagio Filomeno e mi dispiace. Lo stato siamo noi e noi non siamo pronti perché ancora ragioniamo “in soldoni” e non in ideali e vocazioni.

  • cafagna filomeno

    no IO so benissimo che lo stato siamo noi, come so anche benissimo che il mio primo compito è quello di tutelare le istituzioni, ma se tanto mi dà tanto, perchè mi guardo in giro e vedo che le istituzioni non tutelano me? Perchè io che sono lo stato, non ho armi per liberarmi da gente che non ottempera ai suoi doveri? Perchè mi rendo sempre piu conto e la cosa è sempre più evidente che in tutto lo stato non si usa un metro ed una misura? io sto per stancarmi a fare la persona retta e corretta, tra un po inizierò a mostrare i denti verso chi me li mostrerà e se sarò piccolino nei suoi confronti, bhè pace… vorrà dire che soccomberò per una causa che riterrò giusta

  • cafagna filomeno

    o peccato che gli altri non si mostrano, o se si mostrano lo fanno solo in video

  • ezio vinciguerra

    ‎…ci mostreremo quando avremmo i “crampi” allo stomaco per la fame. Un saluto e un abbraccio

  • ezio vinciguerra

    ‎… non te la prendere è nel nostro italico dna (per adesso non c’è fame abbastanza e la storia insegna: “partiamo dalla parte giusta ma arriviamo sempre dalla parte sbagliata e quando partiamo male invece vinciamo i mondiali”) eppoi facebook, secondo me, serve anche per far conoscere come la pensiamo. Gli illuminati di niente sanno come e in che percentuale la pensiamo.

  • Vincenzo Lo Iacono

    Ogni giorno che passa ci rendiamo conto che l’ITALIA è VERAMENTE l’INFERNO DEGLI ONESTI, poichè sulla loro pelle vivono uomini corrotti fino alle ossa. Un esercito di parassiti ipocriti che troviamo dappertutto, nella Politica nei Sindacati, negli imprenditori e non solo. Sarà un problema liberarci di TUTTE queste sanghisughe, ma dobbiamo farlo e pure SUBITO!!!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *