Poesie,  Recensioni

Infinito (Salvatore Spoto)


Infinito
di Salvatore Spoto

Infinito.
Lunghi silenzi dell’anima.
Pensieri che, fuggendo dal corpo,
si inseguono tra antiche colonne.
Tutto tace,
solo l’uomo dialoga…
con se stesso,
in cerca del Dio nascosto
e senza nome che è in Lui.

16 commenti

  • Antonella Sturiale

    Tra il mistero di quelle colonne aleggia la poesia dell’anima. Un sogno ricorrente della mia gioventù: lo sfarzo, le maestose strutture monumentali delle chiese nel silenzioso mistero della spiritualità. Poi le grida di Gesù alle porte del Tempio che l’uomo ha trasformato in una “spelonca di ladroni”. Bella l’atmosfera di un Dio che grida a noi di esercitare sulla terra la sua peculiare essenza: L’AMORE. ♥

  • ezio vinciguerra

    E’ bellissima maestro … cercare in silenzio quel Dio che è in noi. Ti abbraccio e stringo fortissimamente al mio cuore.

  • Salvatore Spoto

    Ringrazio l’amico carissimo Ezio Vinciguerra per il gentile pensiero di adattare a composizione poetica poche righe scaturite dal cuore ed una immagine di pace sentita dall’anima in una composizione.
    Pubblicata su “la voce del Marinaio” assume un respiro diverso. E nell’infinità del mare, queste parole si perdono come gabbiani che ascoltano la voce delle onde per riferirla agli uomini, come messaggio di pace. Grazie!
    Salvatore Spoto

  • ezio vinciguerra

    Carissimo Maestro, noi siamo come gabbiani che ascoltano le onde e le riferiscono agli uomini.
    Un abbraccio a te e a Nausicaa che ti conservi la tua vena artistica letteraria.
    Ezio

  • Salvatore Spoto

    Grazie a te! Come ho scritto nel commento al sito “la voce del Marinaio”, le mie semplici parole sono affidate al mare, affinchè i gabbiani possano consegnarle agli uomini come messaggio di pace e fratellanza

  • Antonello Scandurra

    Che visione paradisiaca,caro EZIO,che ne dici di un giorno di fare a cambio?Un po’ di cielo azzurro per un po’ di mare con incastonato quel bel sole?

  • Maria Palumbo

    L’architettura gotica è fascino e mistero…
    non si può di fronte ad essa che sentirsi piccoli come di fronte al divino… Grazie Salvatore!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *