51 commenti

  • Le Foto E

    Mbare non è tanto il tozzo di pane, è il futuro è la speranza di avere un “ancora” formando una famiglia e mettendo al mondo dei figli

  • Giovanna Lo Turco

    E’ CAPITATO A TANTI…..POI QUALCUNO HA AVUTO LA FORTUNA DI RITORNARE….MA IL PARADISO CHE AVEVA LASCIATO NON L’HA PIU’ TROVATO!!!!!!!!

  • Joseph Gorgone

    E si caro ezio, purtroppo e’ cosi nella vita… e tu sei li ad un tiro di schioppo, pensa anche noi andati oltre oceano, lontani.. lontani oltrepassando quel mare…oceano da te decantato!!!! TVTB ;-))

  • Rossana Tirincanti

    Rossana Tirincanti
    ‎…caro Ezio…lasciando la tua terra , che tanto rimpiangi oggi ….hai avuto la possibilità di vivere l’incredibile avventura con il mare che hai fatto tuo e che fà ormai parte di te forse più delle tue stesse radici …Sei lontano da quella terra tanto amata ,alla quale sono legati i tuoi ricordi , le tue prime emozioni di fanciullo …..purtroppo la vita a volte dà a volte toglie …..chissà che un giorno non ci tornerai con il tuo bagaglio di esperienze e voltandoti indietro probabilmente sarai pienamente felice di essere stato un uomo di mare !!!….

  • Salvatore Spoto

    Un paesaggio: Pennellate di azzurro e di bianco che, spesso, si tingono di rosso fuoco. Tutto profuma di zagara, gelsomini, di mito e di storia. Il Marinaio parte e lo cerca nel bagaglio fatto di sogni e di pensieri, lo ritrova nel cuore compagna della nostalgia.

  • Gaetano Mustica

    Il mare ce l’hai dentro: lui non t’ha lasciato e le sue onde sono i tuoi pensieri e la risacca segna il tuo andare e tornare. Suvvìa, mi hai commosso!

  • Casimiro Frangella

    Si, non ci sono parole per commentare. La natura ha creato colori meravigliosi, che solo un occhio attento, può percepire..

  • Salvatore Spoto

    nella foto c’è la mia spiaggia da bambino. Ci sguazzavo. Sono stato battezzato nella chiesa di Ognina, dove si sono sposati i miei genitori.

  • Gaetano Mustica

    Quando verrai a Catania, vorrò incontrarti e scambiare il tuo “Emigrante di poppa” col mio “Epos Siciliano”: non vedo l’ora. Che ne dici di venire per S.Agata: io e il SirTanus tutti per te e famiglia, beninteso (referenze presso il comune Amico Spoto). Vale. Ieri t’ho mandato “Ciullo e Riosa fresca”, l’hai ricevuto?

  • Ezio Vinciguerra

    Carissimo Maestro Gaetano molto volentieri per Sant’Agata purtroppo non posso ma vedrai che al più presto farò la “rimpatriata” e speriamo che si aggiunga anche il Maestro Spoto.
    Ho ricevuto “Ciullo e Rosa fresca” e probabilmente tra oggi e… domani lo metterò on line. Grazie
    Cara la mia cugina Giusy che presento anche agli amici mi sono dimenticato di dirti una cosa importantissima ho scritto un libro “Emigrante di poppa” dove sei citata anche tu, tutti i nostri parenti e naturalmente Taormina … abbi pazienza e vedrai che faremo festa per il ritorno del figliol prodigo. Chiedo scusa agli amici e a chi già ha letto il libro e soprattutto a te mia cara Giusy che non potevi sapere.

  • Bar Billy E Billy

    Bar Billy E Billy ciao cuginone, quando arriverai faremo festa, tutti i tuoi amici sono miei amici.
    Leggerò il tuo libro e ti dirò

  • Giuseppe Magazzù

    Caro Ezio e commentatori, domani se il tempo atmosferico sarà benigno, come questo pomeriggio, invierò una foto che farò nello specchio di mare tra i più affascinanti della terra: spero che possa essere di gradimento, senza amarcord … niente lacrime.

  • Salvatore Spoto

    Ezio, il tuo libro è scritto intingendo la penna nell’inchiostro del cuore, amalgama di nostalgia e sentimento.

  • Le Foto E

    ma appunto per questo io nci fazzu i fotografii e vi taggo, mbare Angelo, per ora accoddati a taliallu nde mia

  • Salvatore Spoto

    Lo sapete che buona parte di quell’acqua è dolce? Un po’ come a San Giovanni li Cuti che dissetò migliaia di Catanesi durante la guerra. Questo era il porto dell’antichissima città di Longane che sorgeva sulla riva di un fiume come San Giovanni che era un fiordo, dove si attestarono le navi ateniesi nella guerra del Peloponneso, allargatasi alla Sicilia.

  • Salvatore Spoto

    Ezio, amico Marinaio…mi sarai vicino? ..il nostromo sta fischiando….posto di manovra, già ammainano la Bandiera di stazionamento e quella di navigazione va a riva…

  • Gaetano Mustica

    Caro amato Salvatore, grazie, incasso e conservo (dato l’attuale tempo di magra). Sono con Te. Cura ut valeas.

  • Le Foto E

    Angelo appena esce, compro la macchina fotografica che impressiona anche l’odore con i pixel di luice

  • Ezio Vinciguerra

    E’ un piacere sentire “dialogare” ma sarebbe meglio dire “poetare” (e non mi interessa se non è italiano forbito) due maestri per me molto importanti. Mi mancano anche i consigli del Maestro Correnti ed triangolo, come la nostra terra, di S…icilia, si chiude (anche se qualcuno sostiene il cerchio … ma le piramidi?); come le tre virtù teologali, come il numero preferito da Lui, come le tre Sante femmine e martiri Lucia, Rosalia e Agata, a cui ho dedicato parte del libro, perché battistrada di ogni “femminismo” di quella libertà che ancora tarda ad arrivare.
    Ezio Pancrazio Vinciguerra

  • Ezio Vinciguerra

    Carissimo Professor Spiteri, fratelli di liceo e di vita che state commentando il link… il “mare”, quelli come noi, lo possediamo innatamente e vi aggiungo un link inviatomi l’anno scorso da un carissimo amico napoletano verace, che nelle… liriche delle sue canzoni “tiene ‘o mare”:
    https://www.lavocedelmarinaio.com/2010/04/chi-tene-o-mare/
    Ezio Pancrazio Vinciguerra

  • angelo spiteri

    Grazie Ezio. Eccezionale la musica, le parole e le immagini.
    Com’è bello il mare! Com’è bello il mondo! E com’è grande Dio!

  • Salvatore Spoto

    Prof. Correnti…l’ho sentito al telefono solo una volta perchè mi sembrava doveroso farmi conoscere, dopo che una importante casa editrice romana, la Newton & Compton, mi aveva dato l’incarico, non so per quale ragione, di occuparmi come scrittore anche della Sicilia. Sono nate dieci creature della ben nota “collana rossa” che hanno fatto il giro del mondo e nelle cui bibliografie non manca mai il nome di Santi Correnti.

  • Ezio Pancrazio Vinciguerra

    Carissimo Salvatore sei l’unico e degno erede di Correnti.
    Sia la Newton che i siciliani ti ringraziano per la preziosissima opera di divulgazione per far conoscere ancora di più la nostra amata e unica terra di Sicilia. Grazie!
    Ezio Pancrazio Vinciguerra

  • Giuseppe Lo Presti

    Ciao Ezio scopro con immenso piacere che anche tu sei un conterraneo, anch’io provengo da quelle vicinanze, anche se ormai da diversi anni lontano dalla terra natia, come dici tu l’amata e unica terra di Sicilia..

  • Salvatore Spoto

    Carissimo Ezio, grazie a te ed agli amici e conterranei che credono nel valore della nostra Terra. Nel mio piccolo cerco di scavare in profondità per trovare curiosità e notizie, che, come i tartufi, riescono ad accattivare l’appetito di ch…i vuol saperne di più. Così i miei libri hanno valicato il mare e alcuni, per esempio, “Sicilia normanna” sono stati adottati da università degli Stati Uniti. Pochi sanno che l’Umanesimo europeo è nato in Sicilia, sulle falde dell’Etna (Maniace) dove i grandi studiosi inglesi incontrarono un monaco di sant’Agata, Aristippo, che donò loro i primi testi classici che cos’ furono tradotti. Ed inglesi furono tutti i vescovi siciliani, a cominciare da Ansgerio, primo vescovo di Catania. E qui mi fermo per non tediare i miei cari amici con la penna che continua a scappare e che non sempre riesco a fermare.

  • Claudio Raia

    Il percorso della nostra vita è pieno d’incontri, più o meno importanti eppure qualcuno è proprio “speciale” e ti rimane tra le più belle esperienze del tuo vissuto cosi’ è accaduto a me quando ti ho conosciuto “Zio Ezio”.Tieni alti i tuoi valori, la tua sensibile umanità, l’orgoglio di credere negli ideali della patria, sii di esempio a questa generazione alla quale appartengo, che appare disorientata e allo sbando. Sono lusingato che tu abbia avuto un pensiero nei miei confronti con qualcosa di tanto importante quale la tua biografia, ho già iniziato a leggerla e ogni pagina è un passo per conoscerti. Terrò sempre presente nei miei progetti di vita il tuo motto “non bisogna mai dire mai”. Con grande stima ti giunga un abbraccio dalla nostra bella Catania e un arrivederci (molto improbabile ma non bisogna mai dire mai) da tuo nipote Claudio……tvtttb

  • Ezio Pancrazio Vinciguerra

    Ciao Claudio, ho le lacrime agli occhi. Quel motto era anche il titolo del libro ma l’editore diceva che era troppo inflazionato…
    Nella vita di ognuno di noi c’è un treno che passa e bisogna prenderlo al volo, cogliere l’attimo fuggente. Non so se è il treno dei sogni, della felicità, certamente è il treno della speranza, quella che non deve morire mai.
    Ti prego se ti capita fallo leggere a quelli “di periferia” come lo siamo noi.
    Mai dire mai nella vita.
    Ezio

  • Francesco Garrubba

    Ciao ricciolino,
    una graditissima sorpresa grazie.
    Il libro come ti avevo già scritto l’11 gennaio mi ha dato belle emozioni. La tua infanzia, triste per la perdita del papà, è stata vissuta in un ambiente sano e genuino, impermeato di valori che purtroppo oggi sono latenti. Mi piace perchè è discorsivo, è un racconto che ti tiene compagnia. Non scendi in descrizioni minuziose ed è proprio questa semplicità che rende piacevole la lettura. Ezio la sensibilità di un’artista la percepisci già dal titolo dell’opera Emigrante di poppa lascia immaginare lo sguardo malinconico dell’emigrante che vede allontanare la sua amata terra e si consola con la promessa a se stesso di tornarci presto.
    Ezio un abbraccio sincero e forte. A presto.

  • Angelo Spiteri

    Grazie dell’invito. Se me lo fai sapere presto vedrò di organizzare per esserci.
    Io cerco di essere “migrante di prua”, anche se non disdegno la memoria di ciò che è stato.
    Penso però che la vita valga la pena di essere vissuta per l’avventura che essa è nel presente della quotidianità. La malinconia del passato talvolta toglie il gusto a ciò che ci ritroviamo per le mani, dimentichi della bellezza che la realtà ci offre ogni giorno.
    Grazie comunque di quanto ci offri con la tua testimonianza.

  • Vittorio Fioravanti

    Un momento poetico che ho vissuto in questa lettura saggiamente illustrata, con la consapevolezza d’aver fatto nella mia vita quella stessa, inebriante rotta, lasciando dietro sponde ed amori, d’emozione in emozione, cavalcando le onde di mari diversi e di oceani interminabili…

    Vittorio Fioravanti

    Caracas

  • Antonio Fontana

    un grosso “groppo” alla gola mi ha preso leggendo e guardando queste immagini, la Madonnina che ti accoglie e ti saluta la prima emozione che provi e l’ultima che ti rimane quando parti….grazie ^^ Ezio…

  • Filippo Bassanelli

    Da 17 anni un etrusco come sono io e quando lo dimentichiamo che siamo stati Marinai e abbiamo solcato vari mari del continente sia in estate oppure durante il maledetto Inverno,ti saluto caro Ezio.

  • Antonio Raffone

    Bellissimo…., complimenti, ho provato anch’io un pò di …………….
    Ciao Ezio e complimenti ancora!!!!!!

  • Cinzia Caminiti

    Tieni duro ti pregooooo! Questa è la foto della tua vita? grazie per avermela mandata, ricordati che ti voglio bene. Bacioni e chiederò “alle forze della natura” di starti accanto…. agli angeli di tenerti d’occhio e io coi miei “pensieri positivi” ti custodirò. Per il resto, fai tu, il tuo Signore sia con te e ti aiuti a superare le situazioni difficili. Guarisci mi raccomando. Ti abbraccio.

  • Maurizio Binachini

    tante grazie e in bocca al lupo per il tuo libro e per le splendide parole che mi hai mandato, Dio ti voglia tutto il bene che ti meriti, un abbraccio, vi penso tutti

  • Pasquale Biancospino

    …bravo Ezio, sei un grande! …m’hai fatto emozionare perchè ciò che hai scritto è la verità e il sentimento di quanti, come noi, decisero di lasciare i propri affetti per vivere la grande avventura sul mare.
    Un abbraccio fraterno-

  • Camilla AbRAMO

    Ciao Ezio,
    scusa se riesco a risponderti ora, abbiamo molti amici in comune e io ho giá letto di te nel gruppo e ho visto anche che hai scritto dei libri, giusto oggi Joseph ha pubblicato un filmato molto bello, e ho riconosciuto molti di quei posti. Mi sono ripromessa di comprare i libro appena arrivo in Italia e trovo un negozio di libri, adoro leggere!
    Leggo che anche tu sei Catanese come me, io ho lasciato la nostra bella città quasi 27 anni fa e mi sono trasferita a Francoforte, e quelle frasi che ho letto nel filmato, come dice giustamente Joseph nel suo commento, mi sono riconosciuta appunto nelle frasi che si leggono… Il mare e il nostro sole sono le uniche cose di cui sento fortemente la mancanza qui in Germania.
    Un abbraccio
    Camilla

  • Paola Cerisola

    Ciao Ezio!!
    E’ un vero piacere fare la Tua conoscenza!! Abito in un piccolo paesino della Liguria, Varigotti, antico Borgo Saraceno affacciato sul mare, in provincia di Savona, nata da una famiglia “Marinai da generazioni” (militari e mercantili), quindi non potevo non amare il mare, che mi accompagna sin dalla nascita, e tutto ciò che lo riguarda!! Mi auguro anch’io una lunga e bella navigazione d’amicizia per il vasto mar!! Buon vento!! Paola

  • Gianluca Galasso

    Ciao Ezio ho ammirato il video del tuo libro e ho letto la tua risposta al mio commento, filo conduttore sempre il mare che ci emoziona in ogni istante
    Alla via così!!

  • Filippo Bassanelli

    Beati voi che state un poco più a Sud di me io devo aspettare ancora un po di tempo prima di vedere quello spettacolo della natura

  • Gandolfo Maurizio

    Grazie Ezio per le belle parole che esprimi nei confronti dei pescatori di Ognina.
    Spero che tu stia seguendo la festa di S.Agata, si stanno preparando per la salita di S.Giuliano, la puoi vedere su Telecolor. Ancora grazie, un abbracciao

  • Santino Correnti

    Ti ringrazio del tuo consiglio, come tu noterai abbiamo subito provveduto ,avrai modo di costatare questa mia grande passione che mi da delle soddisfazioni ineguagliabili. ciò non toglie, il mio amore per il mare, sarà per via che son figlio di marinaio ,sarà perché abito in un posto dove in dieci minuti di auto sei a duemila metri e in altrettanti minuti sei al mare, fatto sta che amo questa terra come si può amare la propria madre e tu sei stato qui, in Sicilia, se no ,cosa aspetti a farlo. Santino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *