Marinai,  Navi,  Recensioni,  Storia

15 gennaio 1931 – Un’impresa memorabile

di Marino Miccoli
(2^ parte di 2 parti)

…1931 – 2011: 80° anniversario della prima trasvolata atlantica.

La prima Trasvolata Atlantica in formazione giunse al suo traguardo il 15 gennaio 1931; le squadriglie di idrovolanti ammararono nella baia di Guanabara, a Rio de Janeiro, nel momento in cui anche le otto navi che componevano la Divisione Regi Esploratori sfilavano davanti alla baia. Allo sbarco dei piloti atlantici sulla terraferma si udirono le salve di cannone che le navi italiane e brasiliane spararono in loro onore.
Il grande pilota  statunitense Charles August Lindbergh (primo uomo al mondo ad aver effettuato la Trasvolata atlantica, New York – Parigi in solitaria, nel 1927) intervistato dall’United Press ebbe a pronunciare parole di ammirazione nei confronti dei protagonisti dell’impresa, dichiarando, tra l’altro: “ […] L’orgoglio del Popolo italiano per la bella impresa è più che legittimo. L’ardua prova è stata brillantemente superata…
La stampa di tutto il mondo esaltò l’impresa; il New York Times scrisse: “ Trionfo dell’Italia nell’aria. Una cosa veramente grande è stata compiuta negli annali dell’aviazione…”.

Ma devo anche ricordare il disappunto del mio compianto padre che, nel ricordare l’evento, lamentava lo scarso rilievo dato all’epoca dalla stampa e dalla radio al contributo prezioso e fondamentale che le navi e gli equipaggi della Regia Marina diedero alla riuscita della lunga trasvolata.
Questo mio breve articolo scritto in occasione dell’80° anniversario vuole pertanto anche rappresentare un modesto omaggio all’ammirevole memoria di “tutti” gli uomini che, nei cieli come sull’Oceano, parteciparono a quella memorabile impresa. Onore a loro.
Marino Miccoli.

Stimato Ezio,

in allegato trovi una foto a cui tengo particolarmente; si tratta della fotografia di mio padre quando, nel 1929, si diplomò cannoniere telemetrista presso le scuole CREM di Pola. Ti confesso che ogni volta che mi soffermo a guardare il viso da ragazzino di papà in questa fotografia, mi commuovo.Ti abbraccio forte e ti ricambio la buona vita.
Marino.


ANTONIO  MICCOLI

———————————————–

ESTRATTO DEL FOGLIO MATRICOLARE

Arruolato il 14/4/1929 Maridepo TARANTO.

Dal 18/4/1929 al 30/6/1930 Mariscuole POLA (C.R.E.M.M.).

Dal 1/7/1930 al 31/8/1933 imbarcato su Regio Espl. LEON PANCALDO.

Dal 1/9/1933 al 15/7/1934 imbarcato su Regio Espl. ALVISE DA MOSTO.

Il 16/7/1934  Marispedal LA MADDALENA.

Dal 17/7/1934 al 15/3/1938 imbarcato su R. Espl. ALVISE DA MOSTO.

Dal 16/3/1938 al 18/5/1938 imbarcato su Regio Incrociatore FIUME.

Dal 19/5/1938 all’11/12/1938 Mariscuole POLA (corso II Capo).

Dal 12/12/1938 al 28/3/1941 imbarcato su Regio Incrociatore FIUME.

Dal 29/3/1941 al 19/5/1946 Prigioniero Alleati (Zonderwater Sud-Africa).

Dal 20/5/1946 al 21/5/1946 Maridepo NAPOLI.

Dal 22/5/1946 al 1/11/1946 Maridepo TARANTO.

Dal 2/11/1946 al 7/5/1947 Maridist Buffoluto (TA).

Dal 8/5/1947 al 15/5/1949 Maridifedist BRINDISI.

Dal 16/5/1949 al 12/12/1951 imbarcato su Corvetta SIBILLA.

Dal 13/12/1951 al 30/6/1956 Batteria costiera B.636 BRINDISI.

Dal 1/7/1956 al 19/10/1957 Batteria costiera S.062 LA SPEZIA.

Dal 20/10/1957 al 15/4/1959 Armadat LA SPEZIA.

Dal 16/4/1959 al 28/3/1962  Batteria costiera B.2 Armadat BRINDISI.

Dal 29/3/1962 in congedo.

——————————-

PROMOZIONI, CAMPAGNE DI GUERRA ed ENCOMI

Dal 14/4/1929 Arruolato nel C.R.E.M.M. Allievo Cannoniere Puntatore.

Dal 1/12/1929 Comune di 1 cl.

Dal 1/12/1931 Sottocapo.

Dal 1/9/1937 2° Capo.

Dal 1/1/1941 Maresciallo di 3^ cl.

Dal 1/5/1944 Maresciallo di 2^ cl.

Dal 1/12/1954 Maresciallo di 1^ cl.

Dal 29/3/1962 (congedo) Guardiamarina del C.E.M.M.

Campagna di guerra per l’anno 1937 – G.M.S.

Campagna di guerra per gli anni 1940/41 – F.O.M. 11/6/1957-

Nastrino guerra 1940/43 con 2 stellette.

Medaglia comm. per operazioni in Africa Orientale italiana –Brev.2223-

Medaglia commemorativa per le O.M.S. –Brev.15001-

Cavaliere dell’Ordine “ Al merito della Repubblica Italiana” F.O.M. 15/9/1959.

All’argomento si consigliano  all’argomento i seguenti  volumi:

Navi mercantili perdute
(R. Notarangelo, G.P. Pagano)

Ufficio Storico della Marina Militare  – 3^ Ed. riv. 1997;
587 pag., 118 ill.;
prezzo intero 19.00 Euro;
prezzo ridotto 13.00 euro;

Il sacrificio silenzioso di tanta parte della Marina mercantile italiana; l’epopea delle navi della “battaglia dei convogli”. L’edizione, interamente revisionata e ampliata, include anche il naviglio gravemente danneggiato, quello catturato, quello del quale non si ebbe più notizia; un’apposita appendice riporta la cronologia di tutti gli avvenimenti narrati nel testo.

La battaglia dei convogli 1940- 1943
(Autori Vari)

Ufficio Storico della Marina Militare – ed. 1994  – 233 p. – 155 ill.
La lunga lotta che la nostra marineria, militare e mercantile ingaggiò coraggiosamente per sostenere un esercito combattente di 230.000 uomini. I trentacinque mesi di continui, sanguinosi scontri sul mare contro un potente e sempre più agguerrito avversario.
Di difficile reperimento perché non più stampato.

Dallo stesso autore sul sito
https://www.lavocedelmarinaio.com/2010/04/28-marzo-1941-matapan/
https://www.lavocedelmarinaio.com/2010/04/mare/
https://www.lavocedelmarinaio.com/2010/04/eco-netto-eco-netto/
https://www.lavocedelmarinaio.com/2010/04/a-te-o-grande-eterno-iddio/
https://www.lavocedelmarinaio.com/2010/05/1932-la-regia-marina-sfila-per-le-vie-di-atene/
https://www.lavocedelmarinaio.com/2010/05/eco-netto-eco-netto-l%E2%80%99epilogo/
https://www.lavocedelmarinaio.com/2010/06/i-valorosi-della-nave-calatafimi/
https://www.lavocedelmarinaio.com/2010/06/il-mal-di-terra/
https://www.lavocedelmarinaio.com/2010/06/le-scuole-c-r-e-m-di-pola-istria-italiana/
https://www.lavocedelmarinaio.com/2010/06/marino-miccoli/
https://www.lavocedelmarinaio.com/2011/01/15-gennaio-1931-unimpresa-memorabile/

Un commento

  • Marino Miccoli

    Buongiorno signor Fabio Cecchetto,

    sono Marino, il figlio di Antonio Miccoli e la ringrazio per avermi contattato tramite l’amico fraterno il maresciallo Ezio Vinciguerra con il quale ho il piacere e l’onore di collaborare da diverso tempo. Frequento spesso il blog de LA VOCE DEL MARINAIO e su di esso ogni tanto lascio traccia scritta del mio passaggio; lo faccio con piacere nella consapevolezza che Ezio apprezza i miei modesti ma sinceri contributi che spesso trattano delle storie di quei Marinai che hanno resa grande la nostra Marina.

    Ma torniamo a noi, signor Fabio Cecchetto e cerchiamo di comprendere assieme quando, in Marina, il mio compianto padre ha conosciuto suo suocero.

    Sono curioso di venirne a conoscenza e pertanto attendo ulteriori notizie nel merito che potrà inviarmi al presente indirizzo e-mail.

    La ringrazio per l’interessamento e porgo saluti marinareschi.

    Marino Miccoli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *