Storia

Il tronco d’albero

di Pancrazio ”Ezio” Vinciguerra

La più antica imbarcazione conosciuta è il tronco d’albero scavato che risale a un’epoca tra il 6590 e il 6040 a.C.
I tronchi d’albero sono infatti barche ideali: galleggiano e possono essere lavorati con il calore per ottenere la forma desiderata. In alcune antiche culture si aggiungevano fiancate, una tettoia e una poppa e l’interno era fornito di assi e di un sedile. Alcuni avevano polene, di solito a forma di animale, con buchi al posto degli occhi.
Altri buchi ai lati delle canoe servivano probabilmente per ormeggiarle o per far passare una lenza.
Un optional era il pozzetto per i pesci, un piccolo spazio con i buchi sotto la linea di galleggiamento, in cui la preda poteva essere tenuta in vita.
Poiché la più antica imbarcazione, rinvenuta a Pesse, in Olanda, nel 1955 e conservata nel museo di Assen, non ha niente di tutto ciò ed è molto stretta, gli esperti hanno messo in dubbio che essa sia una barca. Potrebbe essere una bara, una madia o una slitta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *