Attualità,  Racconti,  Storia

L’amor di Patria (2 giugno)

di Marino Miccoli

[…] componimento d’esame: “Perché amate l’Italia?”

Perché amo l’Italia? Non ti si son presentate subito cento risposte?
Io amo l’Italia perché mia madre è italiana, perché il sangue che mi scorre nelle vene è italiano, perché è italiana la terra dove son sepolti i morti che mia madre piange e che mio padre venera, perché la città dove son nato, la lingua che parlo, i libri che m’educano, perché mio fratello, mia sorella, i miei compagni, e il grande popolo in mezzo a cui vivo, e la bella natura che mi circonda, e tutto ciò che vedo, che amo, che studio, che ammiro, è italiano.
Oh tu non puoi ancora sentirlo intero quest’affetto. Lo sentirai quando sarai un uomo, quando ritornando da un viaggio lungo, dopo una lunga assenza, e affacciandoti una mattina al parapetto del bastimento, vedrai all’orizzonte le grandi montagne azzurre del tuo paese; lo sentirai allora nell’onda impetuosa di tenerezza che t’empirà gli occhi di lagrime e ti strapperà un grido dal cuore.
Lo sentirai in qualche grande città lontana, nell’impulso dell’anima che ti spingerà fra la folla sconosciuta verso un operaio sconosciuto dal quale avrai inteso passandogli accanto, una parola della tua lingua.
Lo sentirai nello sdegno doloroso e superbo che ti getterà il sangue alla fronte, quando udrai ingiuriare il tuo paese dalla bocca d’uno straniero […].

Da “CUORE” di Edmondo De Amicis.

Stimato Ezio, carissimi amici del marinaio,
in occasione della festa della Repubblica ho creduto opportuno inviarti questo breve periodo estratto da quello straordinario e per me sempre emozionante libro “CUORE” di Edmondo De Amicis.
Con stima e ammirazione lo dedico a tutti i Marinai d’Italia, quelli che sono e quelli che furono tali. Tra questi, desidero ricordare coloro che sul mare hanno combattuto e ora non ci sono più.
Viva la Marina. Viva la Repubblica Italiana, una e indivisibile.
Marino Miccoli.

3 commenti

  • Tore

    Parole che sintetizzano in maniera chiara ed esauriente, l’attaccamento alla nazione e a quel tricolore che la rappresenta.
    Viva la Marina,

  • Antonello

    Marinaio a vent’anni, marinaio tutta la vita!
    Italiano alla nascita, italiano per l’eternita’ !
    “Salva ed esalta o Signore la nostra Bandiera”….

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *