La missione del giovane cavaliere

La missione del giovane cavaliere – III capitolo

di Marino Miccoli
Breve riassunto dei capitoli precedenti.
Anno del Signore 1187; siamo nel regno Normanno di Sicilia, in prossimità del confine Nord della Contea di Puglia. E’ inverno, esattamente la fine del mese di novembre, quando in una non precisata località situata ai piedi dei monti Frentani avviene l’incontro tra i due protagonisti del nostro romanzo: un nobile “cavaliere” chiede indicazioni sul percorso ad un povero ragazzo (orfano di entrambi i genitori) di nome “Adalberto” il quale si offre di accompagnarlo. Il primo, dopo una breve riflessione, acconsente e getta le redini del suo pregiato cavallo al ragazzo. Si tratta di un gesto simbolico: in quel momento il cavaliere ha nominato come suo scudiero il giovane.

Ringrazio Paola, Roberto,Giovanni, Francesco, Carlo Gigi e tutti gli amici per i loro positivi commenti che hanno voluto lasciare sul blog de LA VOCE DEL MARINAIO, riguardo al mio modestissimo scritto intitolato LA MISSIONE DEL GIOVANE CAVALIERE.
Mi hanno fatto piacere, così come squisita è l’accoglienza riservatami dal padrone di casa:
Ezio Vinciguerra.
Come lui, anch’io amo scrivere.

Grazie per i vostri apprezzamenti e buona lettura.

2 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *