Ricordando il 76° anniversario del disastro del convoglio Duisburg

di Carlo Di Nitto

banca-della-memoria-www-lavocedelmarinaio-com

carlo-di-nitto-per-www-lavocedelmarinaio-comQuest’anno, il 9 novembre , ricorre il 76° anniversario della distruzione del convoglio “Beta”, meglio noto come convoglio “Duisburg” Fu, sicuramente, l’evento più disastroso che colpì la Marina Mercantile Italiana nel traffico per l’Africa settentrionale.
Ben sette mercantili nella notte fra l’8 ed il 9 novembre 1941, nonostante fossero ben scortati, vennero intercettati e distrutti sulla rotta per la Libia da una formazione britannica, la “Forza K”, partita da Malta. In questa occasione anche il Regio CT “Libeccio, mentre era intento nell’opera di soccorso ai naufraghi, venne silurato e affondato dal sommergibile britannico “Upholder”.
La formazione era composta dalle seguenti navi:
Piroscafo tedesco “Duisburg” (7.389 tsl);
Piroscafo tedesco “San Marco” (3.113 tsl);
Motonave “Rina Corrado” (5.180 tsl);
Piroscafo “Sagitta” (5.153 tsl);
Motonave “Maria” (6.339 tsl);
Motocisterna “Minatitland” (7.599 tsl);
Pirocisterna “Conte di Misurata” 5.014 tsl).

mattino-del-9-novembre-1941-aerei-italiani-sorvolano-la-motocisterna-minatitland-in-fiamme-unico-mercantile-del-convoglio-duisburg-ancora-a-galla-www-lavocedelmarinaio-com

Trasportavano materiali, munizioni, automezzi e carburanti per complessive 34.473 tonn. destinati al fronte libico dove si stava profilando una ripresa dell’offensiva nemica.
Sul disastro del convoglio “Duisburg”, sulle colpevoli cause della sua distruzione e sulle responsabilità dei comandi italiani, sono state scritte moltissime pagine, alle quali rimando per gli eventuali approfondimenti. Desidero però ricordare la ricorrenza con l’intensa, drammatica testimonianza tratta dal diario di mio zio Alfonso Di Nitto, guardiamarina osservatore, accorso poche ore dopo, con il suo idrovolante Cant Z 506, sulla zona del disastro. Mio zio, decorato di Medaglia d’Argento al Valor Militare, verrà dato per disperso, durante un volo di guerra, il successivo 18 dicembre. Il suo diario lo conservo io gelosamente.

9-11-1941-aerei-italiani-sorvolano-la-motocisterna-minatitland-in-fiamme-unico-mercantile-del-convoglio-duisburg-ancora-a-galla-www-lavocedelmarinaio-com

9 NOVEMBRE – Domenica
Non ceno – Questa mattina in missione speciale con 506 per ricerca naufraghi convoglio 7 piroscafi sdrumati dagli inglesi.
Alle 08.30 in Lat. = 37 ° 10′ Long. = 17° 40′ avvisto due CC.TT. OR – GR a lento moto rotta NW .
Alle 9 in Lat. = 37° 10′ – Long. = 17° 50′ avvisto la 3a. divisione con rotta 130 .
Alle 9.10 in Lat. = 37° 10′ Long- = 18° 10′ 1 piroscafo 1 cisterna in fiamme, 3 CC.TT. uno dei quali Libeccio alle 11.30 affonda .
In zona molti naufraghi che segnalo ai CC.TT.
Alle 11 una nave ospedale in Lat. = 36° 50′ Long. = 17° 50′ (Arno) alla quale indico la zona sulla quale poi dirige .
10 NOVEMBRE – Lunedì
Questa mattina in volo con 506 per ricerca naufraghi nella zona nota.
Arrivo ad avvistare Cefalonia e Zante. Mi viene il desiderio di andare ad ammarare ad Argostoli a trovare Vincenzo !
Arrivato in zona avvisto un naufrago a mg. 8 per 290° dalla cisterna. Lo segnalo e gli lancio una cassetta viveri con fumate. Nel pomeriggio viene salvato.
11 NOVEMBRE – Martedì
In volo per la solita ricerca naufraghi .
App. n° 1-170 S.T. Colli 1° pilota –
Zona di relitti e nafta molto più vasta – Non avvisto naufraghi .
Alle 10.35 in Lat. = 37° 20′ Long. = 18° 05′ avvisto 1 Blenheim a sinistra a quota 300 col quale sostengo combattimento per 20 minuti
Il velivolo nemico esegue tre passaggi 2 in prua ed uno laterale – Nessun colpo a bordo .
Mitragliera da 12.7 inceppata poi ultimi 5 m. disimpegno.
Nemico sicuramente colpito – Probabilmente abbattuto . »
Desidero inoltre ricordate i Marittimi italiani deceduti negli affondamenti delle rispettive navi. Ho cercato i loro nominativi sull’Albo d’Oro della Marina Mercantile. La ricerca non è stata semplice; è certamente incompleta: sicuramente presenta omissioni ed errori che, spero, potranno essere corretti con le segnalazioni che gli Amici lettori faranno. Ritengo però che sia la prima volta che vengono elencati i nomi di questi Eroi del mare. E’ quanto sono riuscito a fare per la conservazione della Loro Memoria.

9-novembre-1941-aerei-italiani-sorvolano-la-motocisterna-minatitland-in-fiamme-unico-mercantile-del-convoglio-duisburg-ancora-a-galla-www-lavocedelmarinaio-com

MARITTIMI CADUTI SULLE NAVI MERCANTILI ITALIANE
Convoglio “DUISBURG” – 9 novembre 1941

piroscafo-conte-di-misurata-www-lavocedelmarinaio-commotonave-da-carico-maria-www-lavocedelmarinaio-compiroscafo-da-carico-sagitta-www-lavocedelmarinaio-compiroscafo-da-carico-rina-corrado-www-lavocedelmarinaio-commotonave-minatitland-1-www-lavocedelmarinaio-commotonanve-minatitland-2-www-lavocedelmarinaio-comaltri-caduti-nellevento-www-lavocedelmarinaio-com

« Salutate gli Eroi, gli Eroi del Mare…
In alto, in alto i remi: pace alla terra e agli uomini, …
sempre avanti, lunga è la rotta che ci attende. Avanti!
Remi in mare! Timoniere alla barra dai la voce:
“Cento volte nascessi, cento volte,
sul mare vorrei nascere e morire ».
Dal “Canto degli Eroi del Mare” di A. G. Parodi».

Bibliografia essenziale
– Ufficio Storico della Marina Militare – La difesa del traffico con l’Africa settentrionale, vol. VII dal 1° ottobre 1941 al 30 settembre 1942 – Roma, 1976.
– Francesco Mattesini – Il disastro del convoglio Duisburg – In Bollettino d’archivio dell’Ufficio. Storico della Marina Militare – Parte prima: Anno X, settembre 1996 e Parte seconda: Anno X dicembre 1996.
– Giorgio Giorgerini – La battaglia dei convogli in Mediterraneo – Mursia, Milano 1977.
– Gianni Rocca – Fucilate gli ammiragli – Mondadori, Milano 1987
Albo d’Oro della Marina Mercantile Italiana 1800 – 1953 – F.lli Pagano, Genova 1953.

Didascalie delle foto
– Mattino del 9 novembre 1941. Aerei italiani sorvolano la motocisterna Minatitland in fiamme, unico mercantile del Convoglio Duisburg ancora a galla.
– Il Regio CT Libeccio affonda dopo essere stato silurato dal Smg. Britannico Upholder. Era intento a recuperare i naufraghi del Convoglio Duisburg, distrutto la notte precedente.

regio-ct-libeccio-affonda-dopo-essere-stato-silurato-dal-smg-britannico-upholder-www-lavocedelmarinaio-com

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Che cos'è la Marina Militare?, Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni, Storia. Permalink.

5 risposte a Ricordando il 76° anniversario del disastro del convoglio Duisburg

  1. Renato Simonetta dice:

    condiviso

  2. Gerardo Quadrino dice:

    condiviso

  3. Girolamo Trombetta dice:

    condiviso

  4. Marinaio di Lago dice:

    R.I.P.

  5. Marinaio Leccese dice:

    Buongiorno Carlo, grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *