Quando la solidarietà è il senso della vita

di Leo Gullotta

Odio gli spigoli e gli angoli. Preferisco le forme rotonde…
Anche nelle persone amo la rotondità, nell’essere, nell’agire nel dare…

“Fate scendere questi diritti giù, sin nel profondo del vostro cuore, fino a quando essi non diventino intima parte di voi…
Non lasciatevi mai abbattere da ciò che, ogni giorno, provi ad offendere la vostra intelligenza, la vostra sensibilità e la vostra umanità, ma, al contrario, combattete, con tutte le vostre forze, ogni tentativo di negazione di tali diritti ed ogni subdolo sforzo di chi ve li voglia far apparire necessariamente subordinati all’applicazione di logiche di compromesso.
Siate sempre solidali con tutti coloro che vi circondano e sappiate prendervi cura del vostro cuore come fate del vostro corpo sino a quando non sarete in grado di stupirvi per tutto ciò che la vita vi regala ogni giorno…
Ricordate sempre che aiutare chi vi sta accanto significa aiutare soprattutto voi stessi e il vostro futuro !”.

…E’ il 9 di gennaio del 1946. Sono le 13, credo, e sto venendo al mondo. E’ incredibile! Sentite cosa dico:
LEO: Uhheeeeeeeeeeeeeeeee!!!
E’ la prima battuta della mia vita. E chissà se fa ridere…
E’ l’inizio di una sceneggiatura? Si certo, ma è soprattutto l’inizio di una vita semplice, normale, uguale a mille altre.
Ma nel 1946 accaddero altre cose, ben più significative della nascita di tanti e tanti bambini come me…

http://www.leogullotta.it

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Marinai, Marinai di una volta, Recensioni, Sociale e Solidarietà, Un mare di amici. Permalink.

3 risposte a Quando la solidarietà è il senso della vita

  1. Spitaleri Fili dice:

    Due.catanesi.doc

  2. Renato Simonetta dice:

    condivido

  3. Pietro Scognamilglio dice:

    Bell’ articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *