La campana Maria Dolens, Don, don, don …

di Roberta – Ammiraglia88 (*)

banca-della-memoria-www-lavocedelmarinaio-com

roberta-ammiraglia88-per-www-lavocedelmarinaio-com-copiaLa Campana dei Caduti di Maria Dolens ogni sera suona “cento rintocchi” per ricordare i caduti di tutte le guerra.
L’enorme campana è stata creata dalla fusione dei cannoni, senza distinzione  di nazionalità e bandiere, di color che si sono sacrificati nella Prima Guerra Mondiale.
Sul suo manto ci sono incisi gli autografi dei Sommi Pontefici Pio XII e Giovanni XXIII.
In particolare sono riportate rispettivamente le due frasi che i Pontefici hanno espresso sulla guerra:
– “Nulla è perduto con la pace. Tutto può essere perduto con la guerra”;
– “In pace hominum ordinata concordia et tranquilla libertas”;
unitamente ad alcuni disegni e rappresentazioni in bassorilievo.
All’argomento  mi permetto di aggiungere una poesia che compare su molte cartoline che raffigura la Campana dei Caduti di Maria Dolens:

la-campana-dei-caduti-di-maria-dolens

DON … DON … DON …
Tutto nel buio tace,
sol la campana dice ai morti: pace!
Tra fossa e fossa sotto l’erme croci
passa un brusio di palpiti e di voci.
E’ la campana dai rintocchi mozzi
da un convulso di pianti e di singhiozzi.
Odono i morti e ascoltano in silenzio,
bevon dai fiori lacrime d’assenzio.
E’ la campana nella notte bruna,
chiama le stelle in cielo ad una ad una.
Or dormono i caduti sotto terra,
sognano, sogni d’amor, sogni di guerra.
Ogni croce ha una stella
e tutto è pace …
Dormono i morti
e la campana tace.

(*) http://www.ammiraglia88.it/SEZIONE_NORMALE/PAGINE_SITO/IGM/Campana_Caduti/M

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Recensioni, Sociale e Solidarietà, Storia. Permalink.

4 risposte a La campana Maria Dolens, Don, don, don …

  1. MARINO MICCOLI dice:

    Ringrazio Roberta Ammiraglia88 per questo suo articolo che ci ricorda due cose: la guerra è la dimostrazione che la stupidità e la crudeltà umane non conoscono limiti (e “Maria Dolens con i suoi rintocchi ce lo ricorda ogni giorno!); che l’Italia è una Terra bellissima perchè dal più piccolo centro come nelle più grandi città possiamo trovare monumenti e storie davvero meravigliosi!
    Grazie ancora Roberta, ritorna presto a noi con i tuoi sempre interesanti quanto significativi e graditi articoli.

  2. Grazie Ezio e grazie Marino.

    In proposito vi propongo un breve scritto che avevo composto l’anno scorso:

    LA CAMPANA DEI CADUTI
    “MARIA DOLENS”

    Doooon … Doooon … Doooon …
    L’imponente campana dei Caduti Maria Dolens
    emette un ineguagliabile suono.

    100 rintocchi, puntualmente tutte le sere,
    100 vigorosi battiti,
    100 “parole” di rievocazione.

    Tutta la vallata la deve sentire;
    suona in memoria dei Caduti di tutte le guerre,
    senza distinzione tra gli esseri umani deceduti.

    Doooon … Doooon … Doooon …
    Possenti rintocchi con l’arrivo della notte,
    mentre nell’immenso cielo brillano le stelle.

    “Ogni croce ha una stella e tutto è pace”
    recita una nota poesia di don Rossaro.
    Maria Dolens con i suoi battiti fa vibrare i cuori:

    Doooon … Doooon … Doooon …

  3. Sergio Biffi dice:

    Buona serata a te fra Ezio

  4. Sandro Saccheri dice:

    condiviso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *