26.11.1896, l’imboscata di Lafolè

di Pancrazio “Ezio” Vinciguerra



banca-della-memoria-www-lavocedelmarinaio-com

GUERRA D’AFRICA
francobollo-per-la-guerra-dafricaLa notte del 26 novembre 1896, a circa 20 km da Mogadiscio nei pressi del villaggio di Lafolè, la spedizione italiana, composta anche da ascari, incappò in un’imboscata venendo massacrata.
Sopravvissero un sottocapo timoniere, due marinai e 17 feriti ascari.
In seguito furono presi duri provvedimenti nei confronti degli indigeni delle tribù incriminate. Per ogni restituzione delle salme furono fucilati 86 indigeni e fu bombardato, da parte della regia nave Governolo, il villaggio costiero di Nimuhu per riportare sotto controllo la situazione.
Persero la vita a Lafolè, 18 ascari e 15 connazionali.

foto-istituto-luce

Questo articolo è stato pubblicato in Che cos'è la Marina Militare?, Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni, Storia. Permalink.

6 risposte a 26.11.1896, l’imboscata di Lafolè

  1. Francesco Ortega dice:

    così facendo no ci siamo di certo accattivate le simpatie dei nativi per ribbellarsi in quel modo dovevano aver fatto qualcosa

  2. Renato Simonetta dice:

    condivido

  3. Marinaio di Lago dice:

    Finalmente una buona notizia!!! In un contesto di persistente degrado, il ritorno al culto di questa chiesa, posta nel cuore storico della citta’, fa veramente piacere!!!

  4. Giorgio Angeloni dice:

    Riposate in pace

  5. Maria Marea dice:

    Riposate in pace

  6. Egidio Alberti dice:

    ONORI AI MILITARI CADUTI NELL’ IMBOSCATA. RR.II.PP. NON CONDIVIDO LA REAZIONE CHE VI FU DA PARTE ITALIANA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *