15.11.1936, varo regio sommergibile Alagi

a cura Carlo Di Nitto

Il regio Sommergibile Alagi (Classe Adua, sigla AL) fu impostato il 12/2/1936 nei Cantieri C.R.D.A. di Monfalcone e varato il 15/11/1936. Entrò in servizio il 06/03/1937.
Svolse intensa attività bellica nel periodo 10 giugno 1940 – 8 settembre 1943 effettuando 55 uscite operative in Mediterraneo durante le quali affondò due piroscafi e abbattendo un aereo. Purtroppo l’8/6/1942 mentre era in agguato al nord di Capo Blanc (Tunisia) avvistò un convoglio che successivamente risultò essere italiano. Il comando di bordo non era stato avvisato del passaggio di navi nazionali e ritenendole nemiche lanciò un siluro colpendo in pieno la nave di scorta più vicina; era il regio cacciatorpediniere “Antoniotto Usodimare” che, centrato in pieno, affondò in pochi minuti spezzato in chiglia.
Alla data dell’armistizio, eseguendo gli ordini ricevuti, diresse su Malta dove si consegnò agli alleati. Successivamente partecipò ad ulteriori 80 missioni operative.
Al termine delle ostilità doveva essere ceduto all’Inghilterra che rinunciò alla consegna ma ne impose la demolizione.
Venne quindi radiato e demolito nel 1948.
Nel corso delle sue attività caddero per cause belliche quattro suoi Marinai: il Sgt. Cosimo Desogu, il Sc. Renzo Lucchini, il Sc. Paolo Nuzzo ed il Sc. Giuseppe Tommasi.

Questo articolo è stato pubblicato in Che cos'è la Marina Militare?, Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni, Storia. Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *