Virgilio Barucca nel ricordo di Alessandro Roccabella

di Alessandro Roccabella

Riceviamo e con commozione pubblichiamo.


ALESSANDRO ROCCABELLA dice:
25 luglio 2017 alle 23:53 

Dosson di Casier (TV) 25 luglio 2017.
Sono entrato in questa ” FAMIGLIA” da due giorni e mi sto rendendo conto che CI SARANNO DAVVERO MOLTISSIME EMOZIONI ANCORA DA VIVERE. Qui sopra ho letto con gli occhi sbarrati la storia del marinaio Virgilio Barucca imbarcato sul regio incrociatore Fiume (*).
Quando ho letto ”Barucca , ho fatto un salto sulla sedia. Anch’io sono nato a Senigallia (17 agosto 1952 ) e precisamente nella frazione di Marzocca di Senigallia, e più precisamente ancora a Marzocchetta. Cosi’ ancora oggi viene denominata la parte di Marzocca, un paesino in riva al mare Adriatico che si trova 8 km. dopo Senigallia… verso sud. .., (la parte finale di Marzocca verso sud vicino al confine con l’altro paese rivierasco Marina di Montemarciano. Dovete sapere che una delle figure più emblematiche, più vere, di Marzocchetta fu il signor Gerardo Barucca che gestiva con la sua famiglia un negozio di alimentari con attiguo un bar con biliardo. Da “Barucca” ho visto le prime trasmissioni televisive, quelle che le famiglie andavano a vedere in quanto negli anni 1958 etc., nessuno aveva ancora la televisione. Io ero piccolino e mio padre ”Guglielmo Roccabella” ex marinaio cannoniere a bordo del regio incrociatore Zara , non c’era mai poiché era sempre lontano, imbarcato come cuoco sulle navi da trasporto, e i suoi viaggi duravano mesi (Giappone, Norvegia, India, USA etc.).

Andavamo da Barucca con la mamma e mia sorella e si guardavano le prime trasmissioni di Mike Bongiorno, e si consumava un ghiacciolo oppure un bicchierino di spuma.
Credo che il signor Virgilio Barucca sia stato senz’altro parente di Gerardo Barucca (lo scopriremo presto!).
Il signor Gerardo non c’è più ma la sua famiglia vive ancora sulla stessa casa, sopra il bar, che è la casa più antica di Marzocca. Una volta era un piccolo castello, con i merli, e nel Medioevo serviva come posto per il cambio dei cavalli. La storia racconta che un giorno del 1800 si fermò addirittura il grande Napoleone per ristorarsi e riposare.
Io sono nato a 100 metri dalla casa dei Barucca e sono titolare, con mia sorella, della casetta dove siamo nati nel 1951 e 52, proprio davanti al mare: QUEL MARE CHE ANCORA OGGI CI UNISCE, COME UNISCE QUESTA NUOVA MERAVIGLIOSA FAMIGLIA CHE HO APPENA TROVATO…VOI TUTTI !!!!
Spero che il mio scritto possa essere trasmesso al Signor Roberto Barucca, figlio del Marinaio Virgilio Barucca, affinché si possa avere conferma dei legami di parentela con la famiglia di Gerardo Barucca di Marzocca di Senigallia.
Emozionatissimo passo a salutare tutti augurandoVi una BUONA NOTTE.
Ezio carissimo …a Te il testimone.
Salutissimi da Alessandro Roccabella

Ciao Ezio carissimo. !
Volevo sapere se hai letto il mio scritto con oggetto principale la famiglia ‘ BARUCCA ‘
di Senigallia?
Io non sono molto bravo col computer e vado un po’ ad intuito.
Altra cosa:  non Ti avevo indicato il luogo di dipartita di mio padre.
Prego prendi nota: …ospedale di Mirano (VE)  …il 22 novembre 1977.
Cordialissimi saluti.

(*) http://www.lavocedelmarinaio.com/2012/06/virgilio-barucca-e-il-senso-della-vita-marino-miccoli/

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Che cos'è la Marina Militare?, Marinai, Marinai di una volta, Recensioni, Sociale e Solidarietà, Storia, Un mare di amici. Permalink.

Una risposta a Virgilio Barucca nel ricordo di Alessandro Roccabella

  1. Raimondo Restivo dice:

    R.I.P.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *