27.10.1906, varo regia nave Granatiere (1°)

di Carlo Di Nitto

Unità appartenente alla classe “Soldato” , dislocava 415 tonnellate a pieno carico.
Fu varato il 27/10/1906 presso i Cantieri Ansaldo Armstrong & C. di Genova Sestri Ponente ed entrò in servizio nella Regia Marina il 5 giugno 1907.
Nel 1908 prestò attiva opera di soccorso alle popolazioni calabro – sicule colpite dal disastroso terremoto di Messina.
Durante la guerra italo – turca partecipò allo sbarco in Tripolitania e all’occupazione della Cirenaica. Fu quindi inviato in Mar Rosso per operazioni connesse al conflitto in corso. Successivamente venne dislocato nel Dodecaneso per consolidare le occupazioni effettuate.
Durante la Grande Guerra fu particolarmente attivo nell’Adriatico per missioni di vigilanza, ricognizioni offensive e protezione del traffico.
Nel 1917 fu trasferito a La Spezia e impiegato per difesa del traffico tra la Sardegna e i porti dell’Alto Tirreno.
Nel luglio 1919 rientrò in Adriatico dove rimase a disposizione della Scuola Meccanici di Venezia.
Nel 1921 fu riclassificato “Torpediniera d’Alto Mare” ed in inviato in Tripolitania per compiti di vigilanza e polizia lungo il litorale libico.
Nel 1923 rientrò a Taranto e assegnato al locale Gruppo Torpediniere.
Nel 1927 fu disarmato e radiato il 3 novembre dello stesso anno.
Il suo motto: “ A ME LE GUARDIE PER L’ONORE DI CASA SAVOIA”.

Questo articolo è stato pubblicato in Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni, Storia. Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *