20.10.1941, affondamento regia nave Altair e Mario Pomella

di Roberto Ferrari

…riceviamo e con immensa commozione pubblichiamo.

Da un mio post pubblicato su Miles forum il 28/07/2009

Ciao a tutti,
finalmente sono riuscito ad ottenere le informazioni e le circostanze in cui perì un mio prozio. Questa mia discussione vuol essere di pubblico ringraziamento allo Stato Maggiore della Marina ed in particolar modo al Capitano di Vascello Francesco Loriga, direttore dell’ufficio storico e nel contempo di aiuto per coloro intendano intraprendere lo stesso tipo di ricerche.
Inutile sottolineare la mia commozione nel ricevere la mail sul cellulare mentre ero in ferie ed il pensiero va alla mia bisnonna che ho conosciuto da bambino che alla patria ha dato tre figli, Mario della presente discussione, Guglielmo disperso nella 1^ Guerra Mondiale (del quale devo ancora riuscire ad avere notizie) e di un terzo adottivo di cui non conosco il nome, oltre le pene subite per mio nonno deportato in campo di concentramento che aveva lasciato soli mia nonna e quattro figli.


Ecco il testo:
STATO MAGGIORE DELLA MARINA
Ufficio per la Comunicazione
3° Ufficio – Editoria e Documentazione
Ufficio Storico
Via Taormina, 4
00135 – ROMA
Tel. 06/36807220 – Fax. 06/36807222
mstat.uagre.storico@marina.difesa.it

Gentile Sig. Roberto Ferrari
in merito a quanto richiesto con e-mail in riferimento, si informa che dagli atti di questo Ufficio Storico il Capo di 2^ classe Nocchiere Mario Pomella, nato a Garessio il 25.05.1912, imbarcato sulla torpediniera Altair, risulta disperso il 20.10.1941 in seguito all’affondamento dell’Unità nel Mare Mediterraneo, come riportato dall’elenco dei Caduti e Dispersi della 2ª Guerra Mondiale.
Il giorno 19.10.1941 l’Altair insieme con Lupo, Monzambano, e la nave scorta Barletta, lasciarono il porto di Pireo nel pomeriggio del 19.10 1941 in servizio di scorta ad un convoglio di quattro piroscafi diretti a Creta.
Alle 19,30 circa, una forte esplosione causata da urto contro una mina nemica provocò il distacco netto della prora dell’Altair, che affondò sviluppando un incendio.
Alle ore 21,00 circa, sedato un po’ l’incendio, la parte ancora galleggiante fu presa a rimorchio dalla torpediniera Lupo ma, il 20.10.1941 alle ore 02,47 dopo ore di penosa navigazione, anche questo troncone affondò nel Golfo di Atene.
Al fine di conoscere meglio la storia militare del Capo di 2^classe Nocchiere Mario Pomella, Le consigliamo di inoltrare richiesta alla:
“Direzione Generale del Personale Militare, 5° Reparto – 17ª Divisione, Viale dell’Esercito, nr. 186 – 00143 Roma ” (tel.06/50230186 – 06/50230086), cui è devoluta la custodia dei documenti matricolari.
Cordiali saluti.
IL DIRETTORE DELL’UFFICIO STORICO
(C.V. Francesco LORIGA)

Caduti con lui:
– Gino Antonello, marinaio cannoniere, disperso;
– Dino Bacci, marinaio furiere, disperso;
– Valentino Barulli, marinaio cannoniere, disperso;
– Alfredo Bonetto, sottocapo cannoniere, disperso;
– Maurizio Camuffo, marinaio cannoniere, disperso;
– Francesco Colella, marinaio cannoniere, disperso;
– Francesco De Nuccio, marinaio, disperso;
– Carlo Del Chiaro, sottocapo nocchiere, disperso;
– Giovan Marco Florio, sottocapo torpediniere, disperso;
– Giorgio Iacono, marinaio, disperso;
– Raffaele Lauritano, marinaio cannoniere, deceduto in Grecia il 23.10.1941;
– Domenico Panunzi, sottocapo cannoniere, disperso;
– Mario Pomella, capo nocchiere di seconda classe, disperso;
– Ernesto Serino, marinaio fuochista, deceduto in Grecia il 21.10.1941;
– Giuseppe Todaro, sottocapo segnalatore, deceduto in Grecia il 25.10.1941.

P.S: Da un commilitone sopravvissuto, immediatamente dopo la fine del conflitto, mio nonno seppe che al momento dell’esplosione suo fratello era appena smontato di turno e sceso in cabina per il riposo che purtroppo diventò eterno.
Roberto

L’Altair il giorno 20 ottobre 1941, alle ore 02.47, insieme con Lupo, Monzambano, nave scorta Barletta, lasciò il porto del Pireo nel pomeriggio del 19 in servizio di scorta ad un convoglio di quattro piroscafi diretti a Creta…

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Che cos'è la Marina Militare?, Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni, Storia. Permalink.

3 risposte a 20.10.1941, affondamento regia nave Altair e Mario Pomella

  1. Carlo Di Nitto dice:

    La sigla AT fu poi attribuita all’avviso scorta “Ardimentoso”

  2. Raffaele Napolitana dice:

    Ovunque tu sia R.I.P.

  3. Gruppo fb lavocedelmarinaio dice:

    Ezio Pancrazio Vinciguerra Riposate in pace
    Giuseppe Carlo Gino r i p marinai
    Roberto Tento R.I.P
    Lucio Campana R.I.P.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *