13.10.1941, affondamento regia nave California

a cura Antonio Cimmino

Già piroscafo passeggeri, costruito nel 1920 per conto della Società di Navigazione Cunard Line con il nome di Albania 2, fu principalmente impiegato per il trasporto passeggeri sulle linee del Nord America.
Nel 1930 il piroscafo viene venduto alla Società di Navigazione Libera Triestina e rinominata California. Durante la guerra di Abissinia fu requisita dalla Regia Marina ed utilizzata come nave ospedale.
Nel 1936 ritorna a navigare come servizio di Linea, e il 13 giugno 1940, fu nuovamente requisita dalla Regia Marina a Napoli ed ritrasformata in nave ospedale.

Effettuò 32 viaggi trasportando complessivamente 24.000 circa tra malati e feriti.
Il 10 agosto 1941, durante un attacco aereo Inglese su Siracusa, fu colpita a poppa da un siluro. Sbandata ed appoppata, riuscì ad evitare l’affondamento incagliandosi.
Il 13 ottobre 1941 affondò a causa di un forte incendio sviluppatosi a bordo.
La regia nave California, trasformata in nave ospedale, ospitava 770 posti letto.
Secondo la Convenzione di Ginevra, lo scafo e le sovrastrutture furono ridipinte in bianco con una fascia verde interrotta dalla Croce Rossa.
Dopo vari tentativi di recupero dello scafo, ulteriormente danneggiato da incendi e mareggiate, l’unità fu recuperata e demolita nel dopoguerra.

Questo articolo è stato pubblicato in Che cos'è la Marina Militare?, Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni, Storia. Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *