L’eccidio di La Storta (Roma)

a cura Pancrazio “Ezio” Vinciguerra

Presso la sala Museale del Quartier Generale Marina Roma (Santa Rosa) è custodita una lapide in ricordo dell’eccidio, commesso il 4 giugno 1944 dai nazisti in fuga da Roma, in un boschetto al km. 14,200 di via Cassia, poco fuori Roma.
Persero la vita in quell’orrore:
– Alfeo Brandimarte (Maggiore della Armi Navali – Fronte Militare Clandestino – Medaglia d’Oro al Valor Militare);
– Bruno Buozzi (sindacalista socialista – Brigata Matteotti);
– Luigi Castellani (insegnante);
– Vincenzo Converti (ragioniere- Brigate Matteotti);
– Libero De Angelis (meccanico – Brigate Matteotti);
– Edmondo Di Pillo (ingegnere – Brigate Matteotti – Medaglia d’oro al Valor Militare);
– Pietro Dodi (generale di cavalleria nella riserva – Fronte Militare Clandestino – Medaglia d’Oro al Valor Militare);
– Saverio Tunetti (tenente – Fronte Militare Clandestino);
– Lino Eramo (avvocato).

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Che cos'è la Marina Militare?, Marinai, Marinai di una volta, Recensioni, Storia. Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *