Quando il male divorerà se stesso…

di Pancrazio “Ezio” Vinciguerra

Quando avranno inquinato il mare, le acque dell’ultimo fiume, abbattuto l’ultimo albero, preso l’ultimo bisonte, pescato l’ultimo pesce, solo allora si accorgeranno di non poter mangiare il denaro accumulato nelle loro banche.
Terrorizzati dall’incubo di perdere tutto ciò che hanno rubato, senza amore, padri di famiglie avide e perverse, circondati di baciapile e ruffiani.
Uomini di potere? Ricchi di cosa?
I ricchi siamo noi che ci sediamo davanti al mare e possiamo ancora udire il suo canto, sentire il suo profumo, perché la nostra coscienza è pura.

Il mare ora puzza di benzina!
Penso e non ho difficoltà di affermare che il Tribunale penale internazionale, oltre che occuparsi dei reati commessi per esempio nella ex Jugoslavia e in Ruanda, debba processare pure gli autori di simili misfatti ambientali, che pure sono crimini contro l’umanità, come le speculazioni finanziarie come i mutui sub prime, che hanno messo in pericolo l’economia mondiale.

Purtroppo sono sempre più convinto, e non sono il solo a pensarlo, che a nominare i tribunali sono gli stessi che commettono i crimini contro l’umanità.
Le multinazionali hanno gestito ogni affare: guerre, armi, uranio, petrolio, diritto, inquinamento, spazzatura, ecc., ma non hanno considerato il principio che ciò che si fa alla terra lo si fa a se stessi.
I loro figli subiranno lo stesso destino di ogni altro essere umano.
“Il male divora se stesso (Giovanni Paolo II)”.

Quando il male divorerà se stesso alla fine si diventa stronzi per legittima difesa.
…questo articolo è dedicato alle donne e agli uomini di buona volontà e anche a coloro che mi invitano a schierarmi dalla parte del male, io vi perdono!

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Per Grazia Ricevuta, Recensioni. Permalink.

17 risposte a Quando il male divorerà se stesso…

  1. Egidio Alberti dice:

    BRAVO EZIO, CONDIVIDO IL TUO PENSIERO

  2. Marco Carboni dice:

    condivido

  3. Gianluca Vallone dice:

    Gia’ caro fra’ Ezio Pancrazio Vinciguerra!!!⚓

  4. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Gianluca Vallone grazie. Continuiamo questa navigazione nei miasmi del fetore collettivo di un mondo globalizzato sempre più dipendente dall’industria del male

  5. Gianluca Vallone dice:

    Ma io sono molto convinto essendo che credo molto in dio e gesu’ cristo che ognuno avra’ cio’ che si merita!!!.Un abbraccio come il mare fratello Ezio Pancrazio Vinciguerra e sempre vento in poppa⚓

  6. EZIO VINCIGUERRA dice:

    🙂 Teniamo salda la fede in Dio consapevoli che la nostra testimonianza provoca attacchi, provoca persecuzioni di cui la storia della Chiesa è piena, che portano i cristiani nel carcere e perfino a dare la vita. Le cose che vengono dal padre della menzogna non ci allontanino dalla testimonianza e, come dice Gesù Cristo, se qualcuno mi evita o se ci sono persecuzioni in Suo nome, la forza dello Spirito Santo consolatore ci sostiene e ci offre una testimonianza di fede capace di non scandalizzarsi di fronte al rifiuto che incontra.

  7. Gianluca Vallone dice:

    Da me si dice fai bene e scordati fai male pensaci!!!

  8. Marinaio di Lago dice:

    Stupenda e condivisibile riflessione

  9. Gianluca Vallone dice:

    Amen!!!

  10. Leopoldo Torrini dice:

    La giovinezza non è un periodo della vita, essa è uno stato dello spirito,un effetto della volontà, una qualità dell’immaginazione, un’intensità emotiva,una vittoria del coraggio sulla timidezza, del gusto dell’avventura sulla vita comoda.
    Non si diventa vecchi per aver vissuto un certo numero di anni; si diventa vecchi perché si è abbandonato il nostro ideale. Gli anni aggrinziscono la pelle, la rinuncia al nostro ideale aggrinzisce l’anima.
    Le preoccupazioni, le incertezze, i timori, i dispiaceri, sono nemici che lentamente ci fanno piegare verso la terra e diventare polvere prima della morte.
    Giovane è colui che si stupisce e si meraviglia, che si domanda come un ragazzo insaziabile ” e dopo?”, che sfida gli avvenimenti e trova la gioia al gioco della vita.
    Voi siete così giovani come la vostra fede, così vecchi come la vostra incertezza.
    Così giovani come la vostra fiducia in voi stessi, così vecchi come il vostro scoramento.
    Voi resterete giovani fino a quando resterete ricettivi. Ricettivi di tutto ciò che è bello, buono e grande. Ricettivi al messaggio della natura, dell’uomo e dell’infinito.Se un giorno il vostro cuore dovesse essere mosso dal pessimismo e corroso dal cinismo, possa Dio avere pietà della vostra anima di vecchi.

    Generale Douglas Mac Arthur ai cadetti di West Point, 1945.

  11. Tore Garau dice:

    Grazie!!!

  12. LUCA TIEZZI dice:

    SEI SEMPRE UN GRANDE MITO CARISSIMO AMICO DAL CUORE D’ORO!

  13. Marinaio Leccese dice:

    CIAO EZIO A PRESTISSIMO SALUTARCI QUI AL RADUNO ARCANGELO DI AMICO DAL CUORE D’ORO!

  14. Comunità Militare dice:

    Ciao Ezio e grazie per questo bellissimo articolo che perpetua la veridicità della nostra attuale vita

  15. Gianluca Galasso dice:

    Grazie Ezio ti abbraccio

  16. Salvatore Chiaramida dice:

    condivido

  17. Stella Gino dice:

    Alla fine succede sempre perchè Sindaci, Assessori comunali e Reggioali AUTORIZZANO Fabriche e fabrichette a sversare VELENI Senza dimenticare l’ILVA di Taranto, che il Giudice Bloccava e RENZI sbloccava con Leggi e Leggine, di fronte ad un Popolo impotente.-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *