30.5.1944, Alberto Amendola

a cura Antonio Cimmino

Il marinaio cannoniere Alberto Amendola nasce a Castellammare di Stabia.
Fu catturato a Messina, dopo l’8 settembre 1943, e deportato in Germania.
Non volle aderire alla Repubblica Sociale Italiana e fu uno di quelli che non si arresero.
Morì in prigionia il 30 maggio 1944 a seguito di bombardamento aereo.
Sepolto nel Cimitero Militare Italiano di Amburgo …era un Italianische Militar Interniete (I.M.I.).
Siamo alla ricerca di foto e notizie.

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Marinai, Marinai di una volta, Recensioni, Storia. Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *