L’ipocrisia di non saper più comunicare

di Marco Vannini

Sono arrivato alla soglia del 3° giro di boa della mia vita ed il mare, che ormai vedo da riva e che non solco più come un tempo, mi appare come un miraggio lontano. Eppure ascolto la sua voce tonante, il suo profumo dorato dal vento misto all’odore dei miei olivi, nel paradiso di questa Puglia selvaggia e austera maltrattata ma sempre splendida e antica.
Credo di essere fortunato a vivere qui in questa terra di cui anche il poeta Virgilio aveva scelto come sua ultima residenza terrena. Roma, città che mi dette i natali, mi appare ora come un opulenta e sporca signora imbrattata da mal gestioni politiche in cui i cittadini si affannano a trovare aneliti di speranza, laddove essa purtroppo non esiste più.
Io penso che i valori della vita, sono ben lungi da questa realtà di società che considera solo i soldi, dove non si guarda più l’altro negli occhi ma si tende solo a fregarlo.
Io da povero e misero mortale rifletto sulla caducità della mia esistenza, e quella di tutti e di chi crede che con il denaro di avere tutto.
Io ho poco, ma quel poco l’ho dato volentieri, e il molto che è nel mio cuore e nella mia mente non viene apprezzato e considerato ed è questo che mi reca tristezza: l’incapacità dell’uomo di oggi di COMUNICARE. Oggi non si parla più, non si trova un vero amico o se lo trovi è lontano, e sai che la sintonia con lui è sintomo dell’armonia dell’universo che Dio ha creato, e lo avverti da subito…
Io nell’amore che ci unisce a Dio, ravvedo la nostra natura, ma nell’uomo e nella donna di oggi non avverto nulla, solo ipocrisia, interesse, opportunismo.
Penso, in definitiva, che l’umanità debba riscoprire l’amore di essere insieme se stessi, di ascoltarsi e di parlarsi, senza critiche e pregiudizi o presto saremo destinati alla nemesi totale.

Auguro a tutti gli amici Buona Pasqua di Resurrezione, con il cuore libero da ogni empietà, oltre l’ostacolo del peccato.
Marco

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Marinai, Marinai di una volta, Racconti, Recensioni, Un mare di amici. Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *