8 marzo – Iris Versari

di Antonio Cimmino

– 8 MARZO FESTA DELLA DONNA –


Iris Versari (1922 – 1944), partigiana combattente della banda Corbari, una delle diciannove donne italiane insignite della medaglia d’oro al valor militare, una donna straordinaria che a vent’anni, assieme a centinaia di donne partigiane, ha combattuto nel territorio forlivese e ha deciso di sacrificare la propria vita per donarci un pezzetto di libertà. Circondata dai nazi-fascisti e senza possibilità di fuggire perché ferita ad una gamba, si uccide la mattina del 18 agosto 1944, con un colpo alla tempia per favorire la fuga dei compagni di lotta Silvio Corbari, Arturo Spazzoli e Adriano Casadei che nell’azioe saranno invece catturati e impiccati. I loro corpi saranno poi sottoposti, assieme a quello di Iris, appesi a due lampioni di piazza Saffi a Forlì.
Motivazione della medaglia d’oro al valor militare alla memoria
“Giovane di modeste origini, poco più che ventenne, fedele alle tradizioni coraggiose genti di Romagna, non esitò a scegliere il suo posto di rischio e di sacrificio per opporsi alla tracotante oppressione dell’invasore, unendosi ad una combattiva formazione autonome partigiana locale. Ardimentosa ed intrepida prese parte attiva a numerose azioni di guerriglia distinguendosi come trascinatrice e valida combattente. Durante l’ultimo combattimento, circondata con altri partigiani in una casa colonica isolata, ferita ed impossibilità a muoversi, esortò ed indusse i compagni a rompere l’accerchiamento e, impegnando gli avversari con intenso e nutrito fuoco, agevolò la loro sortita. Dopo aver abbattuto l’ufficiale nemico che per primo entrò nella casa colonica, consapevole della sorte che l’attendeva cadendo viva nelle mani del crudele nemico, si diede alla morte. Immolava così la sua giovane vita a quegli ideali che aveva nutrito nella sua breve ma gloriosa esistenza”. 
Terra di Romagna, 9 settembre 1943 – 18 agosto 1944.

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Recensioni, Storia. Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *