8 marzo, Giovanna Reggiani

di Pancrazio “Ezio” Vinciguerra

– 8 MARZO FESTA DELLA DONNA –

… a Giovanna Reggiani e a tutte le donne uccise dall’uomo e dal loro degrado.

A te, donna, che a questa terra rabbuiata dall’odio doni una luce d’amore, che a un mondo di fiele doni il sapore della dolcezza; che a un mondo senz’anima doni il cuore e la speranza, che a questo mondo orribile doni la tua grazia e la tua bellezza, che ad un mondo morente doni la gioia della vita e della speranza, che nel dolore del parto doni la vita ed il sorriso di un bambino, che nella distruzione della società combatti per i figli e per l’unità della famiglia.
A te, donna, non a caso primo essere femminile creato da Dio, perché il mondo di allora, come quello di adesso, possa stupirsi e gioire della tua presenza.
A te, donna, che sei l’espressione più bella, carezza d’amore e colomba di pace, nido di dolcezza e culla della vita.
A te, donna. Grazie.

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Marinai, Marinai di una volta, Recensioni, Sociale e Solidarietà, Storia, Un mare di amici. Permalink.

4 risposte a 8 marzo, Giovanna Reggiani

  1. Gino Gino dice:

    condivido

  2. Giuseppe Esposito dice:

    …a te, donna, grazie di esistere….

  3. Luigi D'elia dice:

    Bravissiimo

  4. Fabio De Chiara dice:

    Bellissima,complimenti all’Autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *