Regio cacciatorpediniere Ostro (1°)

di Carlo Di Nitto

Unità appartenente alla classe “Lampo”, dislocava 354 tonnellate.
Fu varato il 09/02/1901 presso i Cantieri tedeschi Schichau di Elbing (oggi polacca Elblag) ed entrò in servizio nella Regia Marina l’8 dicembre 1901.
Durante la guerra italo – turca partecipò allo sbarco in Tripolitania dove svolse servizio di vigilanza costiera. Fu quindi inviato nel Dodecaneso dove si distinse nella occupazione delle isole, nelle operazioni che portarono alla cattura del Valì (governatore turco) di Rodi e in intensa attività di vigilanza.
 Durante la Grande Guerra fu particolarmente attivo nelle acque nord africane per servizi di scorta e di pattuglia. Dopo la cessazione delle ostilità rimase alle dipendenze del Comando Navale in Libia.
Nell’agosto 1919 rientrò in patria per essere posto in disarmo.
Il 30 settembre 1920 venne radiato.

Questo articolo è stato pubblicato in Che cos'è la Marina Militare?, Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni, Storia. Permalink.

2 risposte a Regio cacciatorpediniere Ostro (1°)

  1. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Un abbraccio all’amico Carlo Di Nitto e grazie per far conoscere e divulgare

  2. Mimmo Russo dice:

    R.I.P.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *