Isola del Giglio lì, 13 gennaio 2012

a cura Pancrazio “Ezio” Vinciguerra

13.1.2012 Costa Concordia -www.lavocedelmarinaio.com

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Marinai, Navi, Recensioni, Sociale e Solidarietà, Storia. Permalink.

28 risposte a Isola del Giglio lì, 13 gennaio 2012

  1. Nicola Cosimo Olivieri dice:

    RIP- condiviso

  2. Francesco Ortega dice:

    R.I.P.

  3. Maurizio Leonardo Amato dice:

    condiviso

  4. Antonello Marras dice:

    condiviso

  5. Gianluca Vallone dice:

    condiviso

  6. Elvira Chianchiano dice:

    condiviso

  7. Ivano Laghezze dice:

    condiviso

  8. Gaeno Augeri dice:

    condiviso

  9. Maura Delfino Curioso dice:

    condiviso

  10. Gustavo Caizzi dice:

    ….una tragedia tutta voluta e cercata da un uomo ignobile ancor piu’ per il comportamento avuto nel post disatro !! La giustizia faccia il suo corso, il MARE protegga le vittime e ricordi a Schettino in ogni momento la VERITA’ o meglio la sua FOLLIA !!!

  11. Walter Giampaolo dice:

    Onori.

  12. Gabriele Calabrese dice:

    Grazie Ezio

  13. Settimo Sanna Cappai dice:

    r.i.p.

  14. Vanessa Argentieri dice:

    condiviso

  15. Enza Pasqualino dice:

    condivido

  16. Lino Peita dice:

    Una preghiera.

  17. Maria Marea dice:

    Condivido pienamente

  18. Ubaldo Massei dice:

    Già! Sono già trascorsi 4 anni. 4 lunghi anni di vuoto incolmabile per i parenti delle vittime, di sceneggiate e processi, di inutili chiacchiere ripetute all’infinito sui media. Il nostro amato mare merita rispetto, la gente di mare lo sa da sempre. L’arroganza e la superficialità hanno provocato un disastro. In memoria delle vittime e a futuro monito contro gli stolti e gli arroganti che vanno per mare.

  19. Mario Coccia dice:

    R I P

  20. Maurizio Leonardo Amato dice:

    Riposa In Pace

  21. Roberto Garau dice:

    condivido

  22. Salvatore Chiaramida dice:

    Possano essi riposare in pace !!!!

  23. Gionata Rossi dice:

    se penso che a quella M……..A immonda del comandante schettino li viene data la possibilita di tenere lezzioni e conferenze mentre il superbo e magnifico Comandante De Falco e stato bistratato mi viene un nervoso……

  24. Ubaldo Massei dice:

    È un argomento su cui sono abbastanza restio a esprimermi. Siamo sempre stati consapevoli che il ruolo di un Ufficiale è molto delicato, quindi per quanto possa rammaricarmi non sono sorpreso delle conseguenze. Comunque il C.te De Falco, per quanto possa aver commesso qualche errore nella forma, ha fatto il proprio dovere, restando al proprio posto e assumendosi completamente la responsabilità delle azioni di sua competenza. Se poi durante la gestione dell’emergenza ci sia stata una caduta di stile con un frasario non consono a un Ufficiale o se questo abbia manifestato un cedimento nel gestire una situazioni ad alto stress, spetta a chi di dovere la valutazione e l’adozione dei provvedimenti conseguenti. Ricordiamoci che chi agisce può anche sbagliare. Solo gli inetti non lo fanno. Il resto come sempre, sono chiacchiere.

  25. Mauro Petruzzella dice:

    r. tutti i.p.

  26. Alberto Gallina dice:

    condiviso

  27. Stabia Felix Enc dice:

    condiviso

  28. Vincenzo Tomasco dice:

    condiviso

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *