26.1.1921, il primo tentativo di varo del piroscafo Conte Rosso

di Antonio Cimmino

Sul retro della foto in calce all’articolo c’è scritto:
Pranzo offerto dal “Lloyd Sabaudia” ai marinai italiani e argentini a bordo del piroscafo “Conte Rosso” – nel porto di Genova, li 12 ottobre 1927.

Banca della memoria - www.lavocedelmarinaio.com

Antonio-Cimmino-per-www.lavocedelmarinaio.com_1Il transatlantico Conte Rosso fu costruito nei cantieri William Beardmore & C. di Dalmour – Glasgoww assieme a Conte Biancamano, Conte Grande e Conte Verde.
Il primo tentativo di varo (26 gennaio 1921) fallì perché la nave rimase ferma sullo scalo e poté scendere in mare solo il 10 febbraio (destino?).
Proprietà del Lloyd Sabaudo – Genova e poi Lloyd Triestino – Trieste. Requisito dalla Regia Marina una prima volta durante la guerra d’Etiopia solo nel 1935 per il trasporto di truppe e coloni nell’Africa Orientale Italiana (A.O.I.), tornò a trasportare truppe in Libia nella seconda guerra mondiale (requisizione del 3 dicembre 1940). Effettuò diversi viaggi.
Il 24 maggio 1941 salpò da Napoli per Tripoli in convoglio per trasporto truppe (piroscafi Marco Polo ed Esperia e motonave Victoria, scortati dalle torpediniere Procione, Pegaso e Orsa e dal cacciatorpediniere Freccia). A bordo del Conte Rosso c’erano 280 uomini d’equipaggio e 2449 soldati del Regio Esercito diretti in Libia. Ma al largo di Siracusa la nave fu colpita dai siluri del sommergibile inglese Upholder affondando in pochi minuti.
Morirono 1297 persone e solo 239 salme furono recuperate.
Erano le ore 20,40 del 24 maggio 1941. Si compì il destino iniziato con il mancato varo di qualche anno prima!

Piroscafo Conte rosso - www.lavocedelmarinaio.com
Per ulteriori notizie, digita sul motore di ricerca del blog Conte Rosso.

Questo articolo è stato pubblicato in Curiosità, Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni, Storia. Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *