4.12.1942, Guardiamarina Luciano Leotta e il regio incrociatore Attendolo

di Carlo Di Nitto

banca-della-memoria-www-lavocedelmarinaio-com

carlo-di-nitto-per-www-lavocedelmarinaio-comGuardiamarina Luciano Leotta, caduto nell’affondamento per bombardamento aereo del regio incrociatore Attendolo.
La salma di Luciano Leotta, già caro amico di mio padre Vincenzo (*), non andò dispersa e venne recuperata nel relitto dell’Incrociatore “Attendolo”.
Oggi riposa il sonno degli Eroi nel cimitero di Gaeta.
R.I.P. – Mare Mediterraneo (Porto di Napoli), 4 dicembre 1942.

guardiamarina-luciano-leotta-foto-p-g-c-carlo-di-nitto-per-www-lavocedelmarinaio-com

(Foto archivio personale Carlo Di Nitto – Diritti riservati).

(*) per saperne di più digita sul motore di ricerca del blog Vincenzo Di Nitto.

Questo articolo è stato pubblicato in Che cos'è la Marina Militare?, Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni, Storia. Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *