23.12.1889, varo regio incrociatore Partenope

di Antonio Cimmino



… a Castellammare di Stabia c’era un arsenale che costruiva navi, e adesso?

antonio-cimmino-per-www-lavocedelmarinaio-com_1Il regio incrociatore Partenope fu varato nel cantiere navale di Castellammare di Stabia il 23 dicembre 1889.
Nel 1906 venne trasformato, con sostanziali modifiche anche allo scafo, in posamine con combustione a nafta.
L’11 maggio 1908 l’unità, in navigazione verso Genova (Capitano di Corvetta Galeazzo Somma Picenardi), fu interessato ai primi esperimenti di radiotelefonia con apparati ideati e messi in opera dall’americano Lee de Forest (inventore del triodo).

regia-nave-partenope-www-lavocedelmarinaio-com

Partecipò alla guerra italo-turca del 1912.
All’inizio del 1° conflitto mondiale, al comando del Capitano di Corvetta Civalleri era di stanza a Taranto. Durante il conflitto svolse missioni a Tripoli, Durazzo, Valona, Santi Quaranta.
Nel 1918, al comando del Tenente di Vascello Ernesto Urso, ebbe l’incarico di proteggere il traffico navale tra Napoli e Biserta.
Il 25 marzo del 1918, al largo di Biserta, la nave fu affondata da un siluro del sommergibile tedesco UC-67 al comando di Karl Otto Helmuth von Rabenau.

23-12-1899-varo-regia-nave-partenope-www-lavocedelmarinaio-com

Questo articolo è stato pubblicato in C'era una volta un arsenale che costruiva navi, Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni, Storia. Permalink.

2 risposte a 23.12.1889, varo regio incrociatore Partenope

  1. Egidio Alberti dice:

    condivido

  2. Gianluca Vallone dice:

    condivido

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *