17.12.1942, Orlando Starace

di Antonio Cimmino

banca-della-memoria-www-lavocedelmarinaio-com

Nasce a Vico Equense il 6 luglio 1921.
Come tanti giovani è coscritto per partecipare al Secondo conflitto mondiale.
Viene reclutato nella Regia Marina ed imbarcato sul regio cacciatorpediniere Aviere.
La sua storia è comune a tanti marinai di quel periodo, sacrificati in una guerra iniziata male e terminata peggio.

regio-cacciatorpediniere-aviere-www-lavocedelmarinaio-com

Il 16 dicembre 1942 la nave salpò da Napoli per scortare a Biserta, insieme alla gemella Camicia Nera, la motonave Ankara.
Alle 11.15 del 17 dicembre, una quarantina di miglia a nord di Biserta, il sommergibile britannico Spendid attaccò il convoglio con il lancio di alcuni siluri: uno centrò l’Aviere che esplose, sbandò sul lato di dritta, si spezzò in due d andò a fondo nel volgere di pochi secondi in posizione 38°00’ N e 10°05’.
A bordo dell’Aviere c’erano tra i 230 e i 250 uomini, di questi un centinaio fece in tempo ad abbandonare la nave, ma nessuno dei superstiti fu raccolto dal Camicia Nera o dall’Ankara che invece si allontanarono a tutta velocità…

sommergibile-splendid-www-lavocedelmarinaio-com

L’affondamento della nave fu così rapido e violento che solo due zattere di salvataggio furono calate in mare oltre naturalmente i rottami che si erano staccati dalle sovrastrutture…
Orlando Starace risultò disperso in mare e adesso riposa fra i flutti dell’Altissimo.

orlando-starace-www-lavocedelmarinaio-com

Questo articolo è stato pubblicato in Che cos'è la Marina Militare?, Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni, Storia. Permalink.

Una risposta a 17.12.1942, Orlando Starace

  1. Antonio Cimmino dice:

    grazie Ezio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *