17.11.1943, ricordando i Martiri di Sutri (Viterbo)

di Pancrazio “Ezio” Vinciguerra

banca-della-memoria-www-lavocedelmarinaio-com

ezio-pancrazio-vinciguerra-www-lavocedelmarinaio-com_10Il mattino del 17 novembre 1943 da reparti delle SS tedesche furono catturati in territorio di Capranica (in provincia di Viterbo) 18 giovani avieri, sbandati in seguito all’armistizio dell’8 settembre 1943. Nel pomeriggio dello stesso giorno, dopo un rapido interrogatorio, furono portati su un autocarro in località Montefosco del vicino comune di Sutri. Fatti scendere, furono invitati a dirigersi verso un fosso. Mentre si incamminavano nella direzione indicata furono mitragliati alle spalle. I tedeschi non mancarono di sparare anche un colpo alla nuca a ciascuno di essi.

monument-ai-martiri-di-sutri-www-lavocedelmarinaio-com

Uno di loro riuscì comunque a salvarsi: Fernando Zuddas di Sardara (Cagliari), sebbene ferito, raggiunse una strada provinciale dove fu raccolto da due cittadini di Sutri; fu lui quindi a raccontare i particolari del massacro. Dei 17 caduti le salme finora identificate sono quelle di: Piero Contini, Giuseppe da Oristano; Giuseppe Canu, Serafina Canu di Dorgali; Giuseppe Deroma, Ambrogio da Osidda; Sebastiano Pinna, Giovanna Pinna da Osidda.
Di 8 militari si conoscono i nomi ma non sono state identificate le salme: Mè Nino di Francesco; Mezzettieri Giovanni di Francesco; Cossiga Salvatorico di Pietro Luigi; Mulas G. Battista fu G. Maria; Pilo Gavino di Gavino (tutti e cinque di Ploaghe); inoltre Barcellona Pietro di Priamo; Mereu Pasqualino di Antonio da Oristano nonché Piras Efisio di Giuseppe da Iglesias. 
Non è conosciuta invece l’identità delle rimanenti 5 salme.

i-martiri-di-sutri-www-lavocedelmarinaio-comPer ulteriori informazioni:

0761/6011 – 0761/600867;
segreteria@comune.sutri.vt.it
biblio@comune.sutri.vt.it
Circ. cult. sardo “Andrea Parodi” – Rignano Flaminio (Roma) – Tel. 3929113501 circoloandreaparodi@tiscali.it

www.circoloandreaparodi.it




Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Recensioni, Storia. Permalink.

4 risposte a 17.11.1943, ricordando i Martiri di Sutri (Viterbo)

  1. Lavinio Saltini dice:

    condivido

  2. Salvatore Chiaramida dice:

    Possano riposare in pace per l’eternità e perdonare la disumana furia nazista !!!!!!

  3. Egidio Alberti dice:

    RR.II.PP.

  4. Filippo Bassanelli dice:

    R.I.P.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *