Ci eravamo lasciati un anno prima

di Alberto Mattei

“9 settembre 2016, giornata dedicata ai “Marinai scomparsi in mare”, al centenario della nascita di Giovanni Magro e al sesto raduno degli “Equipaggi di Nave Visintini”.

alberto-mattei-al-centro-per-www-lavocedelmarinaio-com
Ci eravamo lasciati un anno prima, con la promessa di riuscire a ritrovare il terzo della foto!!
Bene, possiamo dire che ci siamo riusciti. Dopo ben 31 anni, eccoci qui, tutti e tre insieme come in quel giorno di vigilanza pesca nel mammellone, tutti e tre vicini alle draglie a prora via di Nave Visintini.
Io, Angelo e Maurizio.
Questa volta siamo a bordo di Nave Ticino (A5376), una nave Moto Trasporto Acqua della classe Tirso, nave assegnata dallo Stato Maggiore Marina tramite il COMFORAUS (Comando Forze Ausiliare) per l’uscita in mare del 9 settembre 2016, data che vede un triplice evento: il centenario della nascita del Sottocapo Giovanni Magro (subalterno al nostro grande eroe T.V. Licio Visintini) morto eroicamente a Gibilterra e che l’equipaggio nel tempo di Nave Visintini ha voluto ricordare ad Augusta con una cerimonia solenne presso il Comando Marittimo Sicilia davanti alla palazzina Magro dove c’è una lapide dedicata all’eroe.
Il giorno 9 settembre, per la Marina Militare, inoltre è una ricorrenza importante, dove nelle maggiori basi della Marina Militare, soprattutto a Brindisi presso il “Monumento al Marinaio d’Italia”, viene celebrato la ricorrenza della “Memoria dei marinai scomparsi in mare”. Con questo evento, il centenario della nascita del sottocapo Magro ed il nostro sesto raduno degli equipaggi di Nave Visintini, inizia una giornata che rimarrà impressa nella mente e nei cuori di ogni singola persona che ha vissuto in prima persona questo avvenimento.
Sono le 7 del mattino, il rendez-vous è davanti al piazzale delle ancore di Marisicila intorno alle 8, di buon ora mie ero presentato all’appuntamento, ancora non c’era nessuno , da li a poco ho visto arrivare le prime persone, due signori non tanto anziani, dall’aspetto giovanile (Giovanni ed Enzo Magro); così ho avuto il piacere di conoscere i nipoti della medaglia d’oro al valor Militare “sottocapo Magro” venuti da Ancona appositamente per la cerimonia. Uno di essi mi riferiva, orgogliosamente, che nel 67’ era stato proprio lui ad inaugurare la palazzina Magro, e dopo tanti anni, era euforico nell’aver messo piede nuovamente ad Augusta (Sicilia) per il centenario dello Zio, di cui porta il nome.
Trascorrono i minuti e man mano arrivano altre persone che, formeranno il numeroso gruppo di Nave Visintini.
Avevo appuntamento con Angelo davanti al piazzale, sentito il giorno prima al telefono. Anche Maurizio avevo sentito, ma conoscendolo, sapevo che aveva impegni improrogabili, ed era difficilissimo che potesse presenziare quest’anno alla cerimonia. Quindi mi ero messo l’anima in pace, rimandando l’appuntamento “de visu” ancora al prossimo anno!!
Invece ho avuto la singolare sorpresa della chiamata al cellulare da parte di Maurizio, dicendomi che era in viaggio per Augusta insieme con il figlio!!
Lascio i preliminari, posso dirvi solo che ritrovarsi, dopo tantissimi anni, è stato veramente una sensazione indescrivibile, un abbraccio fraterno ci ha stretti l’uno all’altro, in un attimo abbiamo percorso in un breve flash tutta una vita, ritornando a quando eravamo più che ventenni e ci si ritrovava a bordo della Nave.
Il servizio in A.S.C., le guardie in plancia, le uscite in mare, la VI.PE, il rientro in porto, le uscite in pernotto, i viaggi per Catania (dove ci attendevano le nostre fidanzate). La Fiat UNO azzurra, grande amica di scorribande per i litorali catanesi e megaresi. La musica degli anni 80’ (Sade, George Michael, Spandau Ballet, Michael Jakson, ecc.), le discoteche…
Ricordi di una gioventù pulita e bella, senza avere nessun problema, nessun impegno ..con poche lire, ti divertivi un sacco!!
I ricordi delle crociere estive durante la Scuola Comando Navale: Venezia, Trieste, Ancona ed ancora Porto Empedocle, Palermo, La Valletta, e tanti altri porti!
I ricordi di un tempo in un breve flash-back, il ritorno alla realtà ci proietta alla cerimonia, al suono della tromba, agli onori del picchetto, all’arrivo dell’Ammiraglio! Alla “Preghiera del Marinaio”! Al “silenzio” suonato dal trombettista del picchetto!

augusta-6-raduno-equipaggi-nave-visintini-www-lavocedelmarinaio-com

Tutto dura poco più di una mezz’ora, il tempo dei saluti con colleghi ancora in servizio, e subito a dirigerci verso la banchina Tullio Marcon per una breve cerimonia presso la palazzina Licio Visintini (inaugurata lo scorso anno). Semplice allocuzione da parte del COMFORPAT (Contrammiraglio Maffeis) e via ad imbarcare a bordo del Ticino (per le consorti la nave designata era Nave Bettica in sosta in banchina).
Poppa molla, prora spara, alle ore 1100 siamo diretti fuori le ostruzioni per celebrare con una corona in mare la “Memoria dei Marinai scomparsi in mare” e il “centenario della nascita di Giovanni Magro”.
Beh, il resto… è quasi scontato!

momenti-dela-visita-a-bordo-di-nave-ticino-www-lavocedelmarinaio-com

Con Maurizio e Angelo, l’appuntamento questa volta, è stato programmato in tempi brevi, magari con le consorti… questa volta tutti insieme, come ai vecchi tempi, così continueremo a ricordare quella nave che fu per noi più di una casa! Nave Visintini.

foto-di-gruppo-dei-partecipanti-al-6-raduno-equipaggi-nave-visintini-www-lavocedelmarinaio-com

Si consiglia la lettura del seguente link:

Nave Visintini 30 anni dopo per celebrare un’emozione: l’amicizia.

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Che cos'è la Marina Militare?, Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni, Sociale e Solidarietà, Storia, Un mare di amici. Permalink.

8 risposte a Ci eravamo lasciati un anno prima

  1. Pasquale Aliffi dice:

    Bellissima esposizione dell’amico Mattei. Però i fratelli Magro venivano da Rovigo e non da Ancona.

  2. Alberto Mattei dice:

    Errore letterario (ci sta per essere originale)… mi scuso con i F.lli Magro!

  3. EZIO VINCIGUERRA dice:

    🙂 buongiorno e grazie a voi per queste emozioni.
    Io penso che i Magro, in quanto gente di mare, siano emigranti di poppa. Un abbraccio a voi e ancora grazie.

  4. Nicolas Rotunno dice:

    grazie ezio,un caro abbraCCIO,CIAUUUUUU

  5. Alberto Mattei dice:

    Grazie Ezio!

  6. Francesco Ruggieri dice:

    CIAO EZIO E SEMPRE PIACERE SENTIRTI UN ABBRACCIO FORTE .

  7. Ettore Celentano dice:

    Bella storia!!

  8. Ivan Giulianotti dice:

    Bello ! Adoro le cerimonie miltari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *