26.9.1943 inizia l’assedio di Lero

di Claudio53

Alle 9.05 del 26 settembre 1943 iniziò il primo attacco aereo tedesco sull’isola di Lero. Furono distrutte caserme, affondato il cacciatorpediniere greco “Principessa Olga“, dove era in visita una scolaresca locale, affondato il MAS 534, colpito un cacciatorpediniere inglese. Purtroppo senza la stazione di avvistamento verso Ovest dell’isola di Sira le batterie italiane furono colte di sorpresa e purtroppo, per i forti riverberi nella baia di Portolago, anche i radar britannici non riuscirono ad avvistare gli aerei. Il primo attacco era pienamente riuscito, non tanto per i danni materiali inflitti, quanto per le vittime di innocenti sul cacciatorpediniere  greco ed i danni al cacciatorpediniere britannico.
Nel pomeriggio furono danneggiati, ed in seguito affondarono, anche il piroscafo Prode ed il Taranrog (requisito ai Tedeschi a Rodi). Il nostro cacciatorpediniere Euro ed altri mezzi minori si salvarono diradandosi.
Dal mattino del 26 settembre, sino a tutto il 31 ottobre 1943, l’isola subì una accanita e continua offensiva aerea.”

c-t-olga-affondata-nella-baia-di-portolago-26-settembre-1943

Questo articolo è stato pubblicato in Che cos'è la Marina Militare?, Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni, Storia. Permalink.

10 risposte a 26.9.1943 inizia l’assedio di Lero

  1. Scaduto Accursio dice:

    CONDIVIDO

  2. Scaduto Accursio dice:

    mi piace

  3. Fabio De Chiara dice:

    Storia bellissima,lo scassinatore poi,meriterebbe un film ed R.I.P per i caduti

  4. Egidio Aberti dice:

    Che tristezza. RR.II.PP.

  5. Hector Ghelfi dice:

    R.I.P.

  6. Marciano Benedettino dice:

    RIP

  7. Claudio Zuttioni dice:

    se non sbaglio era il CT greco Principessa Olga

  8. Claudio Zuttioni dice:

    Dai testi dell’ uff storico della Marina non risulta Ct Italiano

  9. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Buonasera a tutti e a Claudio Zuttioni. Confermo che era un cacciatorpediniere della regia marina greca e che l’isola di Lero allora era italiana. Un abbraccio a tutti grande come il mare e grazie per la compagnia

  10. Giorgio Andreino Mancini dice:

    condivido

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *