Quando i principi parlavano con l’equipaggio

di Antonio Cimmino



Banca della memoria - www.lavocedelmarinaio.com
Nella primavera del 1914, l’ammiraglio Attilio Bonardi incaricò il 1° nocchiere Alfredo Volpe a fornire al principe ereditario Umberto II di Savoia le prime nozioni di arte marinaresca sulla regia nave Puglia.

un giovanissimo principe Umberto II e Alfredo Volpe - www.lavocedelmarinaio.com
Agli inizi degli anni ’40, istruttore ed allievo si incontrarono di nuovo.

Il principe Umberto ed il nocchiere Volpe - www.lavocedelmarinaio.com
ALLA MEMORIA DEL NOCCHIERE ALFREDO VOLPE

Questo articolo è stato pubblicato in Che cos'è la Marina Militare?, Curiosità, Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni, Storia. Permalink.

4 risposte a Quando i principi parlavano con l’equipaggio

  1. Vincenzo Iannuso dice:

    Non ho mai visto un ex CSMM, ringraziare il C° 1^ Cl. “ecc. ecc…) per quello che gli ha insegnato. Forse perche: i re, a differenza del CSMM, lo sono per grazia divina i secondi per grazia politica. Forse sbaglio?

  2. Marinaio Leccese dice:

    Neanche io (lo fanno in privato)

  3. Francesco Montanariello dice:

    Caro Ezio Pancrazio Vinciguerra, Umberto sarebbe stato un ottimo Capo di Stato, ma non hanno voluto i signori del broglio del 2 giugno 1946 che la Monarchia vinse. Ciao Ezio e buona domenica.-

  4. Francesco Rini dice:

    Caro Ezio Pancrazio Vinciguerra, Umberto sarebbe stato un ottimo Capo di Stato, ma non hanno voluto i signori del broglio del 2 giugno 1946 che la Monarchia vinse. Ciao Ezio e buona domenica.-

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *