10 aprile 1943, Paolo Fumarola marinaio a Tripoli


di Francesco Ruggieri

…ricevemmo e con infinito orgoglio ripubblichiamo le tre foto di seguito.

Marinaio Paolo Fumarola morto in battaglia a Tripoli 1941 marina militare onore alla patria - www.lavocedelmarinaio.com(f.p.g.c.FRancesco Ruggieri)


Ciao Ezio,

questo è mio zio, Marinaio Paolo Fumarola  a Tripoli.

Purtroppo è morto durante una scorta convoglio 10.4.1943.

Abbiamo dato alla Patria sangue e onore …



Marinaio Paolo Fumarola (f.p.g.c. Francesco Ruggieri) - www.lavocedelmarinaio.com
A Francesco Ruggieri

Buongiorno Francesco, so che il nostro Signore Gesù Cristo deciderà e premierà chi  leggerà questa nota con il cuore, perché Lui sa che se ci siamo trovati con il cuore un motivo ci deve essere.

Sono convinto che ognuno di noi ha un suo scopo nel mondo.
Il mio quello di amare la vita, il mare, la musica, la scrittura.

Ognuno di noi è una particella di Dio che si rispecchia in un’altra particella di Dio e ognuno di noi, Marinai per sempre, questa notte guarderà la stessa luna e domani sarà riscaldato dallo stesso sole.
Pancrazio “Ezio” Vinciguerra

P.s. Ti voglio bene e …grazie di aiutarmi a rendere più sopportabili le mie giornate.

Paolo Fumarola a Tripoli (f.p.g.c. FRancesco Ruggieri) - www.lavocedelmarinaio.com

Questo articolo è stato pubblicato in Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni, Storia. Permalink.

11 risposte a 10 aprile 1943, Paolo Fumarola marinaio a Tripoli


  1. Federica Ziglioli dice:

    R.I.P. Paolo Fumarola

  2. Alberto Romeo dice:

    Onorato di far parte di questa grande famiglia!
    Patria e Onore!

  3. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Un abbraccio a Francesco Ruggieri e grazie per la compagnia

  4. Francesco Ruggieri dice:

    Mio zio PAOLO FUMAROLA MORTO IN GUERRA AFFONDATO SULL INCROCIATORE GORIZIA

  5. Francesco Ruggieri dice:

    Caro Ezio Pancrazio Vinciguerra E UN DONO DI DIO AVERTI CONOSCIUTO CIAO FRATELLO

  6. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao carissimo e stimatissimo Francesco, sono io che ringrazio Dio e te per averci fatto incontrare in questa navigazione terrena.
    Le cicatrici ci confermano di non rinnegare il peccato e Dio, con la sua capacità di amare, non chiede vendetta ma purificazione dell’anima, la nostra.
    Dio ci fa comprendere proprio in questo giorno, vivendo senza complessi e senza traumi, insieme agli altri fratelli e sorelle, che se anche ci mancano le persone a noi più care, Lui ci ha donato la Grazia che è l’amicizia nel prossimo e l’amicizia nel prossimo è la Sua Grazia, in una parola sola: l’amore.
    Un abbraccio allora a te e ai tuoi cari grande come il mare e, ancor più grande, come la misericordia di Dio.
    Ezio

  7. Gaetano Carbonara dice:

    r.i.p.

  8. Francesco Ruggieri dice:

    A TUTTI i miei concittadini sono orgoglioso di essere italiano e MARINAIO mio zio EROE MI A DATO ONORE A ME E FAMIGLIA E ALL. ITALIA PATRIA .ONORE .E FAMIGLIA EVVIVA LA MARINA ITALIANA .

  9. Mario Veronesi dice:

    R . I . P .

  10. Salvatore Chiaramida dice:

    R . I . P .

  11. Salvatore Giomini dice:

    Onore a te grande Marinaio R I P LA storia la scrivono i traditori Bisognerebbe Ridisegnarla

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *