L’Associazione Nazionale Italiana Subacquei

di Immacolata Moccia
www.anisweb.org

Immacolata Moccia prima dell'immersione al Lago di Lavarone fp.g.c. autrice a www.lavocedelmarinaio.comVedo un uomo vestito stagnato di tutto punto, è seduto su una lastra di ghiaccio, appena uscito da un foro è completamente bagnato, alle sue spalle un tramonto dal colore arancio va a disperdersi tra montagne di ghiaccio…”
…stavolta è stata la vista di questa foto in primis che mi ha scatenato l’emozione e la consapevolezza di poter effettuare questo tipo d’immersione, più di un anno fa.
Da allora ho cominciato a documentarmi, chiedendomi: “esisterà una didattica che ti rilasci un brevetto “ice diver?”, non potendo andare di punto in bianco in Norvegia, ci sarà in Italia un posto dove sarà possibile effettuare immersioni Under Ice?  Esisterà una muta stagna che riesca a subire queste rigide temperature?
Così mi attivo ed effettuo tutte queste ricerche, con mia grande contentezza, a poco a poco realizzo che è tutto fattibile, nel nord Italia a quanto pare c’è un lago che alcune didattiche utilizzano per effettuare stage, quindi dallo scorso anno comincio un po’ per volta a modificare e quindi sostituire la mia attrezzatura subacquea per renderla “glaciale“.

Immacolata Moccia per www.lavocedelmarnaio.com

Scopro che l’associazione ANIS (www.anisweb.org) organizza questa manifestazione da 30 anni, precisamente sono al 31° anno consecutivo che effettuano immersioni nel lago ghiacciato di Lavarone in provincia di Trento. Il 30 e 31 Gennaio 2016 sono le due giornate di quest’anno.

Il lago si trova ad un’altitudine di circa 1079 metri sul livello del mare e si estende per circa 300 metri è profondo 17 metri, racchiuso in una conca le acque defluiscono per infiltrazioni nel sottosuolo.
La vista di questo lago è da mozzare il fiato, ancora non ci credo che da qui a poche ore io mi immergerò in questo ghiaccio, l’atmosfera intorno ad esso è mistica, la natura predomina la scena ed io mi sento trepida, agitata ma apparentemente calma.
Al mattino nel primo giorno d’ immersione, tutti i partecipanti si presentano alla sala conferenza per effettuare lo stage nel quale verranno spiegate ed illustrate le tecniche e manovre per poter effettuare l immersione in sicurezza. Il presidente dell’Anis ci informa subito sulle condizioni del ghiaccio, circa 20 cm di spessore, è stato difficoltoso effettuare i fori con la sega, il ghiaccio non è nelle migliori condizioni quest’anno ma è praticabile. Passa la parola al segretario dell’associazione Stefano Saiola, che ci illustra con una serie di slide, tutta la fase dell’immersione in una sorta di briefing.

In superficie e sotto al Lago di Lavartone - f.p.g.c. Immacolata Moccia - www.lavocedelmarinaio.com
Quattro fori sul ghiaccio, ogni subacqueo scenderà in sistema di coppia con un compagno, su ogni foro ci sarà l’assistenza e la supervisione dei nuclei delle Forze dell’Ordine: Polizia locale di Milano; Carabinieri; Polizia di Stato e Finanza. Verremo legati con una cima di colore arancio, attorno allo sterno, questa cima sarà il mezzo di comunicazione in superficie a seconda degli strattoni che saranno dati, capiremo dove svoltare, se tornare indietro, se risalire velocemente per un’emergenza. È tutto studiato nei minimi particolari, si nota che è un sistema che praticano da anni e questo di sicuro rasserena e lascia spazio alla fiducia.
Finito lo stage si torna al lago che si presenta con una nebbia fitta, gli da un aspetto davvero surreale, mi sembra di essere in un altro mondo.
Hanno messo a disposizione 3 tendoni riscaldati, dove è possibile cambiarsi e riscaldarsi anche se ci sono solo 7° gradi di temperatura esterna, pensavo peggio, ad ogni modo non sento freddo, sono concentrata al massimo su quello che sto per affrontare, un’immersione diversa dalle solite, nella quale ogni subacqueo cerca di sfidare le proprie barriere psicologiche, affrontando condizioni estreme, scarsa visibilità, freddo glaciale e un cielo bianco e pieno di bolle fatto di ghiaccio, nel quale la luce si sforza di filtrare, lo spettacolo è garantito, il bianco candido ti attira e nel toccare con le mani questo cielo ti rilascia un’emozione. Tutto accade in pochi minuti, che sembrano eterni, perdi il senso dell’orientamento ma scopri di stare li calmo, ti senti fuori dal mondo in un’ altra dimensione, è strano ma ti piace, ti guardi il computer, ma è inutile farlo sei a pelo d’acqua, non segna il tempo d’immersione per lui sei in superficie, quindi con la testa fuori d’acqua e invece no, il ghiaccio ti tiene sotto ancora immerso, tra l’acqua verde e il ghiaccio bianco.

Lago di Lavarone - f.p.g.c. Immacolata Moccia a www.lavocedelmarinaio.com
Comunicazioni dalla cima, rispondo e la seguo, è il mio cordone ombelicale, mi accorgo di stare nel foro quando oramai sono emersa, sento che l’acqua attorno alla mia bocca si è ghiacciata, mi pulisco con la mano solo dopo aver tolto l’erogatore. Ritorno nella tenda non prima di aver trascinato il mio slittino con l’ara fuori dalla zona ghiacciata.
Appagata da questi due giorni di immersioni Extreme Under Ice, è stata davvero un’esperienza unica ben oltre i limiti, la quale mi ha donato forza e temperamento.

Under ICE è un evento ANIS - f.p.g.c. a www.lavocedelmarinaio.com
Un ringraziamento all’Anis, a Stefano Saiola, tutto lo staff, le Forze dell’Ordine, i volontari della Croce Rossa, ai miei compagni d’immersione, ai Carabinieri del foro.
Alle prossime avventure…

Prossimi eventi ANIS (associazione nazionale subacquei italiana co - www.lavocedelmarinaio.com
Per saperne di più:
Associazione Nazionale Istruttori Subacquei
www.anisweb.org
Via di Pietralata 120, 00158 Roma
C.F. 02873370585    P. I. 01128301007
Tel. +39 – 064503300   Fax. +39 – 064180436   
Mail info@anisweb.org

19.20.3.2016 a Bergamo e Lago di Como con ANIS - www.lavocedelmarinaio.com

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Curiosità, Marinai, Racconti, Recensioni, Un mare di amici. Permalink.

17 risposte a L’Associazione Nazionale Italiana Subacquei

  1. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Un abbraccio all’indomito Stefano Saliola e agli associati ANIS per questa straordinaria avventura alla portata di tutti.

  2. Stefano Saliola dice:

    Grande Ezio, ti ringrazio innanzitutto per come ci segui
    Immacolata ci legge in copia e la saluto ringraziandola per l’articolo molto bello
    Avanti con LA VOCE DEL MARINAIO !

  3. Immacolata Moccia dice:

    Buongiorno a voi tutti. Vi ringrazio per la pubblicazione. Mi fa piacere che vi piaccia. Emoticon grin grazie mille.

  4. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Buongiorno carissimi siete arrivati primi nell’immenso blu delle emozione.
    Grazie a te Stefano per avermi fatto conoscere anche se virtualmente Immacolata.
    Ah se potessi immergermi …
    Vi abbraccio e vi ringrazio e vi esorto a mantenere trasparente e ialino questo nostro immenso blu proprio come Lui ci ha donato

  5. ANIS Segreteria dice:

    Hai fatto un lavorone Ezio!
    Mille grazie a te e a Imma

  6. Immacolata Moccia dice:

    È bellissimo!!!! Grazie Ezio e grazie Stefano!!!

  7. Palombaro Nero dice:

    Ciao grande Ezio
    🙂
    grazie

  8. Marinaio di Lago dice:

    Assolutamente si è un bell’articolo con foto eloquenti.

  9. Marinaio Leccese dice:

    Grazie Ezio!
    Questa amica ha fatto un bell’articolo, non molto lungo ma ben fatto e che riguarda lei che si immerge…brava!

  10. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Un abbraccio grande come l’immenso blu a voi associati e followers.
    Se le emozioni di Immacolata Moccia sono queste è giusto condividerle per far comprendere la grandezza del vostro cuore di marinai per sempre. Ancora Grazie

  11. Stefano Maria Grazia Tiberi Liberati dice:

    condivido

  12. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Buonasera delfini carissimi per un attimo mi sono immerso anch’io leggendo il racconto di Immacolata Moccia.
    E’ un piacere dividere queste emozioni perché un mio amico celebrato dice che l’emozione non ha voce …ed io sono d’accordo con lui e anche con voi.
    Un abbraccio grande come il mare e come il vostro cuore, quello trasparente che nessuno mai, per nessun motivo, potrà inquinarci.

  13. ANIS Segreteria dice:

    Quando la Passione accomuna, nulla può fermare chi ama il Mare e i suoi Marinai GRAZIE Ezio Pancrazio Vinciguerra !!

  14. ANIS Segreteria dice:

    Un ringraziamento speciale anche a Immacolata Moccia 🙂

  15. Immacolata Moccia dice:

    Grazie a voi che mi avete dato modo di vivere quest esperienza con voi, di emozionarmi e lasciarvi emozionare attraverso le mie parole. Siete stati fantastici. Complimenti!!!

  16. Stefano Saliola dice:

    Pura e semplice verità caro Ezio, pura e semplice verità dettata da una brava subacquea

  17. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Stefano un abbraccio a te e agli associati Anis Segreteria … se queste sono le emozioni che fate provare alle persone è giusto condividerle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *