13.2.1861 ai caduti e vittime dell’assedio di Gaeta

a cura Carlo Di Nitto (Presidente A.N.M.I. Gaeta)

13.2.1861 ai caduti e vittime dell'assedio di Gaeta  (f.p.g.c. Carlo Di Nitto) www.lavocedelmarinaio.com

Questo articolo è stato pubblicato in Recensioni, Storia. Permalink.

3 risposte a 13.2.1861 ai caduti e vittime dell’assedio di Gaeta

  1. Giuseppe Manganaro dice:

    condivido

  2. Dario Manzato dice:

    Grazie Ezio Pancrazio Vinciguerra

  3. Carlo Di Nitto dice:

    Caro Ezio, l’espressione “questione meridionale” definisce la situazione di difficoltà del mezzogiorno d’Italia paragonata alle altre regioni italiane. Fu adoperata la prima volta nel 1873 dal deputato radicale lombardo Antonio Billia, per descrivere la disastrosa situazione economica del Mezzogiorno conseguente all’avvenuta unità del Paese, nel 1861. Questa locuzione viene adoperata nel linguaggio comune ancora oggi e, secondo me, è nata “geograficamente” proprio a Gaeta il 13 febbraio 1861 quando, con la caduta della fortezza, cessò di esistere il borbonico Regno delle Due Sicilie con la conseguente proclamazione del Regno d’Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *