Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, due marinai plebei, e il re galantuomo


di Pancrazio “Ezio” Vinciguerra




Ai marinai di buona volontà che ancora si ostinano a credere al giuramento di Patria e Onore.



Ezio-Pancrazio-Vinciguerra-www.lavocedelmarinaio.com_109 gennaio 1878, muore a Roma “Il Re Galantuomo” Vittorio Emanuele II, ultimo Re di Sardegna e primo Re d’Italia. Come tutti i reali di una volta aveva conoscenza dell’importanza delle economie geo-strategiche che si sviluppano dal mare e non ci risulta che scambiasse o barattasse i suoi sudditi nei traffici commerciali. Fu protagonista di quel Risorgimento italiano che oggi è lontanissimo anche per l’attuale nostra marineria (militare e civile) fatta eccezione per la cantieristica di alto bordo, di lusso.
Libertà, verità e giustizia per Massimiliano Latorre e Salvatore Girone - www.lavocedelmarinaio.com copia Nel giorno del suo funerale si racconta che gli ufficiali apposero un velo nero ai fiocchi della sciarpa, un velo vermiglio ai fiocchi del cappello più un velo nero annodato al braccio sinistro. Oggi invece marinai di una volta, per lo più in pensione, appongono un fiocco giallo per rispetto di Patria e Onore nei confronti di due marinai plebei, Salvatore Girone e Massimiliano Latorre.
In onore al primo Re d’Italia viene realizzato a Roma il “Vittoriano” dove, tanto tempo dopo, i marinai di una volta e di buona volontà oggi “manifestano per la liberazione dei due marinai plebei” (ci avete ridotto a questo, maledetti!). Per il completamento dell’altare della Patria occorsero 50 anni: dal 1885 al 1935, per la liberazione dei due marinai plebei siamo giunti a più tre anni dalla loro carcerazione in terra straniera, in tempo di pace e, in tempo di crisi…di idee, le vostre, che rimandante ogni decisione.

Marò Liberi - copia - www.lavocvedelmarinaio.com
Due Marinai Coraggiosi
di Gaeno Augeri

…Riceviamo e pubblichiamo da un non marinaio!

Marinai, marinaio si nasce, devi amare la natura il contatto del mare.
Una passione unica, se poi da grande pensi di servire lo Stato sentendoti gratificato per quello che gli istruttori ti insegnano e ti preparano a tutte le insidie che possono accadere durante le esercitazioni e missioni che ti vedranno in prima linea, per difendere gli ideali e la gloria della tua Patria!
Già la tua Patria, quella che ti tradisce e ti volta le spalle, quell’Italia in quanto Governanti e non Italiani, coloro i quali non capaci di difenderti da una missione di pace e per difendere dalla incolumità di predatori del mare in campo Internazionale!
Certo non entro nel merito di incidente, errore o qualsiasi cosa sia accaduto nell’essere stati coinvolti nella sparatoria in cui sono morti due marinai Indiani!
L’unica certezza è che da tre anni non si è svolto il processo, con lo Stato Italiano (Governanti) non sono stati capaci a garantire il vostro operato in campo Internazionale!
I Militari Italiani, oggi appartengono ad uno Stato Italiano incapace ed inefficace ad una mediazione nel diritto Internazionale!
Noi continueremo ad indignarci a parlare dei due nostri marinai, c’è rimasta solo l’indignazione e la vergogna di non essere rappresentati!
Esprimo la mia Solidarietà, la sola parola che trovano gli Italiani delusi!

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Che cos'è la Marina Militare?, Marinai, Marinai di una volta, Recensioni, Sociale e Solidarietà, Storia, Un mare di amici. Permalink.

32 risposte a Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, due marinai plebei, e il re galantuomo


  1. Andy Holyred dice:

    Grazie Ezio, come sempre, mi hai preceduto.

  2. Sebastiano Terracciano dice:

    …VERGOGNA….VERGOGNA….VERGOGNA….!!!!!!!!!!!!!!!

  3. Isabella Chiancarella dice:

    UNA MACCHIA INDELEBILE X IL NS PAESE…
    e i mascalzoni nn se ne preoccupano proprio

  4. Francesco Tersigni dice:

    io ancora non ci credo quando dissero che se li sono “S”venduti all’india (come fossero oggettini qualunque del parlamento)…….roba da macinarli di mazzate a tutti, luride cariatidi!

  5. Gennaro Ciccaglione dice:

    “Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire”, diceva quel saggio contadino a nome Bertoldo. Il fatto è che i nostri governanti non sono sordi, neppure per non sentire: sono inetti, incapaci!

  6. Damiano Salvatori dice:

    Grazie grande Ezio

  7. Adriano Parabita dice:

    Il tempo non è importante.. Ma il pensiero che regna nella NOSTRA mente è quello che gestisce il nostro cuore…. Quindi Grazie a Te… Di nuotare con Me in questo MARE della Nostra VITA … Buona Navigazione….

  8. Paola Ciccarelli dice:

    Riportiamoli a casa..!!!

  9. Maurizio Bisanti dice:

    Sei grande…

  10. Roberto Tento dice:

    Graziee fra’ Ezio Pancrazio Vinciguerra…

  11. Silverio Coppa dice:

    Caro Ezio sei l’unica persona che sempre riesce a Farmi Commuovere. Grazie per il pensiero un caro e Fraterno Abbraccio

  12. Salvatore Chiaramida dice:

    Con gli attuali governanti ( usurpatori fra l’altro )tre anni sono ancora pochi !!!!!!!

  13. Francesco Ortega dice:

    altri tempi altri capi

  14. Salvatore Malatesta dice:

    Ho già scritto in merito da subito era chiara la faccenda ma molti hanno voluto fare orecchi da mercante e tenere gli occhi chiusi per non parlare della pochezza dell`ammiragliato

  15. Nicola Marenzi dice:

    Lunedì 18 il Tribunale dell’Aia dovrebbe decidere se far tornare Girone, ma sabato 16 dovrebbe tornare in India Latorre: gli è scaduto il “permesso”
    Che famo?
    Dall’analisi dei documenti depositati a Amburgo dall’India risulta che hanno organizzato tutto in modo che potranno celebrare il processo applicando il SUA Act, che prevede l’automatica condanna a morte e una “colpevolezza” stavolta costruita ad arte con le “testimonianze-fotocopia” abborracciate in fretta e furia il 1 agosto 2015, visto che gli abbiamo smantellato le famose “prove-scientifiche”.
    http://www.seeninside.net/piracy/it-alle2.htm#c11
    Quousque tandem abutere, Catilina, patientia nostra?
    Dobbiamo venirvi a trovare in Ambasciata? Dobbiamo impedire che vi si venda anche l’archibugio di nonno? Dobbiamo accogliere a mattonate il vostro paperone siderurgico che viene a comprarsi l’Ilva?
    Dispostissimi, contateci. (Nicola Marenzi)

  16. Bruno Caleffi dice:

    Che tristezza.

  17. Angelo Frongia dice:

    Purtroppo questo governo e assente al caso Girone e La Torre. Però sta pensando di far arrivare buona parte della popolazione africana.

  18. Luigi Maresca dice:

    condivido

  19. Filippo Bassanelli dice:

    Grande Ezio un saluto.

  20. Nico Vernì dice:

    UN PENSIERO SPECIALE PER MASSIMILIANO LATORRE E SALVATORE, DA CIRCA QUATTRO ANNI OGGETTO DI VESSAZIONI DI OGNI GENERE DA UNO STATO COSIDDETTO “DEMOCRATICO”

    Ragazzi carissimi,
    che dire oramai, siamo ancora qui a parlare del “nulla” o quasi…
    La vita, questa nostra vita ci insegna che non possiamo e non dobbiamo mai considerarci seduti al capolinea, già arrivati. Si riparte ogni volta.
    Nel nostro piccolo, di fronte alla nostra coscienza e dopo aver accolto l’invito di Nostro Signore, dobbiamo camminare, camminare, superare ogni qualsivoglia ostacolo per poter finalmente dire:
    “””Sì, ho fatto del mio meglio“””.
    Ciascuno di noi è come una tessera del grande mosaico di DIO.
    Un nuovo anno comincia e invano scruto l’orizzonte per scorgere in anticipo quello che accadrà.
    Davanti al tempo, Signore, avverto tutta la mia fragilità e il mio smarrimento.
    Non posso sapere con certezza quello che accadrà di qui a poche ore
    e come posso prevedere ciò che ci riserverà questa nuova carovana di giorni?
    E tuttavia, Signore, anche se televisioni e giornali continuano a rovesciare su di noi
    la loro valanga di sciagure, di notizie sconfortanti, di previsioni nere,
    noi non vogliamo e non possiamo lasciarci vincere dallo scoraggiamento.
    Non possiamo soprattutto per riconoscenza verso due ragazzi italiani e verso le loro famiglie in sofferenza da troppo tempo oramai.
    Li benedica il Signore e li protegga.
    Il Signore faccia brillare il suo volto su di essi e sia loro propizio.
    Il Signore rivolga su Max e Salvo il suo volto benedetto e li riporti finalmente tra le braccia dei propri cari.
    Con immenso affetto e gratitudine.
    Nico Vernì

  21. Natalino Gomma dice:

    Ma come possiamo pensare che l’Europa ci dia sostegno quando sono stati proprio i nostri politici a dimenticarli

  22. Graziella Sozzi dice:

    Perché ne facciamo (ahimè) parte e come ci sanzionano per i clandestini ci dovrebbero sostenere per Italiani sequestrati ed ancora, dopo 4 anni, non giudicati.

  23. Arpaia Teresa dice:

    Nn ho parole….appunto il guaio che tocca a noi.all’Italia..difender i suoi figli..ma come sempre…si vuol aspettare che gli altri facciano x noi.è un dato storico..è nel dna…vergognoso…

  24. Pietro Rossi dice:

    ma se non interessa al governo italiano, gli altri europei se ne fregano ……….tanto più che noi “Italia” siamo lo zerbino dell’europa………..buon pomeriggio

  25. Ernesta Asciutto dice:

    Se chi si deve interessare fa il sordo figuriamoci gli altri

  26. Salvatore Malatesta dice:

    Questa Europa cosi com`e` e` meglio perderla Un parlamento inutile che fa solo danni una giustizia europea e tribunale internazionale incapace di Farsi sentire che dilaziona le attese di giustizia che latita sembra la brutta copia dell`-Onu carrozzone solo mangiasoldi che dovrebbe risolvere problemi ma non risolve nulla .Nessuno alza la voce che schifo di gente e di istituzioni che la terra gli sprofondi sotto I piedi, per non parlare dei nostri che pari a loro e che sono promanazione dei loro complotti rappresentano la vergogna dell`umanita` dignitosa e piena di valori morali che andassero a farsi f……. vigliacchi

  27. Francesco Intrepido dice:

    Mi sa che i nostri politici hanno ragione loro, fino a quando li votiamo e li mandiamo nei posti dove possono guadagnare impunemente e sistemarsi definitivamente loro e chi gli sta più a genio staremo a lamentarci dello stato che versa la metà del popolo italiano, io , da quando questi politici occupano abusivamente gli scranni del parlamento non mi sono più avvicinato ad un seggio elettorale e continuerò fino a che non vengono indette elezioni regolari.

  28. Claudio Raia dice:

    Ti ringrazio tanto per gli auguri e la dedica che m hai appena fatto…nn ti dimenticherò mai perché sei un grande…tvttttb dalla nostra amata catania…

  29. Sandro Salvatori dice:

    Sempre generoso e sincero. Grazie Ezio.

  30. Paolo Gulminelli dice:

    Caro Amico la Vita conduce alla morte ed è. Una Ruota, in questo sterile mondo fatto in genere di quaqquarQua senza dignità, il tuo bel messaggio spero che raccolga l’Everest della solidarieta!!!!!

  31. Ornella Aimone dice:

    Grazie Ezio, ho apprezzato molto le tue parole di biasimo e anche il tuo splendido libro!

  32. Enza Pasqualino dice:

    Ciao Ezio, grazie …se perdiamo la comprensione dove andremo a finire? non hai da farti perdonare niente, sei e rimarrai sempre un grande “Signore”, da tuoi post si apprende molto. Un abbraccio e con tanta stima ti saluto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *