Fino al 14.2.2016 a Padova mostra fotografica “Acque di battaglia”


Centro Internazionale Civiltà dell’Acqua Onlus e Marco Polo System

(segnalato da Roberta – ammiraglia88)



15.1 - 14.2.2016 a Padova Acque di Battaglia - www.lavocedelmarinaio.com
“Acque di Battaglia – Vie d’acqua navigabili, fiumi e lagune durante la Grande Guerra” 
Attraverso 60 foto, molte delle quali inedite, recuperate grazie a un paziente lavoro di ricerca presso gli archivi del Genio Militare di Roma (ISCAG), la mostra fotografica “Acque di Battaglia” svela un aspetto poco conosciuto della Grande Guerra: quello dell’organizzazione militare strategica delle lagune, delle coste alto adriatiche e delle vie navigabili del Veneto e del Nord Italia.
La mostra itinerante, illustra un tema poco conosciuto della Grande Guerra: rovescia la tradizionale analisi storica dal contesto bellico “di terra” a quello acqueo. Con questa prospettiva la Prima Guerra Mondiale acquista ancora di più il carattere di guerra “totale”, che ha coinvolto ogni aspetto sociale, economico e culturale. La mostra ripercorre la rete navigabile delle acque interne sviluppatasi lungo 1700 km: da Milano a Grado, da Padova a Vicenza e Ferrara, dal lago di Como fino al Delta del Po. 
La mostra è stata inaugurata a Forte Marghera (*) e nel 2016 sarà ospitata a Padova presso il Museo della III° Armata (dal 15 gennaio al 14 febbraio) e successivamente dai comuni di Jesolo e Battaglia Terme.

Progetto realizzato con il contributo della Regione del Veneto ai sensi della legge regionale 1/2008, art. 102, nell’ambito del programma per le commemorazioni del centenario della Grande Guerra. Per maggiori info consultare i siti www.civiltacqua.org e www.marcopolosystem.it

naviglio-fluviale-www.lavocedelmarinaio.com_


(*) http://www.lavocedelmarinaio.com/2015/09/26-9-2015-a-porto-marghera-mostra-su-acque-di-battaglia-vie-dacqua-navigabili-fiumi-e-lagune-durante-la-grande-guerra/

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni, Sociale e Solidarietà, Storia. Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *