Raffaele Damato

di Antonio Cimmino

Banca della memoria - www.lavocedelmarinaio.com

Antonio-Cimmino-per-www.lavocedelmarinaio.com_1Il Sottocapo cannoniere della Brigata Marina Raffaele Damato nasce a Barletta il 18.1.1880. Si arruola nella Regia Marina e nel 1901 è destinato in Cina per reprimere la “Rivolta dei Boxers”, una società segreta cinese (pugni di giustizia e concordia) sorta contro gli stranieri a seguito della cosiddetta “Guerra dell’oppio”. La società nacque e si sviluppò rapidamente nel 1898 con massacri di stranieri e cristiani cinesi e attacchi alle legazioni straniere a Pechino (Giappone, Gran Bretagna, Russia, U.S.A., Francia, Italia e Germania). Queste nazioni inviarono flotta e truppe per la repressione.
Raffaele Damato muore il 14.11.1917 a Venezia.

Raffaele Damato (secondo a destra) e alcuni Marinai a Tiensin - www.lavocedelmarinaio.com
Il Battello su cui era imbarcato Raffaele Damato respinse un attacco di alcuni barconi armati austriaci, affondandone uno e mettendo in fuga gli altri.
Il Sottocapo in quell’occasione venne ferito gravemente. Portato all’ospedale muore il giorno dopo.
Fu decorato con Medaglia di Bronzo al Valor Militare con la seguente motivazione:
Volontariamente offertosi a seguire la compagnia in linea, poi volontario in servizio di pattuglia, scovati gruppi nemici li fugava e li inseguiva rimanendo gravemente ferito. Bello esempio di audacia e fermezza d’animo” (Fornaci di Brazza – Cortellazzo – Basso Sile, 14 novembre 1917).

Raffaele Damato

Questo articolo è stato pubblicato in Marinai, Marinai di una volta, Recensioni, Storia. Permalink.

13 risposte a Raffaele Damato

  1. Sebastiano Lavecchia dice:

    Grazie a Ezio Pancrazio Vinciguerra,
    vengo a conoscenza della storia di un’eroico marinaio concittadino: Raffaele Damato.
    Pur rivestendo i panni di Presidente Onorario del Gruppo A.N.M.I. della mia citta’,ignoravo, la storia di Raffaele.
    La condivido, volentieri, e la porto a conoscenza.

  2. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Prego. Carissimo Sebastiano Lavecchia sono certissimo che adesso Raffaele avrà il suo giusto riconoscimento nelle prossime commemorazioni del Gruppo.
    Un abbraccio grande come il mare a te e ai Marinai per sempre di Anmi Barletta Francesco Conteduca

  3. Luigi Patruno dice:

    Onore e Gloria ai Nostri Eroi, esempio di coraggio e lealta’

  4. Giovanni Bruno dice:

    1880….

  5. EZIO VINCIGUERRA dice:

    ciao Giovanni Bruno, grazie per la segnalazione ho appena apportato la variante all’articolo.

  6. Raffaele Napolitano dice:

    Ammonizione verbale
    Continua con le tue ricerche. Personalmente ne sono entusiasta

  7. Ivan Giulianotti dice:

    Perdonato?? Non mi permetterei mai nemmeno di pensare che tu debba essere perdonato! Massimo rispetto Ezio Pancrazio Vinciguerra

  8. EZIO VINCIGUERRA dice:

    🙂 Grazie anche a te Ivan Giulianotti non è facile controllare il t9 del pc (che mi devo decidere di eliminare perché la fretta è sempre cattiva consigliera). Ho/abbiamo iniziato per divertimento e abbiamo preso coscienza che siamo seguiti (per fortuna) non solo dai marinai di carriera ed ex ma anche da figli e parenti che spesso, molto spesso, ci chiedono notizie di dove pregare i loro cari estinti.
    Per fortuna che in rete ci sono altri blog e ci scambiamo informazioni…ma quanto dolore, quanto…
    Un abbraccio grande come il mare ma anche come il tuo e il vostro cuore di Marinai per sempre!

  9. Raffaele Napolitano dice:

    Se è permesso ai grandi responsabili xche non farlo anche noi ? Continuo a ringraziare te e tutti coloro che collaborano alle ricerche. Bella e importante iniziativa. VENTO IN POPPA.

  10. Ivan Giulianotti dice:

    Anch’io spesso scrivo strafalcioni….

  11. Mario Barisone dice:

    Ma è nato nel 1880 correggere la data

  12. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Mario Barisone Grazie della segnalazione e spero di essere compreso e perdonato. Un abbraccio grande come il mar

  13. Francesco Di Somma dice:

    ciao e scusa ma mi fa un enorme piacere leggere queste storie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *