C’era una volta nella Marina la categoria dei torpedinieri


di Pancrazio “ Ezio” Vinciguerra

i gradi dei torpedinieriC’erano una volta le navi torpediniere e anche la nostra marineria militare ne era equipaggiata nel suo naviglio tanto che il 15 novembre 1874 lo Stato Maggiore della Regia Marina decise di istituire per i graduati e comuni di truppa dell’allora C.R.E. la categoria “Torpedinieri”.
In precedenza i marinai appartenenti alla categoria venivano istruiti a terra ma, con la data sopra evidenziata, veniva sancito che l’istruzione avvenisse a bordo di una nave in armamento, designata nave scuola torpedinieri di base a Venezia.
I corsi erano suddivisi in:
– ordinari a favore degli allievi;
– perfezionamento per i graduati;
– specifici per gli ufficiali subalterni.
La direttiva (Istruzioni per i torpedinieri, Regia Marina) stabiliva anche che la regia corvetta Caracciolo fosse destinata al compito di nave scuola torpedinieri.
la categoria dei torpedinieri della regia Marina - www.lavocedelmarinaio.com
La grafica dei gradi era quella stessa in uso per i cannonieri ma con la dicitura “torpediniere” con il disegno stilizzato di una mina Fulton. L’unica differenza nei gradi della categoria era il ricamato in oro per i sottufficiali e il panno di lana rossa per i caporali e i marinai.

regia corvetta Caracciolo - www.lavocedelmarinaio.com

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Curiosità, Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni, Storia. Permalink.

30 risposte a C’era una volta nella Marina la categoria dei torpedinieri


  1. Nazario Spissu dice:

    Io ero marinaio scelto torpediniere,oggi non esiste più come categoria perchè sulle fregate usano i siluri.Salute a tutti.

  2. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Grazie Nazario Spissu per questa testimonianza. Su quale nave eri imbarcato e in che anno? Un abbraccio

  3. Alberto Chinaglia dice:

    Grazie Ezio !!!

  4. Lucio Campana dice:

    Nostalgia????

  5. Lucio Campana dice:

    Condivido per l’amico Tommaso.

  6. Alberto Carlo Carboni dice:

    Sioc siluristi torpedinie radaristi ecogoniometrosti

  7. EZIO VINCIGUERRA dice:

    …nostalgia vero? 🙂

  8. Luigi Morra dice:

    buongiorno buona domenica Ezio Pancrazio Vinciguerra

  9. Carmine Forlenza dice:

    Bei ricordi

  10. Strano Leonardo dice:

    Non ci sono parole per ringraziarvi. Ciao EZIO

  11. Leonardo Torelli dice:

    Grazie Ezio, per i tuoi articoli e per le tue sempre belle parole di stima e affetto su di noi marinai di una volta che ricambio di vero cuore ………. Grazie !!!!!! Nihil Obest !!

  12. Nazario Spissu dice:

    Ero imbarcato sulla Fregata Castore che ora giace su un fondale di 70 metri al largo di Civitavecchia,ironia della sorte gli fu consegnata la bandiera di combattimento proprio a Civitavecchia nel 1958.Il periodo di imbarco è 1961/63. In terzo grado di approntamento ero vedetta circuitoA/S in primo grado di appr.lanciabas trinato a prora.Ciao Ezio.

  13. Giuseppe Filiardi dice:

    Onore

  14. Marinaio di lago dice:

    Onore

  15. EZIO VINCIGUERRA dice:

    …nostalgia vero?

  16. Alberto Chinaglia dice:

    Direi di si

  17. Graziano Semeria dice:

    Alberto ti sei dimenticato radiotelegrafisti

  18. Nicola Giannatiempo dice:

    Grazie EZIO, Torpedinieri = M.A.S. = Meccanici Armi Subacquee = MEMENTO AUDERE SEMPER

  19. Nicola Giannatiempo dice:

    A.S./ S.I.O.C = 5° Reparto Anti Som

  20. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Prego Nicola Giannatiempo e onori a te e agli appartenenti queste categorie. Un abbraccio

  21. Luciano Oronesu dice:

    Bellissima …

  22. Antonio Scarcia dice:

    Sai che non sapevo Ezio, sono giovane!

  23. Giancarlo Ingarsia dice:

    Io lo portavo, ero un MAS del sec 46. … Bei ricordi… Imbarcato sul Castore poi su Grosso ed infine Giaggiolo..

  24. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Giancarlo Ingarsia e grazie per questa tua testimonianza di affetto e anche di ricordi di Marinai di una volt. Un abbraccio grande come il mare ed il cuore dei marinai per sempre.

  25. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao carissimo e stimatissimo Antonio Scarcia FRà di molte navigazioni “anche turbolente”.
    Mi sono chiesto sempre se in servizio attivo mi avessero dato “voce” come adesso io la do a voi e anche ai marinai di una volta e a quelli che sono salpati per l’ultima missione o che non hanno più fatto rientro alla base…
    Sicuramente avremmo recuperato ed immortalato un gap preziosissimo di tempo. Io li ho perdonati e continuo la mia navigazione solidale che mi farà attraccare (prima o poi) al porto della Gerusalemme divina. Cosa mi conforta?
    La vostra compagnia e il vostro affetto che non mi hai/avete fatto mai mancare. Grazie.
    P.s. Non chi comincia ma quel che persevera!

  26. Antonio Scarcia dice:

    Ezio mi ricordo ancora le nostre battaglie come rappresentanti COBAR di Palazzo, quante discussioni! Ma in ogni caso la stima reciproca non è mai venuta meno!

  27. Guglielmo Evangelista dice:

    Ormai le torpedini fanno ridere, ma il nome suona ancora bene

  28. Teresa Arpaia dice:

    Buon giorno…grz Ezio anche da qui.. 🙂

  29. Franco Frontino dice:

    Buon giorno…grz Ezio anche da qui..

  30. Nicola Giannatiempo dice:

    Grazie Ezio, troppa nostalgia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *