Andrea Mansi (4.9.1943)

di Antonio Cimmino

Banca della memoria - www.lavocedelmarinaio.com
Marinaio Andrea Mansi di Ravello, classe 1919, prima vittima della rabbia nazista nelle “Quattro giornate di Napoli” del settembre 1943.

4.9.1943 esecuzione Marinaio Andrea Mansi (4 giornate di napoli) - www.lavocedelmarinaio.com
Barbaramente trucidato sulla soglia dell’università incendiata dove il Marinaio fu forzato ad entrare dal portone  e poi ulteriormente sventrato anche da una cannonata per essere arso vivo nell’atrio in fiamme.
Tirato a fuori dall’atrio, fu legato ad una delle porte roventi per essere facilmente visto dalla folla mentre urlava agonizzante, col metallo che gli ustionava la schiena.

Lapide a Ravello del Marinaio Andrea Mansi - www.lavocedelmarinaio.com
Alla cruenta esecuzione furono costretti ad assistere numerosi civili ai quali venne dato l’ordine di inginocchiarsi sotto la minaccia delle mitragliatrici, e guardare i soldati tedeschi che sparavano al Mansi che gemeva ed infine, alla sua morte, ad applaudire.

ANDREA MANSI - www.lavocedelmarinaio.com

Questo articolo è stato pubblicato in Marinai, Marinai di una volta, Recensioni, Storia. Permalink.

25 risposte a Andrea Mansi (4.9.1943)

  1. Triste storia cha bisognrrebbe menzionare a documentare alla Merkel!!

  2. Carlo Luigi Crea dice:

    Ciao Ezio molto emozionante

  3. Francesco Ruggieri dice:

    ciao ezio sei sempre presente .

  4. Vincenzo Sciortino dice:

    condivido

  5. Enzo Amato dice:

    condivido

  6. Roberto Tento dice:

    Non dimentico..

  7. Teresa Arpaia dice:

    Eh si..sempre .nonostante tutto.. himè si..ma x loro era diverso…nella nostra realtà dovremmo essere un passo avanti..invece..x la serie corsi e ricorsi storici..scriviamo la storia amara di un paese bellissimo..un abbraccio..

  8. Luigi Morra dice:

    buonpomeriggio ezio eroi di altri tempi

  9. Salvatore Chiaramida dice:

    R.I.P.

  10. Giorgio Andreino Mancini dice:

    Anche se la data è sbagliata inquanto il marinaio Andrea Mansi fu ucciso dai tedeschi il 12/09/1943 e con le quattro giornate di Napoli non c’entra niente!!!

  11. Tullio Pisacane dice:

    Non credo che molti lo ricordino,non faceva parte dell’A.N.P.I.

  12. Giorgio Andreino Mancini dice:

    L’importante è portare a conoscenza di tutti,ma con date esatte!!!

  13. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Giorgio Andreino Mancini se hai delle notizie al riguardo ci fa piacere condividerle. Per quanto riguarda la data di esecuzione (non abbiamo certezza c’è chi dice 8, chi 9, chi 12) ma l’episodio è una chiara ritorsione nazista alle 4 giornate di Napoli: è quella la data a cui l’articolo di Antonio Cimmino fa riferimento e quindi ricordare la barbara umana.
    Se abbiamo peccato ti preghiamo di perdonarci.

  14. Angelo Tiburzi dice:

    condivido

  15. Virginia Federico dice:

    Riposa in pace ..Andrea…

  16. Ugo Carascon dice:

    R.I.P. Andrea.

  17. Antonio Petrelli dice:

    ATTENZIONEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE SONO TEDESCHI::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::NON BISOGNA FIDARSI Maiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiineppur eoggiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii

  18. Pino Filippini dice:

    Antonio purtroppo sono i Tedesschi che non si fidano di noi

  19. Antonio Petrelli dice:

    hano uciso 10 milioi di esseri umani 6 ilioni di ebreiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiino dimentichiamo chi ha cultura chi ama il prpprio PAESE::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::è un popolo bastado………

  20. Mario Raggi dice:

    Che Fine atroce r.i.p.

  21. Egidio Alberti dice:

    Onori ai caduti in mare

  22. Roberto Tento dice:

    Onoreeee

  23. Eugenio Tiglio dice:

    Onore e Gloria.

  24. Raimondo Restivo dice:

    il nostro sta diventando un paese senza valori!!!!

  25. Luigi Agneto dice:

    ONORI A LORO.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *