Giuseppe Tusa, senza alcun rispetto

di Adele Chiello Tusa
facebook/mamma.adelex
adelechiello@gmail.com
http://adelechiello.blogspot.it/2015/02/buonasera-ho-letto-tutte-le-vostre.html

Foglio d'ordini n. 38 del 17.9.2014 - copia
Buongiorno, ho letto tutte le vostre affermazioni (*) e vi ringrazio tutti quanto, per la solidarietà, che mi è di sostegno in questa mia difficile battaglia.
Giuseppe Tusa, mio figlio, aveva avuto fiducia nelle istituzioni, purtroppo chi lo ha tradito è proprio lo Stato, che doveva gestire la sicurezza della sua vita e dei suoi compagni.
Il colmo dei colmi è determinato dal fatto che lui gestiva la sicurezza della collettività, ma il luogo che li ospitava era costruito come una palafitta, senza alcuna protezione dai pericoli che insidiano un porto. Oltre alla nave coinvolta, una carretta con certificazioni di sicurezza e di classificazioni non idonee; un porto alquanto piccolo per i giganti del mare, con diga foranea stretta e un solo canale per entrare ed uscire, senza alcuna distanza di sicurezza dalla torre VTS; una struttura come la torre costruita a filo d’acqua senza banchina di protezione e strutturalmente con un peso maggiore in cima rispetto alla base e che già era stata urtata da un’altra nave che procurò un danno di solo 15.000 dollari, per fortuna senza danni a persone, ma che avrebbero dovuto allarmare chi aveva il compito di vigilare su eventuali rischi di pericoli.

45 secondi
Hanno violato tutte le norme giuridiche del T.U. sulla Sicurezza.
Ebbene nonostante tutte queste gravi responsabilità, la procura, cataloga queste gravi omissioni in un semplice sinistro…!
Gli stessi soccorsi non hanno fatto chiarezza alcuna, nonostante avessi più volte chiesto chiarezza sugli eventi della notte del 7 maggio 2013 alla procura e alla capitaneria di porto di Genova.
Non hanno avuto neanche la delicatezza di avvertirmi quella notte…
e per concludere ho riportato a casa mio figlio Giuseppe, con la bara, nella stiva dei bagagli …senza alcun rispetto!

Giuseppe Tusa e gli ultimi suoi 45 secondi - www.lavocedelmarinaio.com
(*) http://www.lavocedelmarinaio.com/2015/02/giuseppe-tusa-dove-la-giustizia/
https://www.youtube.com/watch?v=u-RI2sE8qok
https://www.youtube.com/watch?v=Ar2Bu5hwgzM#t=14

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Che cos'è la Marina Militare?, Marinai, Marinai di una volta, Racconti, Recensioni, Sociale e Solidarietà, Storia. Permalink.

Una risposta a Giuseppe Tusa, senza alcun rispetto

  1. Salvatore Lepre dice:

    Sto perdendo sempre piu fiducia nelle istituzioni. Lo stato dovrebbe avere piu rispetto verso coloro che rischiano la vita per esso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *