15.4.1943 affondamento del regio sommergibile Archimede

di Antonio Cimmino

– BANCA DELLA MEMORIA PER NON DIMENTICARE MAI –

Regio sommergibile archimede - www.lavocedelmarinaio.com

Antonio Cimmino per www.lavocedelmarinaio.comEra il 15 aprile 1943, quando l’unità subacquea, di ritorno da una crociera offensiva nei pressi di Capo San Rocco, lungo le coste del Brasile, era nelle vicinanze dell’isola di San Fernando di Noronha e fu sorvolata da un aereo americano, che lo tenne sotto controllo per tutto il giorno.
Il regio sommergibile  Archimede era  impedito ad immergersi per un avaria.
Il velivolo americano nel frattempo fu raggiunto ed affiancato da altri due aerei Catilina del 93° Patrol Squadron che, alle ore 21.40, bombardarono e colpirono gravemente il sommergibile italiano, comandato dal Tenente di vascello Guido Saccardo. L’aereo americano, pilotato dal Tenete G. Bradford jr., volando a bassa quota, centrò in pieno con quattro bombe il sommergibile italiano, spezzandolo in due tronconi. Uno dei due tronconi affondò subito, trascinando nei fondali 41 dei 60 uomini dell’equipaggio. L’altro rimase a galla permettendo ai superstiti di trasbordare sui battelli di salvataggio che andarono alla deriva nell’Oceano Atlantico per circa un mese.

regio sommergibile Archimede i caduti - www.lavocedelmarinaio.com
Questo articolo è dedicato a coloro che non fecero rientro alla base e alla memoria del Capo Motorista di 2^classe Rocco Trentadue.

RoccoTrentadue del sommergibile archimede - www.lavocedelmarinaio.com

Dello stesso argomento sul blog:
http://www.lavocedelmarinaio.com/2014/06/14-6-1943-sottocapo-nocchiere-paolo-fantasia/

Questo articolo è stato pubblicato in Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni, Storia. Permalink.

4 risposte a 15.4.1943 affondamento del regio sommergibile Archimede

  1. Roberto Laganaro dice:

    Riposate in pace …ci ricorderemo sempre del vostro sacrificio..

  2. Roberto Tento dice:

    IL Sommergibile Archimede e’ stato affondato il 15 Aprile 1943 “posizione”..03.23′ S., 30.28W da e aerei PBY-5″ 83-P-5 e 83P-52″ della Marina Americana di Base a Natal..Brasile. Dai 30 ai 40 i sopravissuti, furono recuperati con zattere e visti salire a bordo…Ministero della Marina ..Ufficio del Capo Operazioni Navali di Washington..ma, la detta dell’unico prigioniero di guerra dell’Archimede solo 2 zattere furono equipaggiate, ma con 13 sopravissuti e l’altra con 6 ….E’ Storia, = Guerra….

  3. Roy Guido dice:

    Grazie a questo sito ho potuto ricostruire la perdita eroica, del mio parente Carlo Greppi di Novara, che riposa in pace con i suoi amici.

  4. Visitare il sito http://www.sixtant.net e vedere la pagina dedicata al archimedi sottomarino e dettagli del suo affondamento, e la testimonianza del suo unico superstite Giuseppe Lo Cocco che dopo aver vagato per 28 giorni che copre tutta la costa settentrionale del Brasile è stato finalmente liberato dai pescatori in Longinqua isola nello stato di Amapá. In allegato una foto dell ‘isola in cui è stato salvato. Viva la Regia Marina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *