Un dirigibile a Pavia

a cura Mario Veronesi

MARIO VERONESI per www.lavocedelmarinaio.comIl fatto di cronaca che destò vivissima curiosità tra i Pavesi fu l’atterraggio di fortuna del “Leonardo da Vinci”, il dirigibile costruito dall’ing. Enrico Forlanini, fratello del Prof. Carlo illustre clinico della nostra università, per una avaria in un volo di prova.
Il dirigibile costruito tra il 1906 e il 1909 comparve nel cielo di Pavia un giorno dell’inverno del 1910, ma un avaria di bordo costrinse l’equipaggio ad un atterraggio d’emergenza. Presero terra nei campi della cascina Bordoncina (oggi zona città Giardino). I Pavesi si riversarono sul luogo per ammirare il favoloso ordigno volante che subì danni alla navicella e dovette essere smontato. Erano gli anni dei pionieri del volo e i primi aerei solcavano i cieli.
La Regia Marina iniziava i primi esperimenti con queste nuove macchine volanti. Il Tenente di Vascello Mario Calderara (1879-1844) fu il primo italiano a conseguire il brevetto di volo nel 1909, ed a costruire il primo idrovolante italiano nel 1911. Ma questa è un’altra storia.

Il dirigibile Leonardo da Vinci a Pavia (f.p.g.c. Mario Veronesi) - www.lavocedelmarinaio.com

Questo articolo è stato pubblicato in Curiosità, Marinai, Recensioni, Storia. Permalink.

2 risposte a Un dirigibile a Pavia

  1. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Mario Veronesi carissimo ti ringraziamo per questa chicca…

  2. Claudio Mazzola dice:

    Anche io a La Spezia mentre sul l’impetuoso ero in attesa dell’Assemblea mattinale ho assistito all’appontaggio sul ponte di volo di Nave Doria del primo aereo a decollo verticale Seaharrier mi sembrava un film di fantascienza e quando lo raccontavo nessuno mi credeva…. Era tutto in gran segreto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *