Nicola Sechi marinaio, figlio di Michele Sechi marinaio per sempre

di Nicola Sechi

…riceviamo e con infinita gratitudine, orgoglio e commozione di marinai di una volta pubblichiamo. Mi sia concesso di aggiungere, qualora ce ne fosse ancora di bisogno, che cosa significhi per noi il detto “Marinai una volta, marinai per sempre!” e questo vale anche per i nostri familiari che ci incoraggiano e ci sostengono in questa vocazione che sarebbe più giusto definire”missione”.
(Pancrazio “Ezio” Vinciguerra)

Buona sera Ezio e buona domenica (N.d.R. si riferisce a domenica 9.11.2014),
ti scrivo perché, con entusiasmo e gioia, ho ritrovato una foto scattata nella mensa delle scuole C.E.M.M. di La  Maddalena. Sicuramente fine anni ‘70…
Al centro si vede mio padre Michele (nato l’1.1.1917) con la farfallina nera. Papà fu arruolato in esercito durante la seconda guerra mondiale e prestò servizio attivo come personale civile  da elettricista presso l’arsenale  della Marina Militare di La Maddalena.

Michele Sechi marinaio in compagnia dei suoi collaboratore (1971) f.p.g.c. Nicola Sechi a www.lavocedelmarinaio.com
Visto le sue abilità ai fornelli e altre innate doti (per me anche indimenticabili), su selezione interna gli assegnarono  la gestione delle mense sottufficiali delle scuole C.E.M.M. e in contemporanea la gestione cucina e mensa  circolo ufficiali di La Maddalena per oltre 20 anni.
Ci lasciò che aveva 65 anni,  era l’anno 1973, con l’attività a lui assegnata ancora in corso. Di quel giorno ricordo che arrivarono partecipazioni con corone e fiori da tutti gli enti militari e navi della Marina di zona. Le spese per il  funerale furono sostenute esclusivamente dai dipendenti dell’arsenale M.M.  di La Maddalena.
Con nostra meraviglia  vedemmo anche corone mandate da alcune  navi  facenti base a La Spezia e Taranto Cagliari ecc..
Nei giorni a seguire mia madre ricevette telegrammi dai vari  militari che,  in qualche maniera, ebbero contatti con papà.

Michele Sechi per www.lavocedelmarinaio.com

Carissimo Ezio pensa che quando i militari assegnati alla sua cucina si recavano in licenza, Papà Michele consegnava loro un dono per il familiari, anche se spesso si rammaricava di non aver avuto occasione di conoscerli personalmente. Spesso i ragazzi che collaboravano con lui quando erano in libera uscita non si facevano scrupoli di  passare  da  casa nostra per la cena.

Chissà quanti lo ricorderanno, chissà se qualcuno che legge il tuo blog non lo ricordi o ricordi i nomi di chi è in sua compagnia nella foto di cui sopra.
Un abbraccio grande, grande.
Nicola
P.s. Sei sempre un grande per noi, ciao carissimo  la Sardegna ti saluta.
Sarebbe entusiasmante  pianificare un raduno per gli ex elettricisti M.M. a La Maddalena per questo carissimo Ezio, vedi di fare un sondaggio visto che tutti ti seguiamo con entusiasmo e in ultimo grande Ezio non dimenticare che a maggio 2015 abbiamo il raduno nazionale a Ravenna (che bella notizia).

Coniugi Sechi in divisa A.N.M.I  f.p.g.c. a www.lavocedelmarinaio.com

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Che cos'è la Marina Militare?, Marinai, Marinai di una volta, Racconti. Permalink.

57 risposte a Nicola Sechi marinaio, figlio di Michele Sechi marinaio per sempre

  1. Nicola e Saveria Sechi dice:

    Grazie Nicola e Saveria.

  2. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Nicola e ciao Saveria,
    se volevate farmi commuovere emozionare e riempirmi pieno di orgoglio ci siete riusciti …alla grande!
    Speriamo di potervi abbracciare di presenza e prestissimo.
    Ezio

  3. Gianfranco Corona dice:

    Sei sempre un grande per noi, ciao carissimo la Sardegna ti saluta.

  4. Nicola Sechi dice:

    Ancora Buona sera Ezio. Chissà quanti lo ricorderanno. Un abbraccio grande grande Nicola…..

  5. Marinaio Leccese dice:

    speriamo di essere presente al vostro incontro e al nostro raduno nazionale. Un abbraccio a voi dal Salento

  6. Marinai d'Italia dice:

    Grande Ezio non dimenticare che a maggio abbiamo il raduno nazionale a Ravenna ( che bella notizia) un abbraccio ……

  7. Gianluca Terelle dice:

    Ciao Ezioo, complimenti per il tuo blog. Ho nostalgia dell’Ardito e delle belle giornate trascorse a bordo in vostra compagnia e anche dei vostri siparietti fatti in navigazione. Ancora grazie e speriamo un giorno di partecipare a un raduno. NIHIL OBEST

  8. Ciro Laccetto dice:

    mi piace

  9. FRancesco Ruggieri dice:

    mi piace

  10. Marco Mattei dice:

    mi piace

  11. Nino Bucci dice:

    mi piae

  12. Tommy Ortega dice:

    mi piace

  13. Jo Giannetti dice:

    mi piace

  14. Giuseppe Megna dice:

    mi piace

  15. Lavinio Saltini dice:

    quel guardiamarina sulla destra in età avanzata faceva parte degli ufficiali cosiddetti del corpo perché non provenienti dall’accademia navale,ma dai sottufficiali che si erano distinti ed erano ammessi al grado di ufficiale sino al grado massimo di primo capitano,ovvero tenente di vascello anziano,quindi,occhio,nessuna punizione…

  16. Giuseppe Barbaro dice:

    mi piace

  17. Giuseppe Cav Orifici dice:

    mi piace

  18. Mimmo Tringali dice:

    mi piace

  19. Gnomo Aspirino dice:

    mi piace

  20. Soddu Roberto dice:

    mi piace

  21. Carlo Di Nitto dice:

    mi piace

  22. Leonardo Maschio dice:

    mi piace

  23. Carmelo De Michele dice:

    mi piace

  24. Peppe Cicala dice:

    mi piace

  25. Giuseppe Orlando dice:

    mi piace

  26. Francesco Montanariello dice:

    mi piace

  27. Giorgio Berlingieri dice:

    mi piace

  28. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Si ringrazia Nicola Sechi e i marinai di Sardegna e tutti voi per questa commovente testimonianza di affetto

  29. Nicola Sechi dice:

    Grazie Ezio, bellissimo. …

  30. Sergio Fantin dice:

    A maggio a Ravenna ci sarò anch’Io spero di incontrare quac’uno.

  31. Bruno Cataldi dice:

    Photo ricordo bellissima. Credo però che sia di fine anni ’60 e non ’70 come scrive Ezio. Credo, inoltre, di riconoscere il signore con gli occhiali primo da sinistra nella persona del maestro Santoro, insegnante cuoco nella cucina degli allievi Z.

  32. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Buonasera Bruno Cataldi grazie per questa notizia che girerò a Nicola Sechi e che sono certo gli farà tanto piacere. Un abbraccio

  33. Alberto Maria Grippa dice:

    Bella Marina di un tempo che fu. Allora non era Guardiamarina ma Sottotenente CEMM. Non ho mai visto, è sono curioso, il bordo dorato sul bavero vicino alle stellette. Qualcuno ne conosce il significato? Se non erro nell’esercito erano in uso per gli allievi ufficiali.

  34. Lavinio Saltini dice:

    nossignore,il bordo dorato al collo,osservare bene,spezzato rimarcava il fatto che quel guardiamarina proveniva dal corpo sottufficiali e quindi era un segno di riconoscimento,mentre gli allievi ufficiali della marina avevano la divisa dell’accademia navale e quelli dell’esercito dell’accademia di Modena.Il bordo dorato del colletto intero invece era si per gli allievi ufficiali,ma solo per quelli che facevano il servizio militare semplice nell’esercito,ovvero la cosiddetta naja,ma chiedevano di fare il corso ufficiali per via del diploma ed usufruire quindi prima di lasciare la naja di qualche mese di stipendio da ufficiale e non soltanto del “soldo”….
    Gli ufficiali di marina non si sono chiamati mai sottotenenti,tenenti,ecc,ma guardiamarina,sottotenente di vascello,tenente di vascello,ecc,meglio ancora con il signor seguito dal cognome,il grado era intuitivo portando la divisa,guai,quand’ero ragazzo io a chiamarli con il grado…sarebbe stato un linguaggio da caserma per molti di loro che…. arricciavano il naso…..,ma bisogna anche considerare che gli ufficiali in gran parte provenivano da famiglie nobili e quindi in possesso d un predicato…..quindi era schizzinosi e diventavano subito algidi….con i sottoposti.Poi però c’erano quelli che anziché pranzare nel quadrato ufficiali con i loro simili nel grado,si toglievano volentieri la giacca e pranzavano con la bassaforza mischiandosi con essa in pieno cameratismo ed erano quelli più amati dai sottoposti….ma erano pochi…..

  35. Alberto Maria Grippa dice:

    I gradi in Marina furono cambiati nel 1973. Sono stato Aspirante Sottotenente e poi Guardiamarina. Gli ufficiali del CEMM arrivavano allora al grado di I Capitano. Provenivano tutti dai sottufficiali ed era persone veramente eccezionali. Il bordo dorato però no l’avevo mai visto. Il Signore competeva agli ufficiali inferiori. Mai usato il Signore con il grado.

  36. Piero Mattirolo dice:

    Pardon, aspirante GM, non ST. Il grado era del tutto sconosciuto ai pistapauta (esercito), cosa che mi rese protagonista di un divertente episodio al comando militare stazione di Bari, dove dovevo timbrare foglio viaggio e un ufficiale dell’esercito ci voleva procurare un sacco di guai, convinto che viaggiassimo in boghese senza autorizzazione. Avendomi apostrofato con il tu, gli ricordai che stava parlando con un ufficiale e lui cadde dal pero, rivelando la sua ignoranza dei gradi della MM.

  37. Alberto Maria Grippa dice:

    Piero fino al 1973 solo il “Vascello” usava i gradi attuali. Tutti gli altri corpi (Genio, Armi, Commissariato, Capitanerie, Medici e Farmacisti nonché Cappellani) usavano i gradi dell’Esercito. Essendo in terza classe nel 73 i documenti riportavano Aspirante ST delle Armi Navali. L’anno dopo fummo i primi Guardiamarina delle Armi Navali. Era già un passo avanti perché fino alla 1^ Guerra Mondiale non avevano il giro di bitta e solo una spallina. Anche il grado di Aspirante in effetti non è un grado da Ufficiale, ma equiparato, almeno una volta, a Capo di 1^, ma con anzianità superiore. Da Aspiranti sul Veneto eravamo “tollerati” in quadrato ufficiali, ma solo per mangiare. La cosa ricalca la tradizione inglese che aveva un quadratino Aspiranti quando non esisteva l’Accademia ed il corso era fatto a bordo direttamente ed iniziava a 13 anni. On job training diremo oggi

  38. Piero Mattirolo dice:

    Hai assolutamente ragione e chiedo venia: sapevo che i gradi dei corpi tecnici erano stati diversi fino al ’73, ma non avevo associato il fatto che, applicando i gradi dell’esercito alla MM, i loro aspiranti erano ST.

  39. Nicola Sechi dice:

    Buona sera Ezio, questa è una foto di Mio Padre Michele Sechi,(classe 1917) la foto e del 1970 all’epoca egli gestiva la Mensa dei corsi sottuficiali M.M. di La Maddalena. La foto è stata scattata all’interno della sala mensa. Sarei grato se qualcuno dei vecchi corsi, riconosce lui e l’Ufficiale che si salutano. Ciao buon lavoro e un abbraccio dalla Sardegna.

  40. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Nicola Sechi spero che qualche Marinaio di una volta del gruppo possa aiutarti (troppo anziani per la mia generazione). Un abbraccio solidale a te, ai tuoi cari e a Maddalena La Mia Citta’ che ho sempre nel cuore.

  41. FRancesco Ruggieri dice:

    un saluto a te e la cara sardegna buona domenica marinaio x sempre .

  42. Luigi Buonocore dice:

    L’Ufficiale dovrebbe essere l’Ammiraglio che ora mi sfugge il nome, che fu anche il Comandante di Levadife, e Maridist Roma. Che purtroppo è deceduto R.I.P.

  43. Giovanni Brandano dice:

    Si tratta del C.Amm. Mario TONNI ( Nov 60-64, da T.V su Impetuoso – Capo Servizio Artiglieria), da CF 1973/74,(Com.te Nave Fante), da CV (Com.te Nave Ardito)………purtroppo con il grave incendio a Bordo (1980/81).-

  44. Ciro Laccetto dice:

    Anche C.te di Maridist Roma……..

  45. Giacinto del Bianco dice:

    Si, è l’Ammiraglio Mario Tonni, prima del Fante a Marinalles Genova des., Com.te in seconda dell’Audace : A lui ed al C.te Tosi si deve la riorganizzazione della cucina unica a bordo, attuata per la prima volta sull’Audace.

  46. Luigi Buonocore dice:

    Si l’Ammiraglio Toni, ho avuto un vuoto di memoria, è per poco abbiamo abitato anche vicino. Era un vero amico

  47. Ciro Laccetto dice:

    Mah !

  48. Luigi Buonocore dice:

    Ciro sicuramente meglio di Fini

  49. Ciro Laccetto dice:

    Lasciamo perdere Luigi e riposi in pace.

  50. Luigi Buonocore dice:

    in parte hai ragione, ma con me è stato sempre disponibile

  51. Ciro Laccetto dice:

    Ecco !

  52. Angelo Aprile dice:

    Ricordo bene la figura di Sechi in mensa, il comandante potrebbe CASINI comand; in 2^ o il Direttore

    Dei Corsi Comandante BATTAGLIA.

  53. Luigi Buonocore dice:

    No è l’Ammiraglio Toni.

  54. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Buonasera a tutti e grazie per le preziosi informazioni che girerò al figlio.
    P.s. Capo Luigi Buonocore 🙂 mink grazie e fai il bravo!

  55. FRancesco Ruggieri dice:

    buona serata ezio sono presente ai tuoi argomenti .

  56. Nicola Sechi dice:

    Grazie Ezio, ho seguito gli argomenti con enorme entusiasmo. Da casa ti salutiamo tutti.

  57. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Buonasera a te Nicola Sechi, Francesco Ruggieri, Angelo Aprile, Ciro Laccetto, Giacinto del Bianco, Luigi Buonocore …insomma tutta la famiglia dei Marinai di una volta.
    Sono contentissimo di questo risultato che ha fatto piacere non solo alla famiglia Sechi ma anche permettetemi ai noi che siamo di casa.
    Un abbraccio a tutti e se vi dico che vi voglio bene, mi credete?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *