La sentenza Eternit “del coccodrillo” ha condannato la speranza

di Pancrazio “Ezio” Vinciguerra

…dei familiari, delle vittime, e anche dei Fratelli Marinai che sono morti di asbestosi e mesotelioma pleurico.

Ezio Pancrazio  Vinciguerra (www.lavocedelmarinaio.com)Carissimi Frà, carissime vittime morte a causa delle fibre d’amianto,
Vi chiediamo perdono per coloro che ci hanno fatto toccare la merda con mano, la stessa che era giunta vicino al naso emanando nauseabondi miasmi e malattie.
Questi illuminati di niente sono in via di estinzione semplicemente perché non credono in quello che fanno, nella buona e nella cattiva sorte. Non ascoltano le persone, non sanno cosa siano i sentimenti, si auto assolvono con cavilli burocratici rimpallandosi le colpe.
Il fatto cade in prescrizione e nessuno dei politici si domanda se in un omicidio o meglio in un eccidio non sia da rivedere il termine prescrizione.
La Magistratura, come Ponzio Pilato, se ne lava le mani perché sostiene giuridicamente ineccepibile questa sentenza “del coccodrillo” per mancanza di leggi adeguate e commisurate sulla cosiddetta prescrizione dei reati .
Non voglio generalizzare perché so che nei Poteri dello Stato ci sono “martiri” in cammino, ci sono delle eccellenze ma sono state surclassate, purtroppo, da beceri individui che non sanno il male che hanno fatto  glissando sul peggiore dei peccati dell’uomo: l’omicidio!
Nel mio paese, l’Italia, si annidano “serpi” che porteranno presto alle barricate della gente onesta.
amianto-sulle-naviE’ così avverrà ben presto se non cambiamo rotta perché nessuno di noi verrà risparmiato.
Il povero di “Spirito” sa edificare la povertà mentre non c’è peggio, in questo mondo, di un povero cretino che non sa ascoltare e perdonare.
Prevedo inondazioni a meno che non rinunciamo ad ogni forma di violenza, anche verbale, anche nei rapporti quotidiani con i nostri simili per ri-ri-ricostruire nel mondo la pace.
Agli argini di questa quotidiana “Via Crucis” ci si siamo noi, coloro che cerchiamo di non far procurare mai sofferenza ad alcuno, né con le parole, né con le azioni, né con l’esempio perché siamo ispirati dalla vicinanza silenziosa e solidale a ogni dolore e alla denuncia di ogni ingiustizia, come Lui ci ha insegnato, dandoci la Luce e non le tenebre e la Vita Eterna e non la morte ed il fuoco della Geenna.
Le continue vessazioni che riceviamo non fanno altro che accrescere la mia e la nostra fede di “Speranza” perché la speranza è quella virtù che non si vede ma si desidera ed è quindi ottimismo e solidarietà allo stato puro.
Diceva San Paolo:
Quando voglio fare il bene, il male è accanto a me, io non compio il bene che voglio, ma il male che non voglio. Ora se quello che non voglio, non sono più io a farlo ma il peccato che abita in me, chi mi libererà da questo corpo di morte?
Acconsento la legge di Dio ma nelle mie membra vedo un’altra legge che combatte contro la legge della mia ragione e mi rende schiavo della legge del peccato, che è nelle mie membra
“.
In buona sostanza Paolo dice che siamo infelici ma è anche una supplica ad essere liberati da questo fardello che è il Peccato.

Dante

Dello stesso argomento sul blog:
http://www.lavocedelmarinaio.com/2011/05/lettera-al-presidente-del-consiglio-per-le-vittime-dellamianto/
http://www.lavocedelmarinaio.com/2011/04/amianto-nei-paesi-in-via-di-sviluppo/
http://www.lavocedelmarinaio.com/2014/04/28-aprile-in-memoria-delle-vittime-dellamianto-3/
http://www.lavocedelmarinaio.com/2014/04/28-4-2014-davanti-a-palazzo-marina/
http://www.lavocedelmarinaio.com/2014/03/27-3-2012-luogotenente-giovanni-adragna/
http://www.lavocedelmarinaio.com/2011/04/chissa-perche-mi-sento-strano/

pericolo-Amianto

Preghiera per le Vittime dell’amianto
(da internet)

O Dio nostro Padre, Signore amante della vita.
che riponi la tua gloria nell’uomo vivente,
che hai impresso la tua immagine nel volto di ogni uomo;
Ti preghiamo affinché la vita, ogni vita umana
senza distinzione alcuna sia sempre amata e rispettata
come il bene più grande da proteggere e da difendere.
O Dio nostro Padre, Signore amante della vita
che hai creato l’universo come un giardino, un vero paradiso
nel quale l’uomo potesse realizzare la sua vita e il suo futuro,
Ti preghiamo affinché nessuna scelta tecnica o scientifica,
e ancor più nessun calcolo di interesse o di guadagno
possa mai prevalere sul rispetto della vita umana, di ogni vita!
O Dio nostro Padre, Signore amante della vita,
che hai dato all’uomo l’intelligenza perché ogni scoperta
possa migliorare la sua condizione di vita sulla terra,
Ti preghiamo, fa che nessun uomo mai più utilizzi materiali
inquinanti e nocivi come l’amianto e che prima di tutto
ricerchi il suo vero bene, la salute, la giustizia e la pace.
O Dio nostro Padre, Signore amante della vita,
che hai promesso a tutti la vita e la felicità eterna,
Ti preghiamo per le tante vittime dell’amianto:
concedi loro, che almeno nell’altra vita possano godere di quella
felicità di cui sono stati ingiustamente privati su questa terra;
e per i loro familiari, perché siano riconosciuti i loro giusti diritti.
AMEN.

 

Monumento-alle-vittime-dellamianto-www.lavocedelmarinaio.com

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Marinai, Poesie, Sociale e Solidarietà, Storia. Permalink.

40 risposte a La sentenza Eternit “del coccodrillo” ha condannato la speranza

  1. Giuseppino Granara Sciacca dice:

    Non capisco se mi devo riferire all’evento del giorno. Se questo e’ non voglio rovinare il commento di EZIO che tutti dovrebbero leggere. La preghiera mi ha colpito molto sante parole .. Grazie

  2. Marco Mattei dice:

    Vauro
    SENTENZA ETERNIT
    La mia nuova vignetta per Il Fatto Quotidiano
    21/11/2014 http://ilfattoquotidiano.it

  3. Giuseppino Granara Sciacca dice:

    Leggere quello che ha scritto Ezio Pancrazio Vinciguerra è una saggia lettura forte. Ciao

  4. Sandro Atena dice:

    Che riposino in pace tutti !

  5. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Grazie Giuseppino Granara Sciacca sono arrabbiato, offeso, vilipeso, tradito ma non rassegnato perché la Verità è una sola.

  6. Sandro Atena dice:

    Purtroppo la legge non è uguale per tutti !

  7. Mario Coccia dice:

    R I P

  8. Massimiliano Atzei dice:

    che tristezza il nemico invisibile e silenzioso…….neo malvagio delle nostre bellissime e audaci navi grigie con una stella rossa a prua degli anni 70/80…..

  9. Pietro Serarcangeli dice:

    Processo Eternit: l’ONA ricorrerà alla Corte Europea per i diritti dell’uomo per chiedere la condanna dello Stato italiano. Recentemente la Corte Europea per i diritti dell’uomo ha condannato la Svizzera per la legislazione sulla prescrizione in materia di patologie asbesto correlate.
    La Corte di Cassazione, I^ sezione penale, in data 19.11.2014, ha assolto il magnate svizzero Schmidheiny Stephan Ernest dal reato di disastro ambientale per prescrizione, accogliendo le tesi del Procuratore Generale Dott. Francesco Iacoviello.
    L’ONA non condivide la decisione della Corte di Cassazione, poiché il disastro è ancora in atto, in quanto i cittadini continuano ad ammalarsi e morire, e in ogni caso rileva che lo Stato Italiano oltre ad aver violato le norme di cui all’art. 32 della Costituzione, non ha assicurato la tutela delle vittime e quindi ha violato, oltre al diritto alla vita, e alla vita privata, così come garantiti rispettivamente dagli artt. 2 e 8 Cedu, anche il diritto delle vittime ad avere giustizia, garantito dall’art. 6 Cedu, e per questi motivi proporrà ricorso alla Corte Europea per i diritti dell’uomo chiedendo la condanna dello Stato Italiano.
    Recentemente lo Stato Svizzero è stato condannato dalla Corte Europea per i diritti dell’uomo per la disciplina sulla prescrizione, in quanto si veniva a maturare prima che le patologie si manifestino e quindi negando la tutela alle vittime (come in questo caso).
    Nei prossimi giorni sarà messo a disposizione il formulario che l’Avv. Ezio Bonanni redigerà, al fine di permettere anche ad ogni singolo cittadino, anche a coloro che sono stati e sono ancora esposti all’amianto, di ricorrere alla Corte Europea per i diritti dell’uomo, facendo pure valere il fatto che le bonifiche vanno a rilento per le note e perduranti inadempienze dello Stato Italiano.

  10. Pietro Serarcangeli dice:

    E’ VERAMENTE PENOSO, OGGI, COMMENTARE L’ENNESIMA VERGOGNA TUTTA ITALIANA. Ma non poteva essere altrimenti. Le leggi italiane vengono elaborate lasciando sempre una “porta” semiaperta per i colpevoli, per i delinquenti. E, in questo caso, la “regola” è stata applicata per l’ennesima volta. TUTTI INNOCENTI, TUTTI ASSOLTI. I veri colpevoli sono COLORO CHE SI SONO AMMALATI per guadagnarsi un tozzo di pane. I veri colpevoli sono coloro che continuano ad ammalarsi (l’ultimo funerale a Casale Monferrato è di un uomo di 56 anni deceduto a causa dell’eternit) e che moriranno a causa del profitto di alcuni infami che, oggi, brindano perchè la GIUSTIZIA E’ MORTA!!!! Perchè l’INGIUSTIZIA E’ FATTA!!! E non poteva essere altrimenti perchè, ricordate bene, in questo nostro povero Paese, la “CERTEZZA DEL DIRITTO” è semplicemente un’utopia……… Oggi mi sento sconfitto ma NON battuto perchè c’è ancora uno spiraglio, e questa volta per le VITTIME INNOCENTI: La Corte Europea dei Diritti dell’Uomo!!! Ed è una strada che vale la pena percorrere……… Altrime le VITTIME INNOCENTI SARANNO UCCISE UNA SECONDA VOLTA!!!!

  11. Pietro Serarcangeli dice:

    Grazie Ezio……….

  12. Giulio Guerra dice:

    È uno schifo, uno scandalo, una vergogna. In questo Paese non c’è giustizia. Solidarietà assoluta alle vittime dell’Eternit!

  13. Lorenzo Cerisola dice:

    Non mi risulta che l’omicidio vada in prescrizione. In alternativa, visto il numero di vittime, esiste il reato di strage. Infine, fate pace col cervello: non si può, applicando le stesse leggi e senza che siano intervenuti fatti concreti a modificare la situazione, applicare sentenze,non leggermente differenti ma, diametralmente opposte. Purtroppo chi ha “battuto l’onda”, quando non è vittima lui stesso, conosce sicuramente qualcuno, con cui ha condiviso un periodo della propria vita, che è stato colpito dalle gravi malattie i

  14. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Lorenzo Cerisola quanto mi piacerebbe che l’esordio del tuo commento per questo caso si avverasse…ma bisogna istituire un altro processo, l’ennesimo purtroppo. Quando si commettono colpe bisogna espiare il peccato in questo caso parliamo di omicidio o meglio strage di esseri umani… forse neanche quella “sede” è quella giusta per giudicare!
    Un abbraccio a te e a tutte i familiari che soffrono per la perdita dei loro cari.

  15. Gennaro Peluso dice:

    e forse non sapevamo che finiva cosi?

  16. Joseph Gorgone dice:

    CONCORDO CON AMBEDUE, LORENZO & ED EZIO

  17. Carlo Mignogna dice:

    Ezio caro, sempre avanti lo sguardo volge l’impavido guerriero, grazie!

  18. Corrado Mascia dice:

    Ezio carissimo sei sempre caro. Ti ringrazio per questo pensiero ai nostri Fràtelli. Ti abbraccio. Corrado

  19. Gianluca Vallone dice:

    Grazie mille.Patria Onore e famiglia

  20. Mario Cavalieri dice:

    insieme al personale in servizio. Siamo sempre una famiglia.

  21. Enzo Arena dice:

    Grazie Ezio. Grazie, grazie ed ancora grazie per l’amico dei marinai che sei. Un abbraccio.

  22. Zoroastro Luigi Melis dice:

    Grazie,frà Ezio,molto gradita la dedica ciao SEMPRE MARINAIO,buon proseguimento di giornata e buona navigazione sul tuo blog

  23. Ciro Guariglia dice:

    grazie ezio come sempre solidale

  24. Giulia Gennacari dice:

    Grazie tante per queste belle parole.
    Cari saluti

  25. Angelo Moscato dice:

    Grazie mille Ezio da parte di tutta la GCA un abbraccio a te.

  26. Antonio Bressan dice:

    ..e siamo marinai.
    ….per sempre.

  27. Salvatore Legnosecco dice:

    buon pomeriggio Ezio,
    in questa grande piazza mediatica è sempre un piacere conoscere gente che crede come me nei nostri valori che mamma Marina ci ha donato. Mi piace leggere e ogni tanto “sparare qualcosa di scritto”. Spero al più presto di riuscire a parlare con te “live” . Un fraterno abbraccio e alla prossima. Salvo Una volta marinai, marinai per sempre!

  28. Andreino Nelluzzo dice:

    Grazie Ezio per questo bel pensiero di solidarietà!!!! Ti abbraccio forte.

  29. Luigi Gazzè dice:

    Grazie Ezio le belle parole dette da un amico sincero fanno sempre piacere, ti aiutano, ti fortificano e ancora ci fanno sperare nella giustizia.

  30. Frati Rai dice:

    Ezio… grazie del pensiero… un abbraccio e buona giornata… P.S.. nn ci sentiamo … ma ti srguo sempre…. ciaoooooo

  31. Fernando Antonio Toma dice:

    Grazie di cuore Ezio hai perfettamente ragione .. un abbraccio !!

  32. Alessio Patti dice:

    Un caro saluto e un abbraccio amico mio!
    Alessio

  33. Maria Marea dice:

    Grazie a te, sempre viva la Marina.

  34. Fabio Fortunato dice:

    Ciao Ezio
    Una bellissima sorpresa averti rincontrato virtualmente
    Uno dei motivi perché questi mezzi di supporto (socialnetwork) se usati bene servono tanto!!
    Spero di poterti salutare ed abbracciare.
    Non avevo dubbi che dopo aver dato tanto amore alla nostra forza durante il servizio è continui a farlo adesso
    A presto

  35. Marisa Di Tore dice:

    Sono sincera, nonostante tutto ciò su cui si è indagato e gli esiti. Credo poco alla giustizia italiana. Spero che almeno, qualcuno paghi. Buona giornata…

  36. Domenico Leggiero dice:

    Grazie del pensiero ai familiari colpiti dall’amianto. A presto

  37. Nicola Solito dice:

    Come sempre sei un grande Ezio,,,, gli amici veri ci sono sempre,,,, un abbraccio e grazie

  38. Giovanni Ioannone dice:

    Grazie Amico mio, un grande abbraccio e un longevo e felice futuro anche a chi come noi è ancora su questa terra …con la paura

  39. Franca Rosa Ciccariello dice:

    Ti ringrazio Ezio tantissimo per questo scritto !!!!
    Hai ragione il mio futuro é iniziato da poco il ricordo del passato rimarrà sempre nel mio cuore poiché ci sono persone che mi hanno amato infinitamente ma ora ho diritto ad essere di nuovo felice e spero di trovare il modo migliore per esserlo ti saluto aff.Franca

  40. Amedeo Altobelli dice:

    hai perfettamente ragione amico mio grazie a presto…..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *