La commemorazione dei defunti

di Pancrazio “Ezio” Vinciguerra

IN MEMORIA DEI MARITTIMI E NAVIGANTI CHE NON RITORNARONO ALL’ORMEGGIO. ERANO SEMPLICEMENTE UOMINI DI FERRO SU FRAGILI BARCHE DI LEGNO.
PACE A LORO.

(Pancrazio “Ezio” Vinciguerra)

Ezio Pancrazio  Vinciguerra (www.lavocedelmarinaio.com)La ricorrenza della Commemorazione dei defunti suscita in ognuno di noi il ricordo di chi ci ha lasciato l’affetto durante la loro vita terrena.
Ricordarli in questo giorno, ma sarebbe meglio ricordarli sempre, a volte genera un senso di colpa che comporta una pena. Colpa e pena vanno a braccetto: la colpa è il nostro peccato e la pena è la sua conseguenza. Colpa e pena sono paragonabili ad una ferita che anche dopo aver smesso di sanguinare continua a darci dolore. Il peccato è la ferita dell’anima e anche dopo il pentimento e l’assoluzione sacramentale rimane una debolezza perché siamo fragili e, come tale, rischiamo che la ferita non rimarginata, si riapra.
Le cicatrici a tal proposito ci confermano di non rinnegare il peccato e Dio, con la sua capacità di amare, non chiede vendetta ma purificazione dell’anima, la nostra.
Lui non è venuto per curarci le ferite del corpo ma quelle dell’anima facendoci comprendere, con la sua crocifissione, il suo amore per tutti noi creati da Lui a sua immagine e somiglianza.
Il pentimento è il segno del cambiamento, è l’Agnello di Dio, e la Croce è la caparra del perdono.
Dio ci fa comprendere proprio in questo giorno, vivendo senza complessi e senza traumi, insieme agli altri fratelli e sorelle, che se anche ci mancano le persone a noi più care, Lui ci ha donato la Grazia che è l’amicizia nel prossimo e l’amicizia nel prossimo è la Sua Grazia, in una parola sola: l’amore.

ai-caduti-del-mare - www.lavocedelmarinaio.com

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Marinai, Marinai di una volta, Racconti, Storia. Permalink.

14 risposte a La commemorazione dei defunti

  1. Girolamo Trombetta dice:

    Requiescant in Pace

  2. Gianfranco Emmanuello dice:

    condivido

  3. Maura Delfino Curioso dice:

    condivido

  4. Silvana De Angelis dice:

    “Vedi le onde? S’infrangono su questa riva, ma chissà da dove vengono, da quali altri mari…
    Quando osservo il moto di queste onde… mi sembra di essere avviluppata da qualcosa di immenso… e un po’ alla volta mi torna il coraggio…”…. BELLA SERATA A VOI TUTTI AMICI MARINAI
    (Jirō Taniguchi)

  5. EZIO VINCIGUERRA dice:

    L’eterno riposo dona a loro oh Signore e splenda adesso la Luce perpetua e riposino in pace. Amen

  6. Franco La Rosa dice:

    R.I.P.

  7. MICHELE DI LIBERTO dice:

    R.i.p.

  8. Vincenzo Iannuso dice:

    RIPOSINO IN PACE.

  9. Luigi ALBERINI dice:

    loro ci guardano sia dal cielo, che dal mare.r.i.p.

  10. Sergio Pagni dice:

    Che riposino in PACE

  11. Francesco Signorile dice:

    Grazie. Bellissimo sito.

  12. Lucio Campana dice:

    Oggi ricorre la festa di tutti i Santi. Auguri a tutti voi e ai vostri cari.

  13. Enrico Albanesi dice:

    La nostra S.Barbara

  14. Giuseppe Barbaro dice:

    Anche a te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *