27.11.2014 a Busto Arsizio “Il caso dei Marò Latorre e Girone e la protezione giuridica dei militari impegnati nelle missioni internazionali”

a cura A.N.M.I. Busto Arsizio

27.11.2014 a Busto Arsizioil caso Marò - www.lavocedelmarinaio.com

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Che cos'è la Marina Militare?, Marinai, Recensioni, Storia. Permalink.

18 risposte a 27.11.2014 a Busto Arsizio “Il caso dei Marò Latorre e Girone e la protezione giuridica dei militari impegnati nelle missioni internazionali”

  1. Nico Damiano dice:

    condivido

  2. Arcangelo Rizzi dice:

    mi piace e condivido

  3. Gianluca Vallone dice:

    condivido

  4. Graziella Sozzi dice:

    “Non mi arrendo. Io combatto. Devo farlo non solo per me, ma soprattutto per Salvatore. Sento di avere un dovere verso di lui come superiore. Lui era un mio sottoposto. Sento questa responsabilità. La sento due volte, da sottufficiale e da campo team”. Ecco perché voglio tornare in India”. Queste le parole di Massimiliano Latorre, Sottufficiale della Brigata di Marina “San Marco”!
    Parole di un uomo, di un militare, di un comandante. Avremmo voluto e vorremmo sentirle pronunciarle da chi ha ben più alte responsabilità, i Vertici della Marina Militare e della Difesa. Quanti berretti gallonati avrebbero dovuto essere sbattuti sui tavoli dei pavidi e incapaci politicanti. Onore a Te Massimiliano per le Tue parole e a Salvatore che, nella solitudine e nell’abbandono, continua a mantenere dignità e orgoglio!

  5. Pasquale Perrone dice:

    E’ un uomo, un militare che merita rispetto. condivido il suo pensiero. i vertici dovrebbero imparare.

  6. Pietro Rossi dice:

    condivido tutto…..

  7. Agatino Trombetta dice:

    G4ande Massimiliano un vero maro

  8. Antonio Spada dice:

    Patria e Onore.

  9. Roberto Tento dice:

    Un vero Comandante del B.S.M. deve dare l’esempio ai suoi subalterni, la trovo giusta la tua decisione…che valga come esempio per tutti noi fratelli di mare…..Iterum Rudit Leo..e ad tutti i politici incapaci di fare il proprio mestiere

  10. Gianluca Vallone dice:

    Condivido il tuo pensiero Roberto Patria Onore e famiglia x semper

  11. Luigi ALBERINI dice:

    a presto a casa, o dobbiamo marciare su…

  12. Girolamo Angarano dice:

    Marinai una volta marinai per sempre

  13. Bruno Caleffi dice:

    Buonasera Graziella. Vero Max e’ un grande uomo, un Militare che onora il Tricolore e la Marina, Non dimentichiamo che mio fratello e’ Capomissione.

  14. Zoroastro Luigi Melis dice:

    Buona serata,frà Bruno,fra Luigi,frà Girolamo e anche a te Graziella, i valori della vecchia guardia,sono ancora alti,ONORE a MAX e SALVO subito LIBERI SENZA INFAMIA

  15. Bruno Bigiolli dice:

    Non credo che al mondo vi sia una nazione comandata da pusillanimi come in Italia.

  16. Bruno Caleffi dice:

    Vero Bigio, anche il piu’ sperduto villaggio Africano, l’avrebbe fatto.

  17. Pietro Rossi dice:

    i fratelli di mare non vi hanno mai dimenticati….

  18. Giovanni Caruso dice:

    A PROPOSITO DEI MARò: LEGGO IN QUESTI GIORNI LA STORIA DI TIZIANO TERZANI (GIORNALISTA ITALIANO CHE LAVORAVA PER LA PIù PRESTIGIOSA TESTATA GIORNALISTICA TEDESCA)
    TERZANI NEGLI ANNI 80 FU FERMATO DAI COMUNISTI CINESI CON L’ACCUSA DI ESSERE UNA SPIA, DI AVER TRAFUGATO OPERE ALLA NAZIONE CINESE E AVER VILIPENDIATO IL LORO LEADER.
    LA TESTATA TEDESCA CHIAMò L’ALLORA PRESIDENTE PERTINI, CHE INTERESSò L’ALLORA MINISTRO SCALFARI.
    IN POCHE SETTIMANE TERZANI FU ESPULSO DALLA CINA, EVITANDO TUTTE LE PENE A CUI POTEVA ANDARE INCONTRO(TRA CUI L’IMPICCAGGIONE)
    INSOMMA QUESTO PER DIRE CHE SE SI SCOMODANO GLI ALTRI LE COSE SI MUOVONO…MA CHI SONO I MARò? SONO DUE POVERACCI ITALIANI CON LA LORO SORTE IN MANO AI POLITICI ITALIANI…ECCO PERCHè MARCIRANNO IN INDIA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *