20 ottobre 1970, anniversario di congedo

di Franzo Osvaldo

Il 20 ottobre del 1970, uno dei giorni più tristi della mia vita, proprio a quest’ora io e i miei Frà sbarcammo dalla nostra amata nave Altair nella banchina di Cagliari. Con le lacrime agli occhi si faceva il saluto alla nostra gloriosa Bandiera, l’ultimo saluto a quella che per due anni è stata la nostra casa, il nostro posto di combattimento a protezione delle nostri genti e del nostro mare. Eravamo saliti a bordo poco più che ragazzini e  dopo due meravigliosi anni sbarcammo da uomini temperati ad ogni evenienza.

Equipaggio di nave Altair (Foto Franzo Osvaldo) - www.lavocedelmarinaio.com

I miei ricordi vanno inevitabilmente ai Frà che non ci sono più e che ora navigano in un altro mare continuando a vegliare sudi noi: “ciao fratelli un giorno ci ritroveremmo in quel mare”; una grande commozione allora come ora, e rivedo tutti gli amici schierati a poppa, anche loro commossi e ci salutavano, e ci dicevano addio,  sapevamo che non ci saremmo più rivisti.
Quel giorno i nostri pensieri andavano a tutte le avventure vissute in mare, molte belle, e alcune tragiche (la storia del fusina) e tante altre.
Ricordo che ci recammo alla stazione di Cagliari ma lungo il percorso di via Roma le nostre gambe e la mente volevano tornare indietro, da Cagliari ad Olbia per prendere il traghetto.

Nave Altair- www.lavocedelmarinaio.com

Alcuni ci salutarono subito perché erano sardi, altri alla stazione di Roma andavano al sud, altri ancora al nord. Erano distacchi e dolore ad ogni stazione, e finalmente arrivo il mio turno e quello di Antonello Fabio (che ora sta navigando in altro mare). Arrivammo a Venezia,  l’ultimo saluto il più duro e doloroso, era tutto finito.
Un’altra vita iniziava, una vita dura e difficile che ci avrebbe portato più tardi a mettere su famiglia e  figli a cui abbiamo trasmesso le nostre esperienze di sacrificio e dovere verso gli altri.

Il 2° raduno degli equipaggi di nave altair - foto Franzo Osvaldo(www.lavocedelmarinaio.com)

E ora, a distanza di quarantadue anni, con altrettanta commozione, con gli occhi un po’ arrossati saluto tutti i Frà del 6°/48 e quelli dell’Altair con un grosso VENTO IN POPPA.
Ciao Frà Ezio.

P.s. cerca di essere con noi al prossimo raduno in Sicilia che come sai si svolgerà dal 3 all’11 novembre 2014. Un abbraccio e come dici tu Marinai per sempre!

Raduno Equipaggi navi Altair, Aldebaran, Andromeda ad Augusta - www.lavocedelmarinaio.comProgramma raduno 2014 equipaggi Altair, Andromede, Aldebaran Augusta 3-9.11.2014 - www.lavocedelmarinaio.com

Questo articolo è stato pubblicato in Attualità, Marinai, Marinai di una volta, Navi, Recensioni, Sociale e Solidarietà, Storia. Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *