Franco Papili Marinaio di una volta e signore dei mari

di Pancrazio “Ezio” Vinciguerra

Alla memoria dell’ammiraglio Franco Papili salpato per l’ultima missione il 28 agosto 2009.

Ezio Vinciguerra (www.lavocedelmarinaio.com)Nella mia carriera di uomo di mare,  mi sono posto tante volte questa domanda: ma chi è veramente un Marinaio di una volta, un signore dei mari?
È colui che entra in punta di piedi, senza invadere lo spazio sacro dell’altro, senza condizionare l’unicità, l’originalità, l’individualità, senza imposizioni o richieste faziose e interessante e falsa retorica militare.
È colui che sta vicino con la vocazione di comunicare fiducia, stima, ottimismo, incoraggiamento ad andare avanti, a cavalcare il successo, a riconoscere i propri errori, a raggiungere traguardi sempre più alti, senza invidia e timore di essere superato perché sa di aver agito nel rispetto del Giuramento per servire la Patria con onore.
È colui che fa tutto per l’altro, senza risparmiarsi, senza rendiconti, con l’unico desiderio di condividere il proprio “tutto” al parigrado, superiore o subalterno.
E’ colui che ripone per l’equipaggio lo spirito di  conservazione per quel semplice ma primordiale valore che è l’amore per la vita in questa Gerusalemme terrena.
E’ colui che verrà ricordato ai posteri perché vive nella Gerusalemme eterna.
Ognuno raccoglie ciò che semina  e il male, come il bene, tornano sempre indietro …anche a distanza di tempo.

Papa Luciani e amm.Papili (Foto Ciro Laccetto per www.lavocedelmarinaio.com) Copia

omaggio a Franco Papili - www.lavocedelmarinaio.com - CopiaOrfano di padre, sottufficiale di Marina, disperso in mare durante la 2^ guerra mondiale, Franco Papili entrò in Accademia Navale nel 1947. Il suo primo incarico fu quello di Ufficiale di rotta delle corvette Gru e Scimitarra. Successivamente si specializzò nel servizio di artiglieria e divenne il primo Direttore del Tiro Missili dell’incrociatore Garibaldi (unità trasformata ed adattata al lancio di missili balistici). Comandante di nave Gaggia e Gabbiano, fu prescelto nel 1969, come Comandante in 2^, all’allestimento di nave Vittorio Veneto (nuova ammiraglia della Squadra Navale). In seguito fu comandante di nave Carabiniere, ebbe incarichi presso la NA.T.O. del Sud Europa e, da Capitano di Vascello assunse nel 1979 il comando del Vittorio Veneto. Oltre agli incarichi presso lo Stato Maggiore della Marina, assunse nel 1983, il comando della 2^ Divisione Navale e, successivamente quelli di Comandante dei dipartimenti di Ancona e La Spezia. Concluse la sua carriera come Presidente del Consiglio Superiore delle Forze Armate.
Sempre vicino all’A.N.M.I ed ai suoi marinai, salpò per l’ultima missione dalla sua Castellammare di Stabia il 28 agosto 2009, assistito amorevolmente dalla moglie Luciana.
Uomo di raffinata cultura, gli equipaggi lo ricordano perché amava ripetere: “la Marina è la mia famiglia e i Marinai sono i miei figli”.

Tomba dell'Amm.Papili - www.lavocedelmarinaio.com

Questo articolo è stato pubblicato in Che cos'è la Marina Militare?, Curiosità, Marinai, Marinai di una volta, Sociale e Solidarietà, Storia. Permalink.

34 risposte a Franco Papili Marinaio di una volta e signore dei mari

  1. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Riposa in pace Franco, meglio essere burberi che vigliacchi

  2. Bruno Corti dice:

    che bella questa foto, col futuro Papa Giovanni Paolo primo

  3. Ciro Laccetto dice:

    Io c’ero anche se nun mi vedete !

  4. Mario Carapucci dice:

    ciao Ezio….a presto.

  5. Carlo De Nicola dice:

    … Sapessi quanti , dell’equipaggio bisognerebbe commemorare !! I grandi si?

  6. Mario Cavalmoretti dice:

    1966 era il mio direttore di tiro sul garibaldi!

  7. Giorgio Cuccu dice:

    Lo ricordo sul Garibaldi, (67) nei momenti di relax lo incontravi sul ponte e ogni volta ti chiedeva…… Sai chi sono?..

  8. Vittorio Ferraiuolo dice:

    R. I.P. Grande Com.PAPILI in tanti sentiremo la sua mancaza il suo Nostromo.

  9. Stefano Bagnasco dice:

    Anche mio padre lo ricorda sempre suo DT sul Garibaldi (1967-68).

  10. Giuseppe Sciannamea dice:

    1987 Maridipart Ancona saluto per il mio congedo. Papili un Signor marinaio.

  11. Michele Di Liberto dice:

    R. . I. . P. .

  12. Claudio53 dice:

    Ritengo che Papili sia stato un Ammiraglio con la “A” maiuscola, sempre presente, lineare nelle sue decisioni, fermo e giusto, sotto quel carattere un po’ burbero c’era un grande uomo amante della Marina e dei suoi Marinai. Ero presente ai suoi funerali ed ho avuto l’onore di conoscerlo e di apprezzare l’uomo, il DT e lo storico. Sono orgoglioso di essere stato alle sue dipendenze e lo ricorderò sempre con stima e simpatia. Commemorando Lui ricordiamo anche tutti quei Marinai, che lui considerava suoi figli, che lo hanno preceduto o seguito nell’ultimo viaggio e che seppur non emergono alla ribalta della cronaca, con il loro silenzioso ed umile lavoro, hanno contribuito a scrivere pagine importanti nella nostra Marina.

  13. Filippo Bassanelli dice:

    Grande uomo e Marinaio il Fra-Franco Papili.R.I.P.in ricordo dei cinque anni.

  14. Virginia Federico dice:

    R.I.P…Franco. .

  15. Piero Vatteroni dice:

    Un vero gentiluomo di mare .

  16. Roberto Tento dice:

    R.I.P.

  17. Enzo Ciulla dice:

    R.I.P. Un uomo di mare è semplicemente generoso, coraggioso , leale, e fedele alla sua Patria.onore al comandante Papili

  18. Ester Martone dice:

    Felice serata. Ezio

  19. Francesco Ruggieri dice:

    iao ezio sono sempre presente il mese prossimo vado a palau (LA MADALENA) vado atrovare i parenti di mia moglie io sono di martina franca l’ò conosciuta in marina ciao ..

  20. Giorgio Castellano dice:

    No…….il Signore dei Mari, è il mare stesso. I Marinai sono persone umili, esperte, che lo solcano, rispettandolo e confidando nella sua clemenza!!!!

  21. Salvatore Cav Pucciarelli dice:

    E guai …. quando usciva in mare non salutavi insegna di Comando di Maridipart. …. Onori Ammiraglio ripoSa in pace

  22. Gaetano Carbonara dice:

    mi mancheranno le sue mitiche palette da 5. 10. 15 giorni di cps o cpr , r.i.p.

  23. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Ciao Carbonara BZ ..vero le palette da 5 – 10 – 15 chissà se qualcuno ha il coraggio di scrivere o commentare su questo argomento?

  24. Pietro Rossi dice:

    a me stavano bene…….non erano solo i numeri ma anche frasi, quando si chiedevano dei permessi. una diceva: “sei pazzo” automaticamente si capiva che era stato negato!

  25. Marinaio di Sora dice:

    Certo che ci sarò …………… tornato ……..timidamente ancora

  26. Angelo Cipriani dice:

    Bentornato. Marinaio. Di. Sora. Saluti. Ezio Pancrazio Vinciguerra. .Ezio. Antonio. L’o. Incontrato. Dopo. Ferragosto. Saluti. A. Tutti

  27. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Buonasera a voi Antonio e Angelo fate di tutto per essere con noi al prossimo raduno a Roma. Un abbraccio

  28. Tony Forti dice:

    Grande Ammiraglio R.I.P.

  29. Rocco Ettore dice:

    R.I.P. Marinaio

  30. Mimmo Tringali dice:

    Compliment, Ezio, concordo pienamente con tutto ciò che hai scritto; ho avuto l’onore di essere alle dipendenze del C/te Franco Papili e ti posso assicurare che era un vero Signore del mare, ero affascinato dalla sua intelligenza, dalla sua memoria, dallo spirito di abnegazione, dal senso della disciplina e dall’amore di patria. In poche parole ero fiero di dirgli “comandi” e di far sentire il “colpo di tacchi”, perché lui era un mio superiore in tutti i sensi. È se lui riteneva tutti i marinai suoi figli, ebbene sono fiero di essere stato suo figlio. ONORE ALL’AMM. FRANCO PAPILI.-l

  31. Carlo Luigi Crea dice:

    Franco ai suoi marinai ci teneva molto io ne so qualcosa, severo ma sopratutto UMANO

  32. Pasquale Biancospino dice:

    ….un Mito per chi ha avuto modo di conoscerlo e di apprezzarne lo spirito con il quale si poneva nei confronti di tutti noi..! Papili Vive!!

  33. Angelo Cipriani dice:

    Ezio Pancrazio Vinciguerra certo che verro perche sono a Roma e mi fa anche piacere di incontrarvi e conoscere di persona con Antonio siamo stati sul VENETO poi ci conoscevano con le famiglie saluti e buona notte a tutti

  34. Aldo Deambroggi dice:

    Ho avuto l’onore di navigare con l’Ammiraglio Papili sul Garibaldi e sul Vittorio Veneto. R. I. P. Franco marinaio burbero ma giusto e onesto.
    Aldo Deambroggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *