Riposo

a cura  Carlo Di Nitto (Presidente A.N.M.I. Gaeta)

Un po’ di “riposo” a poppa su una nave da battaglia non identificata nei primi anni del 1900. All’epoca, la vita dei Marinai era piuttosto dura, se paragonata ad oggi.

Riposo (f.p.g.c. Carlo Di Nitto a www.lavocedelmarinaio.com)

Questo articolo è stato pubblicato in Curiosità, Marinai di una volta, Recensioni. Permalink.

20 risposte a Riposo

  1. Capelli Bruno dice:

    condivido

  2. Filippo Bassanelli dice:

    Lo sai siamo Marinai navigatori.

  3. Bruno Caleffi dice:

    Grazie Carlo, sei sempre gentile, buona domenica.

  4. Antonio Melis dice:

    Grazie Carlo per la bellissima foto ricordo , Felice Domenica delle Palme a voi tutti

  5. Ornella Aimone dice:

    Grazie, bel ricordo per questi ragazzi e le loro famiglie. Buona domenica

  6. Marco Ximenes dice:

    Grazie Carlo e buona Domenica delle Palme

  7. Giuseppe Sammarco dice:

    Carlo ti auguro una felice DOMENICA DELLE PAME a te e famiglia

  8. Fernando Antonio Toma dice:

    Grazie Carlo buona Domenica delle Palme

  9. Antonio Corsi dice:

    semplicemente meravigliosa

  10. Roberto Tento dice:

    Grazie Carlo Di Nitto…Buona Domenica delle Palme..

  11. Joseph Gorgone dice:

    Grazie Carlo bella come sempre. Buona Domenica delle Palme a tutti voi!

  12. Nello Oglad dice:

    Buona Domenica delle Palme .

  13. Angelo Rum dice:

    A tutti buona domenica delle PALME

  14. Paolo Baroni dice:

    Ezio, che bella foto e che nostalgia del “solino”. Buona settimana pasquale a te e famiglia.

  15. Salvatore Luisi dice:

    Bellissima foto , quelle “vecchie” sono le più belle – Auguri a tutti

  16. Gerardo Grella dice:

    Grazie carissimo

  17. EZIO VINCIGUERRA dice:

    Pregevole foto di Carlo Di Nitto che sintetizza anche il divario fra le diverse generazioni di marinai. Oggi si riposa decisamente meglio …troppo!

  18. Capelli Bruno dice:

    verissimo……

  19. Lupo Alberto dice:

    concordo ezio e condivido

  20. Ester Martone dice:

    ..questo accadeva anche in epoche piu’ prossime ai giorni nostri, ovverosia nei primi anni ’60 (tutti accovacciati a poppa di Nave Cigno), al rientro dopo lunghissimi gg. di mare forza 6/7/8, nel corso dello svolgimento delle Metaflex. giusto per ingozzare qualche galletta, un morso di cioccolato fondente e qualche innocua goccia di Cordiale….come nozione di vita dura, ma che destava in noi passione, devozione e orgoglio per essere uomini di guerra in generale, e marinai in particolare, li’ vicino ai cannoni di poppa, come per credere che la grandezza della nostra nave si dovesse misurare dalla loro lunghezza e dal loro calibro……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *